Oksana Kalašnikova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Oksana Kalashnikova)
Jump to navigation Jump to search
Oksana Kalašnikova
Kalashnikova RG19 (4) (48199198506).jpg
Oksana Kalashnikova nel 2019
Nazionalità Georgia Georgia
Altezza 184 cm
Peso 72 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 184–151
Titoli vinti 0 WTA, 5 ITF
Miglior ranking 156ª (7 giugno 2010)
Ranking attuale 822ª (6 maggio 2019)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open Q2 (2010, 2011)
Francia Roland Garros Q3 (2010)
Regno Unito Wimbledon Q1 (2010)
Stati Uniti US Open Q1 (2009, 2010)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 289 - 230 (55,68%)
Titoli vinti 4 WTA, 25 ITF
Miglior ranking 43ª (13 giugno 2016)
Ranking attuale 71ª (6 maggio 2019)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2016)
Francia Roland Garros 3T (2013)
Regno Unito Wimbledon 2T (2013, 2019)
Stati Uniti US Open 3T (2018)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 6 maggio 2019

Oksana Kalašnikova, accreditata come Oksana Kalashnikova dalla WTA (in georgiano: ოქსანა კალაშნიკოვა?; Tbilisi, 5 settembre 1990), è una tennista georgiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel circuito ITF ha vinto ventotto titoli di cui cinque in singolare e ventitré in doppio.

Il suo debutto nel circuito WTA avviene nel 2010, dove viene sconfitta al primo turno di qualificazione al Brisbane International dalla spagnola Arantxa Parra Santonja. Partecipa alle qualificazioni degli Australian Open dove sconfigge al primo turno la connazionale Margalita Čakhnašvili, mentre al secondo turno è battuta dalla russa Anastasija Pivovarova. Al Roland Garros, viene sconfitta al turno finale delle qualificazioni da Ekaterina Ivanova, dopo aver avuto la meglio ai primi due turni su Shannon Golds ed Edina Gallovits. Le va male a Wimbledon, dove viene subito eliminata dalla ceca Andrea Hlaváčková. Nel mese di luglio prende parte allo Swedish Open e all'Istanbul Cup, perdendo in entrambi i casi al primo turno di qualificazioni rispettivamente contro Natalia Ryzhonkova e Marta Domachowska. Agli US Open non fa molta strada, infatti viene subito eliminata da Tetjana Lužans'ka.

Nel 2011, non supera le qualificazioni agli Australian Open perdendo al secondo turno di qualificazioni dalla statunitense Irina Falconi, dopo aver sconfitto nel turno precedente la russa Ekaterina Byčkova. Non ci riesce nell'intento anche al Brussels Open dove dopo aver ricevuto un bye all'esordio, viene superata dalla wild-card statunitense Abigail Spears. La settimana seguente, prende parte al Roland Garros entrando nel tabellone delle qualificazioni, dove batte prima al primo turno la kazaka Zarina Dijas, per poi uscire di scena al secondo turno per mano della canadese Stéphanie Dubois.

Nel 2012, Oksana viene eliminata al primo turno di qualificazioni al Roland Garros dalla giapponese Misaki Doi. Nel mese di settembre, prende parte al Tashkent Open perdendo al primo turno di qualificazioni dalla russa Marta Sirotkina. Al Royal Indian Open, batte al primo turno l'australiana Monique Adamczak per poi cedere alla giovane croata Donna Vekić.

Nel 2013, non supera le qualificazioni alla Copa Bionaire perdendo al primo turno dalla statunitense Alison Riske. Prende poi parte alla WTA Brasil Tennis Cup entrando nel tabellone di qualificazioni dove dopo aver battuto al primo turno la paraguaiana Verónica Cepede Royg, perde nel turno decisivo dalla tedesca Kristina Barrois. A maggio, gioca al Brussels Open dove batte al primo turno di qualificazione la statunitense Jill Craybas, per poi essere sconfitta dalla portoghese Maria João Koehler. Alla Baku Cup, supera le qualificazioni battendo Tamari Čalaganidze e Oleksandra Korašvili accendendo per la prima volta in carriera ad un tabellone principale, dove viene eliminata dalla ceca Tereza Martincová. Alla Rogers Cup batte al primo turno a sorpresa l'ottava testa di serie, la spagnola Sílvia Soler Espinosa, mentre al turno finale viene sconfitta solo al tie-break del terzo set dalla slovacca Jana Čepelová. Al Ningbo Challenger, batte al primo turno delle qualificazioni la serba Jovana Jakšić mentre a quello seguente cede all'olandese Richèl Hogenkamp.

Oksana inizia il 2014 allo Shenzhen Open dove entra nelle qualificazioni, ma viene subito eliminata al primo turno dalla bulgara Cvetana Pironkova.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (5)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (4)
WTA 125s (1)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 11 novembre 2012 India Royal Indian Open, Pune Cemento Russia Nina Bratčikova Israele Julia Glushko
Thailandia Noppawan Lertcheewakarn
6-0, 4-6, [10-6]
2. 28 luglio 2013 Azerbaigian Baku Cup, Baku Cemento Ucraina Iryna Burjačok Grecia Eléni Daniilídou
Serbia Aleksandra Krunić
4-6, 7-6(3), [10-4]
3. 19 luglio 2015 Romania BRD Bucarest Open, Bucarest Terra rossa Paesi Bassi Demi Schuurs Romania Andreea Mitu
Romania Patricia Maria Țig
6-2, 6-2
4. 11 giugno 2016 Paesi Bassi Ricoh Open, 's-Hertogenbosch Erba Kazakistan Jaroslava Švedova Svizzera Xenia Knoll
Serbia Aleksandra Krunić
6-1, 6-1
5. 26 febbraio 2017 Ungheria Hungarian Ladies Open, Budapest Cemento (i) Taipei Cinese Hsieh Su-wei Australia Arina Rodionova
Kazakistan Galina Voskoboeva
6-3, 4-6, [10-4]

Sconfitte (7)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (4)
WTA 125s (3)
No. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 27 settembre 2013 Cina Ningbo Challenger, Ningbo Cemento Ucraina Iryna Burjačok Taipei Cinese Chan Yung-jan
Cina Zhang Shuai
2-6, 1-6
2. 20 luglio 2014 Turchia Istanbul Cup, Istanbul Cemento Polonia Paula Kania Giappone Misaki Doi
Ucraina Elina Svitolina
4-6, 0-6
3. 15 novembre 2015 Francia Open GDF Suez Région Limousin, Limoges Cemento (i) Russia Margarita Gasparjan Rep. Ceca Barbora Krejčíková
Lussemburgo Mandy Minella
6-1, 5-7, [6-10]
4. 27 novembre 2015 Stati Uniti Carlsbad Classic, Carlsbad Cemento Germania Tatjana Maria Brasile Gabriela Cé
Paraguay Verónica Cepede Royg
6-1, 4-6, [8-10]
5. 30 settembre 2017 Uzbekistan Tashkent Open, Tashkent Cemento Giappone Nao Hibino Ungheria Tímea Babos
Rep. Ceca Andrea Hlaváčková
5-7, 4-6
6. 4 febbraio 2018 Taiwan Taiwan Open, Taipei Cemento (i) Giappone Nao Hibino Cina Duan Yingying
Cina Wang Yafan
6(4)-7, 6(5)-7
7. 3 maggio 2019 Marocco Grand Prix SAR La Princesse Lalla Meryem, Rabat Terra rossa Spagna Georgina García Pérez Spagna María José Martínez Sánchez
Spagna Sara Sorribes Tormo
5-7, 1-6

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]