Olivia Cooke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Olivia Cooke nel 2018

Olivia Cooke (Oldham, 27 dicembre 1993) è un'attrice britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a recitare in patria dall'età di 8 anni, prima con piccole parti scolastiche, poi da adolescente in molte pubblicità[1] e in un video degli One Direction, fino ad approdare ad un paio di miniserie della BBC; la notorietà arriva però col suo primo ruolo statunitense[2], nei panni di Emma Decody nella serie televisiva Bates Motel (2013). Nella sua breve carriera ha interpretato in prevalenza pellicole di genere thriller e horror, a partire dal primo ruolo rilevante, nella miniserie The Secret of Crickley Hall (dove la Cooke interpretava la maestra Nancy Linnet).

Nel 2014 ben tre film dello stesso filone hanno la Cooke come protagonista e coprotagonista: Le origini del male, The Signal (proiettato al Sundance Film Festival) e Ouija. Nella pellicola Quel fantastico peggior anno della mia vita diretta da Alfonso Gomez-Rejon la Cooke recita nel ruolo della protagonista femminile, Rachel[3]. Nel 2018 ha recitato in Ready Player One, film diretto da Steven Spielberg, nel ruolo di Samantha Evelyn Cook/Art3mis.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Olivia Cooke alla premiere giapponese di Ready Player One

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Produttrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Olivia Cooke è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Voices - “The Quiet Ones” star Olivia Cooke: “I have no dignity anymore after this movie” Archiviato il 18 dicembre 2014 in Internet Archive., C. Pearlman, 23 aprile 2014 - consultato il 26 luglio 2014
  2. ^ Interview Magazine, intervista a O.C. di E. Brown
  3. ^ thewrap 12 marzo 2014 - Consultato il 26 luglio 2014

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN313410154 · ISNI (EN0000 0004 4456 2056 · LCCN (ENno2015002146 · GND (DE1062727924 · BNF (FRcb16979458k (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2015002146