OTB Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Only The Brave
StatoItalia Italia
Forma societariasocietà per azioni
Fondazione2002 a Breganze
Fondata daRenzo Rosso
Sede principaleBreganze (VI)
Persone chiaveRenzo Rosso presidente, Ubaldo Minelli (CEO)
SettoreModa
ProdottiAbbigliamento, calzature, accessori, profumi, occhiali
Dipendentioltre 6500
Sito webwww.otb.net

OTB, acronimo di Only The Brave, è una holding italiana che controlla i marchi di moda Diesel, Maison Margiela, Marni, Viktor & Rolf, Amiri, Jil Sander, Staff International (produttore e distributore di Dsquared², Just Cavalli e Brave Kid). Il gruppo detiene inoltre la maggioranza delle quote del club calcistico L.R. Vicenza.

La holding è stata fondata nel 2002 dall'imprenditore Renzo Rosso, attuale presidente.

Nel 2020 il fatturato netto del gruppo è stato di 1,238 miliardi di euro.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver creato il marchio Diesel nel 1978, Renzo Rosso ha acquisito il controllo completo del brand nel 1985. Il 2000 ha segnato l'acquisizione di Staff International, che sviluppa e produce prêt-à-porter, borse, scarpe e accessori. Nel 2002 Renzo Rosso diventa azionista di maggioranza di Maison Margiela e nel 2008 anche Viktor & Rolf entra a far parte del gruppo. L'anno 2011 ha visto la costituzione di Brave Kid, un'azienda unica nel suo genere, specializzata nello sviluppo di prodotti di abbigliamento e accessori per bambini. Brave Kid ha accordi di licenza con Diesel, John Galliano, Dsquared², Marni, N21 e Trussardi. Nel 2013 è stata acquisita anche Marni, seguita da Amiri nel 2019. Nel 2021 viene acquisita anche l'azienda Jil Sander[2].

La holding detiene dal 2018 le quote di maggioranza del club di calcio LR Vicenza.

OTB Foundation[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 Renzo Rosso ha creato anche OTB Foundation, che ad oggi ha investito in oltre 250 progetti sociali nel mondo toccando la vita di più di 250.000 persone. La fondazione interviene concretamente in Italia con iniziative come il finanziamento dei lavori di restauro del Ponte di Rialto a Venezia e il sostegno delle comunità del centro-Italia colpite dal terremoto. OTB Foundation supporta molti progetti innovativi e sostenibili nel mondo collegati a temi come le donne, i giovani e l'integrazione. Dal primo servizio di trasporto femminile per la città di Kabul, a moderne strutture di accoglienza per rifugiati del continente africano; dalla ristrutturazione di un villaggio protetto per bambini vittime di sfruttamento nel sud dell'India, all'istruzione di ragazze ingiustamente recluse nelle carceri afghane. La fondazione è intervenuta anche a supporto del comune di Asiago a seguito dei disastrosi eventi atmosferici legati alla Tempesta Vaia.[3] Nell'emergenza Covid-19 la fondazione ha donato quasi un milione di unità di DPI e attrezzature specializzate a ospedali, case per anziani e altre strutture dei piccoli centri d'Italia, finanziato lavori di conversione di reparti ospedalieri in aree Covid, e sostenuto le spese di positivi asintomatici durante il periodo di isolamento fiduciario fuori da casa. Ha inoltre fornito beni di prima necessità e prodotti farmaceutici a molte famiglie alle prese con seri problemi economici.

Note[modifica | modifica wikitesto]