Onorato Bacchetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Onorato Bacchetti (Pistoia, 22 febbraio 18171890) è stato un medico italiano.

«Era alto di statura, ricurvo, bruno di carnagione, aveva occhi neri e tumidi, portava intiera la barba, il suo aspetto era severo. Nel conversare piacevole, zelante del proprio dovere, egli era un perfetto gentiluomo.»

(Minati)

Nel 1845 fu assistente alla cattedra di Stefano Stagi, che nel 1839 dall'insegnamento della botanica era passato a quello della materia medica nell'Università di Pisa.

Bacchetti fu un grande amico di Carlo Matteucci, a tal punto che lo volle con sé a Parigi ad assistere agli insegnamenti di Magendie e di Bernard.

Il Prof. Bacchetti si distinse nell'Ateneo Pisano per il fatto di aver insegnato la Medicina agli studenti greci e corsi, che in allora frequentavano in gran numero quella Università. Il suo insegnamento ufficiale di materia medica a Pisa iniziò nel 1859, e rapidamente divenne professore ordinario, ricoprendo tale incarico fino al 1885.

La prima sede del museo di materia medica fu in un locale vicino al gabinetto di storia naturale: successivamente le sue lezioni si tennero presso due stanze nel Palazzo della Sapienza, quindi gli furono concesse delle aule nella scuola medico-chirurgica.

Il nome di Onorato Bacchetti figura tra i nomi degli studenti che hanno combattuto la Battaglia di Curtatone e Montanara contro gli Austriaci. A distanza di un mese dalla battaglia, con decreto del 23 giugno 1848 fu nominato tenente segretario del consiglio di disciplina del battaglione universitario.

Pubblicazioni maggiori[modifica | modifica wikitesto]

  • Discorso letto ad una Società di studenti di medicina nell'I. e R. Università di Pisa ponendo termine ai privati esercizi di patologia e di anatomia patologica nell'anno accademico 1841-42, Pisa, Tip. Pieraccini, 1842.
  • Su di alcune particolarità relative alla medicina. Reminiscenze di un viaggio a Parigi traversando la Savoja e la Svizzera, in Miscellanee medico-chirurgiche-farmaceutiche raccolte in Pisa nel 1843, Tipografia Niccolò Capurro, anno I (1844), pp. 263-7.
  • Intorno ad alcuni nuovi medicamenti vegetabili dell'America meridionale. Lettera a Cosimo Ridolfi di Onorato Bacchetti, in Gazzetta Toscana delle scienze medico-fisiche, n. 18, Firenze, per i torchi della Società Tipografica sopra le logge del Grano, 1846.
  • Sulla scorza di Malambo. Ricerche sperimentali fisiologiche e terapeutiche, Firenze, Tipografia di Mariano Cecchi, 1851.
  • Nuova applicazione dell'ago elettro-puntura in un caso giudicato di gravidanza extra-uterina tubaria, in Gazzetta medica italiana federativa Toscana, anno V, serie II, 1853.
  • Effetti di alcuni alcaloidi artificiali sull'organismo animale: del dottor O. Bacchetti, in Annali di chimica applicata alla medicina cioè alla farmacia, alla tossicologia, all'igiene, alla fisiologia, alla patologia e alla terapeutica, serie 3, volume 21, fascicolo 4, (ott. 1855).
  • Effetti sull'essenza di Mirbane (nitro-benzina) e della benzina, in Il nuovo Cimento, 1856, pp. 414-8.
  • Sulla fava del Calabar, in collaborazione con C. Regnoli, Livorno, Successore di Eg. Vignozzi, 1864.
  • In memoria di Giuseppe Orosi, Pisa, Tip. Nistri, 1876.
  • Opuscoli di materia medica e di terapeutica, Pisa, Tipografia Mariotti, 1877. Sotto questo titolo sono raccolti alcuni articoli pubblicati nel Dizionario delle scienze mediche.
  • Sommario dei medicamenti vegetali più in uso, Pisa, Tip. Valenti, 1882.
Controllo di autoritàVIAF (EN90218988 · SBN IT\ICCU\IEIV\056740 · WorldCat Identities (ENviaf-90218988