Olavo Bilac

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Olavo Bilac

Olavo Brás Martins dos Guimarães Bilac (Rio de Janeiro, 16 dicembre 1865Rio de Janeiro, 28 dicembre 1918) è stato un giornalista, poeta e scrittore brasiliano, membro fondatore dell'Accademia Brasiliana delle Lettere con altri poeti e scrittori, fra i quali: Raymundo Corréa e Alberto de Oliveira.

Temperamento inquieto e sensibile, nutrì alte aspirazioni spirituali

Di stile parnassiano, è considerato all'unanimità il maggiore poeta della letteratura brasiliana, con il titolo di Príncipe dos Poetas Brasileiros (Principe dei poeti Brasiliani). Fu ardente patriota e propugnatore dell'intervento del Brasile, a fianco dell'Intesa, nella 1ª guerra mondiale. A tale scopo pubblicò articoli e pronunciò discorsi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Via Lactea
  • Sarças de fogo
  • Alma errante
  • Critica e fantasia
  • Chronicas e Novellas
  • Conferencias literarias
  • Tarde
  • O caçador de esmeraldas

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN73898176 · ISNI (EN0000 0001 0915 424X · LCCN (ENn82099964 · GND (DE121751961 · BNF (FRcb121868556 (data)