Olivetti Studio 45

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Studio 45
prodotto di disegno industriale
Olivetti Studio 45.jpg
Dati generali
Anno di progettazione1967
ProgettistaEttore Sottsass e Hans Von Klier
Profilo prodotto
Tipo di oggettomacchina da scrivere
ProduttoreOlivetti
Prodotto dal1967
MaterialiABS
Tecnica di lavorazionelaccatura delle superfici
Notesostituita da Olivetti Studio 46

Olivetti Studio 45 è una macchina per scrivere semi standard della Olivetti nata nel 1967 dal progetto di Ettore Sottsass, che più tardi realizzerà la celebre Olivetti Valentine, e Hans Von Klier.

La macchina per scrivere[modifica | modifica wikitesto]

Fu progettata nel 1967 dall'architetto e designer Ettore Sottsass, in collaborazione con Hans Von Klier. La Studio 45 sostituì il modello Olivetti Studio 44, uscito nel 1952 e progettato da Marcello Nizzoli.

Come descritto in un articolo pubblicato su Domus nel 1969[1], la machina è fatta di ABS e possiede una valigia anch'essa in ABS ed era prodotta in colore verde-blu con un valigia verde per il suo trasporto.

La tastiera è del tipo QZERTY, come è solito delle macchine italiane (a parte le moderne tastiere per computer). Oltre ai tasti di scrittura la tastiera include una barra spaziatrice, due tasti delle maiuscole, un tasto fissamaiuscole, il tasto di ritorno e un tasto di tabulazione.

L'insieme dei tasti di scrittura ha un'evidente mancanza: non è presente il tasto col numero 1 che si ottiene utilizzando la lettera l (elle) minuscola oppure la I (i) maiuscola; allo stesso modo non è presente lo zero, che si ottiene digitando la O (o) maiuscola. Sebbene questo oggi possa sembrare strano, era invece piuttosto comune nelle vecchie macchine per scrivere. Mancano anche i tasti per le vocali accentate maiuscole usate nella scrittura della lingua italiana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Design Portale Design: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Design