Oneohtrix Point Never

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oneohtrix Point Never
ONEOHTRIX POINT NEVER.JPG
Oneohtrix Point Never nel 2013.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Musica elettronica
Periodo di attività 2007 – in attività
Studio 8
Gruppi e artisti correlati Ford & Lopatin
Sito web

Daniel Lopatin, noto con lo pseudonimo di Oneohtrix Point Never (Wayland, 25 luglio 1982), è un musicista sperimentale statunitense stanziato a Brooklyn[1][2].

Lopatin venne scelto dagli Animal Collective per esibirsi al festival All Tomorrow's Parties, che curò durante il mese di maggio del 2011.[3]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

La sua musica, ispirata all'ambient-drone, viene composta generalmente attraverso l'uso di sintetizzatori vecchia data,[4] ed è stata definita "simile ad uno specchio incrinato che rinfrange i suoni del passato".[5] Tuttavia, Lopatin ha anche pubblicato musica ispirata al pop degli anni ottanta dapprima con Chuck Person's Eccojams Vol. 1, citato come uno dei primi album dello stile vaporwave[6] e poi con Channel Pressure pubblicato con Joel Ford.[7]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Solisti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - Betrayed In The Octagon
  • 2008 - Russian Mind
  • 2009 - Zones Without People
  • 2010 - Returnal
  • 2010 - Chuck Person's Eccojams Vol. 1 (con lo pseudonimo Chuck Person)
  • 2011 - Replica
  • 2013 - R Plus Seven
  • 2015 - Garden of Delete

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 - Channel Pressure (con Joel Ford)
  • 2012 - Instrumental Tourist (con Tim Hecker)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oneohtrix Point Never preps Returnal, Resident Advisor, 4 maggio 2010. URL consultato il 28 maggio 2010.
  2. ^ Max Burke, Oneohtrix Point Never: Rifts, prefixmag.com, 30 dicembre 2009. URL consultato il 28 maggio 2010.
  3. ^ ATP: All Tomorrow's Parties
  4. ^ Joe Colly, Album Reviews: Oneohtrix Point Never: Rifts, Pitchfork Media, 2 febbraio 2010. URL consultato il 28 maggio 2010.
  5. ^ Louis Pattison, Oneohtrix Point Never: Rifts, thequietus.com, 3 dicembre 2009. URL consultato il 28 maggio 2010.
  6. ^ (EN) Sputnik Music: Chuck Person - Chuck Person's Eccojams Vol. 1, sputnikmusic.com. URL consultato il 16 giugno 2016.
  7. ^ (EN) Pitchfork: Ford & Lopatin - Channel Pressure, pitchfork.com. URL consultato il 16 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]