Olivetti Logos 27

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Logos 27
prodotto di disegno industriale
Olivetti Logos 27-2.jpg
La Logos 27-2 (a destra), affiancata dalla Summa 19
Dati generali
Anno di progettazione1965
ProgettistaEttore Sottsass e Teresio Gassino
Profilo prodotto
Tipo di oggettocalcolatrice elettromeccanica con stampa integrata
ProduttoreOlivetti
Prodotto dal1965

La Logos 27 è una calcolatrice elettromeccanica realizzata dalla Olivetti.

Progettata da Teresio Gassino per la parte meccanica e Ettore Sottsass per il design, fu la massima e ultima espressione della tecnologia meccanica applicata al calcolo (900 cicli al minuto), un progetto ambizioso volto al rilancio della meccanica ma che si rivelò molto costoso in termini economici[1].

La Logos 27 fu presentata nel 1965 al Bema di New York, insieme alla Olivetti Programma 101.

La macchina, avente elevate prestazioni, ebbe un successo commerciale limitato dalle nuove calcolatrici elettroniche.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Da un punto di vista costruttivo, si trattava di una macchina estremamente complessa, e infatti pur essendo eccezionale per velocità e prestazioni, era molto delicata per la complessità meccanica e quindi non sempre affidabile.[3] La macchina fu prodotta in 3 versioni: a uno, a due e a tre totalizzatori. La capacità d'impostazione era di 15 cifre, quella del totale di 20.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]