Open design

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'open design, o progettazione aperta, è lo sviluppo di prodotti fisici, macchine e sistemi attraverso l'uso di informazione progettuale condivisa pubblicamente.

RepRap, la stampante 3D esempio di progettazione aperta

Questo processo è facilitato da internet e spesso è conseguito senza alcun compenso monetario.

Gli obiettivi e la filosofia sono identici all'open source ma risiedono in un differente paradigma.[non chiaro]

Origine[modifica | modifica wikitesto]

I principi dell'open design derivano dai movimenti open source, definito originariamente nel 1997 da Eric S. Raymond, Tim O'Reilly, Larry Augustin e Bruce Perens.

Iniziative[modifica | modifica wikitesto]

L'open design è un movimento ancora in sviluppo e consiste in diverse iniziative; le principali sono elencate di seguito:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Don Tapscott, Anthony D. Williams, Wikinomics. La collaborazione di massa che sta cambiando il mondo, Bergamo, Bur, febbraio 2010, ISBN 978-88-17-03894-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]