Olivetti Summa 19

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Summa 19
prodotto di disegno industriale
Olivetti Summa 19.jpg
Olivetti Summa 19, con coperchio del gruppo scrittura bianco anziché verde
Dati generali
Anno di progettazione1969
ProgettistaEttore Sottsass, con Hans Von Klier
Compasso d'oro nel1970
Profilo prodotto
Tipo di oggettocalcolatrice addizionatrice elettromeccanica con stampa integrata
ProduttoreOlivetti
Prodotto dal1969

La Summa19 è una addizionatrice elettromeccanica portatile realizzata dalla Olivetti. Progettata da Ettore Sottsass, pur avendo il Compasso d'oro nel 1970 ha un modesto successo commerciale per la concorrenza delle nuove macchine da calcolo elettroniche.[1]

L'addizionatrice[modifica | modifica wikitesto]

La componente più interessante della Summa 19 è la scocca che venne progettata da Ettore Sottsass e Hans von Klier, che già avevano lavorato insieme per la macchina da scrivere Olivetti Studio 45, mentre Sottsass aveva realizzato con Perry A. King la Olivetti Valentine, vincitrice nel 1968 del Compasso d'oro. La meccanica interna, invece, rispondeva essenzialmente all'esigenza di mantenere basso il prezzo di vendita. Questa impostazione venne confermata con l'introduzione, a partire dal 1971, della variante ridotta 19-R[2]. Pur vincendo anche la Summa 19 l'ambito Compasso d'oro, essa avrà un modesto successo commerciale a causa della concorrenza delle prime calcolatrici elettroniche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Foto Gallery "Quando l'innovazione paga: le calcolatrici meccaniche Olivetti"
  2. ^ La differenza tra i due modelli era nella capacità, ossia il numero massimo di cifre dei numeri che potevano essere immessi e del risultato. Nel modello 19 la capacità era 10x11, nel modello 19-R questa veniva ridotta a 8x9. Veniva cambiato anche il colore della scocca, che passava da nero e verde a nero e bianco.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]