Olive Oatman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Olive Ann Oatman

Olive Ann Oatman, nata Olive Ann Fairchild (La Harpe, 7 settembre 1837Sherman, 20 marzo 1903), è stata un'esploratrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1851, quando era quattordicenne Olive Oatman e la sua famiglia partirono dall’Illinois alla volta della California, ma lungo il tragitto la famiglia si smarrì e giunsero nei territori dell'odierna Arizona; dove vennero assaliti e annientati dagli indiani Yavapai[1]. Le uniche superstiti, grazie all'uso della tribù, che prevedeva di risparmiare le ragazze, furono lei e sua sorella Mary Ann di soli sette anni. Le due sorelle furono imprigionate e schiavizzate dagli Yavapai per poi essere cedute ad una tribù Mohave. Presso tale tribù vennero tatuate con la polvere da terra pietre blu. Mary Ann morì di fame, durante una grave siccità che decimò i nativi, e Olive continuò a vivere con le persone Mohave, integrandosi fra di loro; tant'è che sposò uno di essi ed ebbero due figli.

Anni dopo, nel 1856 un drappello rinvenne Olive e la ricondusse nella sua civiltà originaria, quella bianca. Olive fu nuovamente sconvolta psicologicamente dallo sradicamento dalla sua nuova vita nella tribù in cui era stata accolta.

Morì per un attacco di cuore il 20 marzo 1903.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN70616620 · ISNI (EN0000 0000 7863 3167 · LCCN (ENn94017398 · GND (DE120375109