Oliver North

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oliver North
OliverNorth.JPG
7 ottobre 1943
SoprannomeOllie
Nato aSan Antonio
Dati militari
Paese servitoUSA
CorpoMarine
Anni di servizio1968-1990
GradoTenente colonnello
GuerreGuerra del Vietnam
Decorazioni
PubblicazioniEroi Americani (2008)
scrittorescandalo Iran-Contras
  • Freedom Alliance, presidente onorario
voci di militari presenti su Wikipedia

Oliver Laurence "Ollie" North (San Antonio, 7 ottobre 1943) è un militare statunitense, famoso perché coinvolto nello Scandalo Iran-Contra.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Servizio militare[modifica | modifica wikitesto]

North è nato a San Antonio, in Texas, il 7 ottobre 1943. Intrapresa la carriera militare, si laurea all'Accademia Navale degli Stati Uniti ad Annapolis, Maryland. Entra nel corpo dei Marine, dove milita per 22 anni, fino a raggiungere il grado di Tenente colonnello. Durante il suo servizio ha combattuto nella guerra del Vietnam, nella quale ha ottenuto diverse decorazioni: la Bronze Star Medal, la Silver Star Medal e due Purple Heart.

Carriera pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1983 fino al 1986 ha fatto parte dell'amministrazione Reagan nell'ambito della sicurezza nazionale[1], in qualità di coordinatore anti-terrorismo. Durante il suo servizio nel governo Reagan, North è intervenuto in diverse e importanti azioni militari. Nel 1983, ancora nel periodo della guerra fredda, ha pianificato l'invasione dell'isola di Grenada, affidata a reparti Marines, per impedire che cadesse in mani comuniste. Nel 1985 ha invece ricoperto un importante ruolo nell'arresto di un gruppo di terroristi che aveva dirottato la nave Achille Lauro, mentre il 15 aprile 1986 ha preso parte all'organizzazione del blitz contro le basi terroristiche in Libia di Mu'ammar Gheddafi. Le covert operations condotte in quel periodo avrebbero contemplato anche il finanziamento di attività militari mediante il traffico di droga[2].

Fu coinvolto nello scandalo Iran-Contras e individuato tra i principali sospettati per aver venduto armi all'Iran e con i ricavati aver sostenuto i Contras in Nicaragua[3]. North, sfruttato come capro espiatorio[senza fonte], fu indicato da alcuni esponenti della Casa Bianca come l'unico a conoscenza di quei traffici[4], concentrando tutta l'attenzione su di sé[senza fonte]; il presidente Ronald Reagan e George H. W. Bush (al tempo vicepresidente) poterono così proseguire la politica estera già sperimentata fino ad allora[5].

North venne così posto sotto processo e le sue udienze al Congresso vennero trasmesse in diretta tv, durante una delle quali fu sul punto di scoppiare in lacrime. Il 4 maggio 1989, al termine del processo, venne dichiarato colpevole di tre reati e assolto da altri nove; le condanne vennero però in seguito annullate in appello.

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Oliver North dal 1990 è anche il fondatore e presidente onorario della Freedom Alliance (unione per la libertà). Fondò questa organizzazione pubblica allo scopo di aiutare con borse di studio i figli di tutti i soldati morti (o resi permanentemente disabili) in guerra, ma anche per sostenere i militari in servizio e le loro famiglie. In questo modo intese mantenere una forte difesa nazionale e promuovere i diritti dei cittadini[6] e la libera iniziativa.

Attualmente è un conduttore televisivo e commentatore politico presso Fox News Channel, conduttore nel talk show Storie di guerra con Oliver North (War Stories with Oliver North). Inoltre è l'autore di alcuni libri a sfondo politico-militare, tra cui Eroi Americani (American Heroes) pubblicato nel 2008. Dal 7 maggio 2018 guida la National Rifle Association[7].

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel quindicesimo episodio della quarta stagione della serie animata statunitense American Dad! viene brevemente cantata e parodizzata la vicenda di North nello scandalo Iran-Contras. Nell'episodio il protagonista Stan cerca sotto casa sua (e posseduta anche da North prima di lui) l'oro che il militare avrebbe nascosto, trovandolo.
  • Anche nella prima stagione della serie americana Narcos è presente un accenno alle operazioni di North.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze statunitensi[modifica | modifica wikitesto]

Silver Star - nastrino per uniforme ordinaria Silver Star
Bronze Star Medal con dispositivo "V" e due foglie di quercia - nastrino per uniforme ordinaria Bronze Star Medal con dispositivo "V" e due foglie di quercia
Purple Heart con foglia di quercia - nastrino per uniforme ordinaria Purple Heart con foglia di quercia
Defense Meritorious Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria Defense Meritorious Service Medal
Meritorious Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria Meritorious Service Medal
Navy and Marine Corps Commendation Medal con dispositivo "V" e due stelle d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Navy and Marine Corps Commendation Medal con dispositivo "V" e due stelle d'oro
Navy and Marine Corps Achievement Medal con stella d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Navy and Marine Corps Achievement Medal con stella d'oro
Combat Action Ribbon - nastrino per uniforme ordinaria Combat Action Ribbon
Navy Unit Commendation - nastrino per uniforme ordinaria Navy Unit Commendation
Navy Meritorious Unit Commendation con stella di servizio di bronzo - nastrino per uniforme ordinaria Navy Meritorious Unit Commendation con stella di servizio di bronzo
National Defense Service Medal - nastrino per uniforme ordinaria National Defense Service Medal
Vietnam Service Medal con cinque stelle di campagna di bronzo - nastrino per uniforme ordinaria Vietnam Service Medal con cinque stelle di campagna di bronzo
Sea Service Deployment Ribbon con stella di servizio di bronzo - nastrino per uniforme ordinaria Sea Service Deployment Ribbon con stella di servizio di bronzo
Navy and Marine Corps Overseas Service Ribbon - nastrino per uniforme ordinaria Navy and Marine Corps Overseas Service Ribbon

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Croce al Valore del Vietnam con palma (Vietnam del Sud) - nastrino per uniforme ordinaria Croce al Valore del Vietnam con palma (Vietnam del Sud)
Croce al Valore del Vietnam con telaio e palma (Vietnam del Sud) - nastrino per uniforme ordinaria Croce al Valore del Vietnam con telaio e palma (Vietnam del Sud)
Medaglia della Campagna del Vietnam (Vietnam del Sud) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della Campagna del Vietnam (Vietnam del Sud)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Christopher Hitchens, The Reagan Doctrine and the Secret State, MERIP Middle East Report, No. 148, Re-Flagging the Gulf (Sep. - Oct., 1987), pp. 6-8.
  2. ^ nsarchive.gwu.edu, [title=The Contras, Cocaine, and Covert Operations http://nsarchive.gwu.edu/NSAEBB/NSAEBB2/index.html[title=The Contras, Cocaine, and Covert Operations. URL consultato il 19 dicembre 2015.
  3. ^ Ray Nichols, OF ARMS AND THE MAN: THE IRAN-CONTRA AFFAIR AS 'REPRESENTATIVE ANECDOTE, Australasian Journal of American Studies, Vol. 11, No. 2 (December 1992), pp. 19-36.
  4. ^ Scott J. Basinger, Brandon Rottinghaus, Stonewalling and Suspicion during Presidential Scandals, Political Research Quarterly, Vol. 65, No. 2 (JUNE 2012), pp. 290-302.
  5. ^ Peter Dale Scott, Northwards without North: Bush, Counterterrorism, and the Continuation of Secret Power, Social Justice, Vol. 16, No. 2 (36), VARIETIES OF STATE AND CORPORATE CRIME (Summer 1989), pp. 1-30.
  6. ^ Mary E. Bendyna, R. S. M., John C. Green, Mark J. Rozell, Clyde Wilcox, Uneasy Alliance: Conservative Catholics and the Christian Right, Sociology of Religion, Vol. 62, No. 1 (Spring, 2001), pp. 51-64.
  7. ^ Il protagonista dello scandalo Iran-Contra nuovo presidente dell’associazione Usa per le armi, La Stampa, 7 maggio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN139135095 · ISNI (EN0000 0001 2221 6265 · LCCN (ENn86008183 · GND (DE120313154