OpenSkies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'aereo da osservazione statunitense, vedi Boeing OC-135B Open Skies.
OpenSkies
OpenSkies logo.png
2010-06-30 B757 OpenSkies F-HAVN EDDF 02.jpg
Compagnia aerea standard
Codice IATAEC
Codice ICAOBOS
Identificativo di chiamataMISTRAL
Inizio operazioni di volo19 giugno 2008
Descrizione
HubParigi-Orly
Programma frequent flyerExecutive Club
Airport loungeTerraces Lounge
Alleanzaoneworld (dal 1º dicembre 2012)
Flotta4
Destinazioni2
Azienda
Fondazione2008 a Londra
StatoFrancia Francia
SedeParay-Vieille-Poste
GruppoBritish Airways
Persone chiaveDale Moss (Amministratore Delegato)
SloganThe Unique All Business Class Airline
Sito web
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

OpenSkies, precedentemente conosciuto come Elysair, è una compagnia aerea francese[1] 100% business con sede a Wissous[2] nei pressi dell'aeroporto di Parigi-Orly, controllata dalla British Airways[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

OpenSkies nasce nel 2008 per effettuare voli a lungo raggio all business a seguito degli accordi Open Skies tra l'Unione europea e gli Stati Uniti per la liberalizzazione del traffico aereo.

Il 28 luglio 2008, la società acquista la omologa compagnia francese L'Avion, dal 4 aprile 2009 tutte le attività sono svolte col marchio OpenSkies.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 Boeing 757-200 F-HAVI e F-HAVN da 82 posti (ex L'Avion, motorizzati Pratt and Whitney, versione a 6 porte con uscite di emergenza alari)
  • 1 Boeing 757-200 F-GPEK da 82 posti (ex British Airways, motorizzato Rolls Royce, versione a 8 porte)
  • 1 Boeing 767-300ER F-HILU (ex British Airways, motorizzato Rolls Royce)

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Francia Francia
Stati Uniti Stati Uniti
Destinazioni storiche
  • Paesi Bassi: Amsterdam
  • Stati Uniti: New York-JFK, Washington-Dulles

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]