Nymphalidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ninfalidi
Heliconius hecale, Jardín Botánico de Múnich, Alemania, 2013-01-27, DD 04.JPG
Heliconius hecale
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Lepidoptera
Sottordine Glossata
Infraordine Heteroneura
Divisione Ditrysia
Superfamiglia Papilionoidea
Famiglia Nymphalidae
Rafinesque, 1815
Sottofamiglie

Le Ninfalidi (Nymphalidae Rafinesque, 1815) sono una famiglia di lepidotteri diurni, appartenente alla superfamiglia Papilionoidea. Le zampe anteriori delle Ninfalidi sono corte e a spazzola e vengono usate a scopo sensoriale. L' apertura alare varia da 3 a 15 cm; la faccia superiore delle ali è dipinta a colori vivaci, invece quella inferiore ha una tinte più spente per mimetizzare la farfalla quando riposa. La colorazione varia a seconda del sesso o della stagione.q Le uova sono tondeggianti e vengono deposte su piante erbacee e sul fogliame di alberi e arbusti. Le pupe hanno vistose protuberanze e un gancio terminale detto "cremastero" con cui la crisalide si appende alla pianta ospite. I bruchi mangiano in gruppo sulle foglie degli alberi, gli esemplari adulti invece hanno un'alimentazione piuttosto varia: oltre che di nettare alcuni sono attratti da frutti, escrementi, carcasse, urina e persino dalla benzina.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende circa 550 generi e 6000 specie raggruppate in 12 sottofamiglie, 8 delle quali sono presenti anche in Europa e in Italia:

Alcune specie[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]