Oneohtrix Point Never

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oneohtrix Point Never
ONEOHTRIX POINT NEVER.JPG
Oneohtrix Point Never nel 2013.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Musica elettronica
Periodo di attività musicale 2007 – in attività
Studio 8
Gruppi e artisti correlati Ford & Lopatin
Sito ufficiale

Oneohtrix Point Never, pseudonimo di Daniel Lopatin (Wayland, 25 luglio 1982), è un musicista sperimentale statunitense stanziato a Brooklyn[1][2].

Lopatin venne scelto dagli Animal Collective per esibirsi al festival All Tomorrow's Parties, che curò durante il mese di maggio del 2011.[3]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

La sua musica, ispirata all'ambient-drone, viene composta generalmente attraverso l'uso di sintetizzatori vecchia data,[4] ed è stata definita "simile ad uno specchio incrinato che rinfrange i suoni del passato".[5] Tuttavia, Lopatin ha anche pubblicato musica ispirata al pop degli anni ottanta dapprima con Chuck Person's Eccojams Vol. 1, citato come uno dei primi album dello stile vaporwave[6] e poi con Channel Pressure pubblicato con Joel Ford.[7]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Solisti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - Betrayed In The Octagon
  • 2008 - Russian Mind
  • 2009 - Zones Without People
  • 2010 - Returnal
  • 2010 - Chuck Person's Eccojams Vol. 1 (con lo pseudonimo Chuck Person)
  • 2011 - Replica
  • 2013 - R Plus Seven
  • 2015 - Garden of Delete

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 - Channel Pressure (con Joel Ford)
  • 2012 - Instrumental Tourist (con Tim Hecker)

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oneohtrix Point Never preps Returnal, Resident Advisor, 4 maggio 2010. URL consultato il 28 maggio 2010.
  2. ^ Max Burke, Oneohtrix Point Never: Rifts, prefixmag.com, 30 dicembre 2009. URL consultato il 28 maggio 2010.
  3. ^ ATP: All Tomorrow's Parties
  4. ^ Joe Colly, Album Reviews: Oneohtrix Point Never: Rifts, Pitchfork Media, 2 febbraio 2010. URL consultato il 28 maggio 2010.
  5. ^ Louis Pattison, Oneohtrix Point Never: Rifts, thequietus.com, 3 dicembre 2009. URL consultato il 28 maggio 2010.
  6. ^ (EN) Sputnik Music: Chuck Person - Chuck Person's Eccojams Vol. 1, sputnikmusic.com. URL consultato il 16 giugno 2016.
  7. ^ (EN) Pitchfork: Ford & Lopatin - Channel Pressure, pitchfork.com. URL consultato il 16 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN170869112 · GND: (DE104634322X