Ociroe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ociroe od Ocirroe nella mitologia greca era il nome di diversi personaggi femminili.

Antonio Tempesta, Ociroe trasformata in cavalla

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Sotto tale nome ritroviamo:

  • Ociroe, una ninfa, figlia del titano Oceano e della titanide Teti, una delle Oceanine. Unita al dio Elio gli diede un figlio, chiamato Fasi.
  • Ociroe, una ninfa di Samo, figlia di un'altra ninfa chiamata Chesia e del dio del fiume Imbraso. Apollo si innamorò di lei ma la ninfa chiese l'aiuto di Pompilo, ma fallirono la fuga.
  • Ociroe, figlia di Chirone e della ninfa Cariclo: era nata sulle rive di un ruscello. Ebbe il dono della divinazione, e si lasciò sfuggire la rivelazione delle vicende segrete legate al futuro di Asclepio. Per punizione Ociroe venne trasformata in cavalla.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Moderna[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]