Odile Redon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Odile Redon (18 ottobre 1936Parigi, 26 febbraio 2007) è stata una storica francese studiosa del Medioevo senese e dell'alimentazione medievale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia il suo insegnamento nel 1959 fino al 1966, come docente di storia e geografia al Liceo Balzac a Tours. Passa poi all'Università di Tour nel 1967 prima come assistente, e poi dal 1972, come associata di storia medievele e vi resta fino al 1974, quando passa come ordinaria all'Università di Parigi VIII (allora collocata a Vincenne) ove resta per 25 anni.

Si specializza negli studi sull'Italia medievale e nello specifico sulla storia di Siena.[1]; successivamente segue il filone di ricerca di Jean-Louis Flandrin interessandosi alla storia dell'alimentazione nel medioevo pubblicando un volume e diversi articoli su questo tema. Successivamente allarga le sue ricerche alla storia della santità.

Nella redazione della rivista Médiévales dalla sua fondazione nel 1982, ne diviene poi responsabile e poi direttrice fino al 2000. Andata in pensione nel 1999, lavora al progetto collettivo Les langues d'Italie mèdièvale edito nel 2002, e cura, assieme a François Menant il volume Notaires et crédit dans l'Occident méditerranéen médiéval, edito nel 2004. Cura un volume in onore di Jean-Louis Flandrin sul Desiderio e il gusto, edito nel 2005. Inizia la traduzione delle Cronache di Giovanni Villani, che la morte non le consente di portare a termine.

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Odile Redon, Uomini e comunità del contado senese nel Duecento, Siena, Accademia senese degli intronati, 1982.
  • Odile Redon, Lo spazio di una città. Siena e la Toscana meridionale, Roma, Viella.
  • La Gastronomie médiévale, 1991.
  • (FR) L'espace d'une cité. Sienne et le pays siennois, Roma, École française de Roma, 1994.
  • Odile Redon e Lucia Battaglia Ricci (a cura di), Les langues de l’Italie medievale,textes d’histoire et de littérature, 10.-14. siècle, Turnhout, Brepols, 2001.
  • Odile Redon e François Menant (a cura di), Notaires et crédit dans l'Occident méditerranéen médiéval, Roma, École française de Rome, 2004.
  • Odile Redon, Line Sallmann e Sylvie Steinberg (a cura di), Le désir et le goût; une autre histoire, XIIIe-XVIIIe siècles, actes du colloque international à la mémoire de Jean-Louis Flandrin, Saint-Denis, septembre 2003, Saint-Denis, Presses universitaires de Vincennes, 2005.
  • Odile Redon, Des forêts et des âmes: espaces et société dans la Toscane médiévale, Studi raccolti da Laurence Moulinier-Brogi, Saint-Denis, Presses universitaires de Vincennes, 2008.
  • Odile Redon, Françoise Sabban e Silvano Serventi, A tavola nel medioevo: con 150 ricette dalla Francia e dall'Italia, Prefazione di Georges Duby, Roma, Laterza, 2012.
  • Odile Redon, Una famiglia un santo, una città. Ambrogio Sansedoni e Siena, a cura di Sofia Boesh Gajano, Roma, Viella, 2014, ISBN 978-88-6728-454-2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Universitè Paris 8, 27 febbraio 2007, http://www2.univ-paris8.fr/histoire/?p=163. URL consultato l'8 marzo 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN92879047 · ISNI (EN0000 0001 2143 6936 · LCCN (ENn84057923 · GND (DE123613043 · BNF (FRcb11921355m (data) · BNE (ESXX1222637 (data) · BAV (EN495/146112 · WorldCat Identities (ENlccn-n84057923