Nyctophilus geoffroyi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nyctophilus geoffroyi
Lesser Long-eared Bat (Nyctophilus geoffroyi) (8656888933).jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Vespertilioninae
Genere Nyctophilus
Specie N.geoffroyi
Nomenclatura binomiale
Nyctophilus geoffroyi
Leach, 1821
Sinonimi

N.australis

Areale

Distribution of Nyctophilus geoffroyi.png

Nyctophilus geoffroyi (Leach, 1821) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi endemico dell'Australia.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 38 e 50 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 31 e 42 mm, la lunghezza della coda tra 31 e 40 mm, la lunghezza delle orecchie tra 18 e 25 mm e un peso fino a 10,2 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è corta, densa e lanuginosa. Le parti dorsali sono bruno-grigiastre con la base dei peli più scura, mentre le parti ventrali sono biancastre. Il muso è tronco, con un disco carnoso all'estremità dove si aprono le narici, con il margine superiore leggermente concavo e dietro al quale è presente un rigonfiamento molto alto, attraversato longitudinalmente da un solco a forma di Y, le cui estremità sono unite da una sottile membrana. Le orecchie sono lunghe, ovali ed unite alla base da una membrana cutanea. Il trago è corto. Le ali sono attaccate posteriormente alla base delle dita dei piedi. L'estremità della lunga coda si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia singolarmente o in colonie fino a 300 individui in qualsiasi anfratto, tra le rocce, in nidi abbandonati di uccelli, edifici e nelle cavità degli alberi. Solitamente i sessi vivono separati. Forma vivai tra 10 e 100 femmine con i loro piccoli in primavera. L'attività predatoria inizia prima del tramonto e termina prima dell'alba nelle giornate più calde, mentre la caccia si limita ad una sola ora durante quelle più fredde. Il volo è lento, fluttuante e manovrato. Entra in uno stato di ibernazione nei mesi più freddi.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insetti catturati vicino al suolo nella boscaglia.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Danno alla luce due piccoli alla volta tra ottobre e novembre, un po' prima nella parte meridionale dell'areale. Diventano indipendenti dopo circa 6 settimane.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa sull'intero continente australiano, eccetto le coste nord-orientali del Queensland.

Vive nelle zone desertiche, foreste ed aree urbane. fino a 1.580 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale, la tolleranza a diversi tipi di habitat e la popolazione numerosa, classifica N.geoffroyi come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Lumsden, L., Hall, L., McKenzie, N. & Parnaby, H. 2008, Nyctophilus geoffroyi, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Nyctophilus geoffroyi, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Menkhorst & Knight, 2001.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peter Menkhorst & Frank Knight, A Field Guide to the Mammals of Australia, Oxford University Press, USA, 2001, ISBN 9780195508703.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi