Oddone di Borgogna, conte di Nevers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oddone
Eudes de Bourgogne (1230-1269).jpg
Sigillo di Oddone di Borgogna
Conte di Nevers[1]
In carica 1257 –
1266
Predecessore Matilde I
Successore Iolanda II
Signore consorte di Borbone[2]
In carica 1249 –
1262
Predecessore Arcimbaldo IX
Successore Agnese
Nome completo Oddone di Borgogna
Altri titoli conte di Auxerre e Tonnerre
Nascita 1230
Morte San Giovanni d'Acri, 4 agosto 1266
Sepoltura cimitero di San Nicola a San Giovanni d'Acri
Dinastia Capetingi
Padre Ugo IV di Borgogna
Madre Yolanda di Dreux
Consorte Matilde di Borbone-Dampierre
Figli Iolanda
Margherita
Alice e
Giovanna
Religione cattolica

Oddone di Borgogna (1230San Giovanni d'Acri, 4 agosto 1266) Fu Signore consorte di Borbone dal 1249 al 1262, e conte di Nevers, Auxerre e Tonnerre dal 1257, come consorte, e dal 1262, come reggente, sino alla sua morte..

Blasone di Oddone

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Come ci viene confermato nel testamento del padre del 1272, era il figlio primogenito del Duca di Borgogna ed in seguito re titolare di Tessalonica, Ugo IV di Borgogna e della prima moglie, Iolanda di Dreux[3], che, come ci viene confermato dalla Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, era figlia del conte di Dreux e di Braine, Roberto III[4] e della moglie (come ci viene confermato dal documento n° LXXIX del Cartulaire du comté de Ponthieu[5]), Eleonora, signora di Saint-Valéry, come appendiamo dalla Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France[6].
Ugo IV di Borgogna era l'unico figlio maschio del Duca di Borgogna, Oddone III e di Alice di Vergy, come ci confermano gli Annales S. Benigni Divisionensis (Anno ab incarnatione domini 1212. 7. Idus Marcii, 6. feria ante mediam noctem anno bisextili natus est Hugo, filius Oddonis ducis de domina de Vergerie)[7]; Alice, come ci conferma la Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, era figlia di Ugo signore di Vergy, e della moglie (come risulta dal documento n° 4314 del Recueil des chartes de l'abbaye de Cluny. Tome 5 -Hugo dominus Vergiaci........uxor eius domina Gilia-[8]) Gillette di Traînel[9] ( † dopo il 1217) e, secondo il documento n° 64 del Collection des principaux cartulaires du diocèse de Troyes, Volume 1, inerente una donazione fatta dal padre stesso, figlia di Guarniero, signore di Traînel, che cita il marito di Gisla (Hugo de Vergeio gener meus)[10] e della moglie di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Erede del ducato di Borgogna, nel 1237, suo padre, Ugo IV, con l'erede della signoria di Borbone, Arcimbaldo, stipulò un contratto di matrimonio per Oddone e la figlia primogenita di Arcimbaldo, Matilde, entrambi ancora bambini, come apprendiamo dalla Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France[11].

Tra il 1238 ed il 1241, suo padre, Ugo IV di Borgogna fu in Terra Santa[12], a combattere per gli ultimi regni cristiani che ancora resistevano in Palestina; inoltre fu uno dei quattro commissari della Lega nata, col permesso del re di Francia, Luigi IX il Santo, per opporsi all'eccessivo arricchimento dei prelati e che criticò la politica del papa che anziché favorire la crociata, pensava solo a combattere gli Hohenstaufen[12].
Sua madre, Yolanda morì il 30 ottobre 1248 (secondo il necrologio degli Obituaires de Lyon II, Diocèse de Chalon-sur-Saône, Abbaye chef d'ordre de Cîteaux (non consultato), Yolanda mori il III Kal Nov 1248[13]), dopo che il marito, Ugo IV di Borgogna, si era recato in Terra Santa[14], l'anno del matrimonio di Oddone e Matilde.

Nel 1249, alla morte di Arcimbaldo IX, Matilde ereditò la signoria di Borbone e Oddone divenne signore consorte di Borbone[11].
Mentre alla morte della bisnonna, Matilde di Courtenay, nel (1257), sua moglie, Matilde divenne contessa di Nevers, Auxerre e Tonnerre, che governò assieme ad Oddone, che assunse il titolo di conte di Nevers, d'Auxerre e di Tonnerre[15].

Alla morte della moglie, Matilde, nel 1262, a Oddone, rimase la reggenza delle contee di Nevers, Auxerre e Tonnerre mentre il Borbone andò alla cognata Agnese[15].

Qualche anno dopo, nel 1266, Oddone partì per la Terra Santa, lasciando i suoi possedimenti alle figlie[15], sotto la tutela del nonno, Ugo IV di Borgogna.

Mentre si trovava a San Giovanni d'Acri, morì in seguito ad una malattia[15]: secondo il necrologio degli Obituaires de Lyon II, Diocèse de Chalon-sur-Saône, Abbaye chef d'ordre de Cîteaux (non consultato), Ugo mori il 4 agosto 1266 (II Non Aug 1266)[16], mentre secondo la Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, morì nel 1269 e fu sepolto nel cimitero di San Nicola a San Giovanni d'Acri[15].
Essendo morto prima di suo padre, Ugo IV, non fu mai duca di Borgogna.

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1248, Oddone aveva sposato Matilde di Borbone-Dampierre, ereditiera delle contee di Nevers, Auxerre e Tonnerre da parte di madre (Iolanda di Châtillon) e della signoria di Borbone da parte di padre (Arcimbaldo di Borbone-Dampierre).
Oddone da Matilde ebbe quattro figlie[16][17]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ sino al 1262, assieme alla moglie, Matilde di Borbone-Dampierre, poi reggente, per la figlia, Iolanda II
  2. ^ assieme alla moglie, Matilde di Borbone-Dampierre
  3. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 75
  4. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1229, Pag 924, con relativa nota 6
  5. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. LXXIX, pagg 116 -119
  6. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 72
  7. ^ (LA) #ES Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus V, Annales S. Benigni Divisionensis, anno 1212, Pag 48
  8. ^ (LA) #ES Recueil des chartes de l'abbaye de Cluny. Tome 5, doc. 4314, pagg. 673 - 675
  9. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 64
  10. ^ (LA) #ES Collection des principaux cartulaires du diocèse de Troyes, Volume 1, Cartulaire de l'abbaye de Saint-Loup, doc. 64, pagg. 96 e 97
  11. ^ a b (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 86
  12. ^ a b Charles Petit-Dutaillis, "Luigi IX il Santo", cap. XX, vol. V, pag. 852, nota 2
  13. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: Conti di Dreux - YOLANDE de Dreux
  14. ^ (FR) Ernest Petit, Histoire des ducs de Bourgogne de la race capétienne, t. V, Dijon, Darantière, 1894, p. 46-47.
  15. ^ a b c d e (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 87
  16. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: duchi di Borgogna -EUDES de Bourgogne
  17. ^ (EN) #ES Genealogy: Capet 10 - Eudes de Bourgogne
  18. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 88
  19. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Iohannis de Thielrode Genealogia Comitum Flandriæ, Pag 335
  20. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 91
  21. ^ (LA) Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 20, Continuatio Chronici Guillelmi de Nangiaco, Pag 597
  22. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 92
  23. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pagg. 92 e 93
  24. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 93

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Conte di Nevers Successore Armoiries Eudes Bourgogne-Nevers.png
Matilde I 1257–1266
sino al 1262, assieme alla moglie, Matilde di Borbone-Dampierre
poi reggente, per la figlia, Iolanda II
Iolanda II
Predecessore Signore consorte di Borbone Successore Armoiries Bourbon Dampierre.svg
Arcimbaldo IX 1249–1262
assieme alla moglie, Matilde di Borbone-Dampierre
Agnese

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]