Oecophylla smaragdina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Oecophylla smaragdina
Oecophylla smaragdina casent0070232 profile 1.jpg
Operaia di Oecophylla smaragdina
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Hymenopteroidea
Ordine Hymenoptera
Sottordine Apocrita
Sezione Aculeata
Superfamiglia Vespoidea
Famiglia Formicidae
Sottofamiglia Formicinae
Genere Oecophylla
Specie O. smaragdina
Nomenclatura binomiale
Oecophylla smaragdina
(Fabricius, 1775)

Oecophylla smaragdina (Fabricius, 1775) è una formica della sottofamiglia Formicinae, diffusa nella zona tropicale dell'Australasia.[1]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Areale di O. smaragdina (in rosso)

L'areale di O. smaragdina si estende dall' India meridionale, attraverso il sud-est asiatico, sino all'Australia settentrionale.[1]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Oecophylla.

Sono formiche arboricole che si caratterizzano per una tecnica di costruzione dei nidi molto sofisticata: le operaie formano delle lunghe catene e accostano tra di loro i lembi delle foglie, incollandoli con le secrezioni sericee prodotte dalle larve.[2]

Uso gastronomico[modifica | modifica wikitesto]

In alcuni paesi del sud est asiatico le larve di Oecophylla smaragdina sono considerate un cibo prelibato e sono usate come ingrediente per la preparazione di zuppe, insalate, snack.[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Oecophylla smaragdina, in AntWeb. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  2. ^ Crozier RH, Newey PS, Schlüns SA and Robson SKA, A masterpiece of evolution—Oecophylla weaver ants (Hymenoptera: Formicidae), in Myrmecological News 2010; 13: 57–71.
  3. ^ Sribandit W et al., The importance of weaver ant (Oecophylla smaragdina Fabricius) harvest to a local community in Northeastern Thailand (PDF), in Asian Myrmecology 2008; 2: 129-138.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi