Olio di mandorle amare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olio di mandorle amare
Autore Antonio Soncina
1ª ed. originale 2013
Genere Romanzo
Sottogenere LGBT
Lingua originale italiano
Ambientazione Gela

Olio di mandorle amare, pubblicato nel 2013, è il romanzo d'esordio di Antonio Soncina.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La storia è ambientata tra il 1973 e il 1982 a Gela. Le protagoniste sono due coetanee, Maria e Daniela; la prima, dal carattere chiuso, è cresciuta in città vivendo da sola con un padre severo; l'altra, trasferitasi da adolescente, è una ragazza apparentemente solare ma che soffre per i continui traslochi della famiglia e conseguente perdita dei legami affettivi. Le due ragazze diventano compagne di banco e di pallavolo. Per un banale litigio, la loro amicizia viene compromessa e si perdono di vista.

Dopo anni, durante i quali Maria è diventata una ragazza madre e Daniela si è sposata, si incontrano per caso: la prima infatti cerca un alloggio mentre la seconda, ormai separatasi dal marito, cerca un modo per dividere le spese.

Improvvisamente Maria scompare; suo figlio, Paolo, vive in collegio. Spinta da un sogno, Daniela si reca nell'istituto e decide di portare il bambino a vivere con sé. A casa della ragazza, Paolo scopre il diario segreto della madre, attraverso il quale scopre cosa le è successo e quale rapporto legava le due donne.

Sullo sfondo, l'evoluzione di Gela, da località rurale a città legata allo stabilimento petrolchimico.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura