Nuno Valente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nuno Valente
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 182 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Termine carriera 2009 - giocatore
Carriera
Giovanili
1985-1989Sporting Lisbona
1989-1990Vitória Lisbona
1990-1993Sporting Lisbona
Squadre di club1
1993-1994Portimonense26 (1)
1994-1996Sporting Lisbona18 (0)
1996-1997Marítimo30 (0)
1997-1999Sporting Lisbona18 (1)
1999-2002União Leiria87 (2)
2002-2005Porto56 (0)
2005-2009Everton45 (0)
Nazionale
1993Portogallo Portogallo U-181 (0)
1995Portogallo Portogallo U-211 (0)
2002-2006Portogallo Portogallo33 (1)
Carriera da allenatore
2010-2011Sporting LisbonaVice
2017Trofense
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Portogallo 2004
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Nuno Jorge Pereira Silva Valente OIH (Lisbona, 12 settembre 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore portoghese, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi giovanili e Portimonense[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Lisbona, Nuno Valente cresce calcisticamente nelle giovanili dello Sporting. A 15 anni passa al Vitória Lisbona, prima di tornare allo Sporting nel 1990. Per la stagione 1993-1994 viene prestato al Portimonense, neopromosso in seconda divisione portoghese, dove colleziona 26 presenze e una rete.

Sporting e Marítimo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 torna allo Sporting, con il quale trionfa nella Coppa del Portogallo 1994-1995 e nella Supercoppa portoghese 1995. Rimane nella capitale lusitana anche per la stagione successiva, prima di venire girato nuovamente in prestito nel 1996-1997 al Marítimo. Con la squadra di Madera disputa 30 incontri di Primeira Divisão, finendo la stagione all'ottavo posto.

Tra il 1997 e il 1999 disputa altre due stagioni con lo Sporting, spesso da comprimario, totalizzando 18 presenze e un gol in massima serie.

União Leiria[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 1999 il giovane allenatore dell'União Leiria José Mourinho nota il talento di Valente e lo aggrega alla sua squadra. Il terzino rimarrà a Leiria fino al 2002, totalizzando in tre anni 87 presenze in Primeira Liga, con l'União che raggiunge buoni piazzamenti di classifica (decimo, quinto e settimo posto).

Porto[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 Valente segue Mourinho al Porto, diventando il primo acquisto della sua gestione insieme a Derlei. La prima stagione coi Dragões lo vede subito determinante nella vittoria di titoli nazionali (campionato e coppa di Portogallo 2002-2003) e della Coppa UEFA 2003, aggiudicata grazie al successo per 3-2 in finale contro il Celtic[1][2].

Dopo il successo nella Supercoppa portoghese 2003, con il Porto vince anche la Primeira Liga 2003-2004 e, con undici presenze, è uno dei grandi protagonisti allo storico trionfo nella Champions League 2003-2004. Al termine della stagione rinnova il suo contratto coi bianco-blu fino al 2007[3]. Il 5 luglio 2004 viene nominato Ufficiale dell'Ordine dell'infante Dom Henrique[4].

In seguito al trasferimento di Mourinho al Chelsea nell'estate 2004, l'ultima stagione di Valente ad Oporto è minata da parecchi infortuni che ne compromettono il suo rendimento[5][6]. In totale gioca solamente otto partite di campionato ma ritorna in tempo per disputare gli ottavi di finale della Champions League 2004-2005, nei quali i portoghesi campioni d'Europa in carica sono sconfitti dall'Inter con un punteggio cumulativo di 2-4.

Everton[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un braccio di ferro con la società portoghese, durante il quale il presidente del Porto Pinto da Costa sancisce al giocatore un ultimatum, minacciando una sospensione[7], il 28 agosto 2005 il terzino lusitano, su consiglio del mentore Mourinho[8], si trasferisce all'Everton per €2,2 milioni, andando a rimpiazzare l'infortunato Alessandro Pistone[9]. Dopo un primo periodo di ambientamento, diventa presto un titolare fisso dei Toffees, giocandosi la concorrenza sulla fascia sinistra con Gary Naysmith. La squadra termina la Premier League 2005-2006 in undicesima posizione e Valente, alla sua prima stagione nel campionato inglese, colleziona 20 presenze. Nel febbraio 2007 estende di un altro anno il proprio contratto col club di Liverpool.

A maggio 2008 rinnova fino al 2009, ma il portoghese inizia a scalare nelle gerarchie in favore del giovane Leighton Baines[10]. Il giocatore perde progressivamente il posto anche a causa del riadattamento a terzino sinistro del centrale di difesa Joleon Lescott[11]. Per tutta la stagione 2008-2009 viene fermato dagli infortuni e racimola soltanto due presenze complessive. Il 12 giugno 2009, dopo 60 apparizioni totali in tutte le competizioni in quattro anni all'Everton, viene svincolato e si ritira dal calcio giocato[12][13].

Subito dopo il suo ritiro da calciatore professionista, Valente rimane nella società dell'Everton come scout ufficiale del club inglese in Portogallo per tutto il 2009-2010[14].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato con la Nazionale del Portogallo il 7 settembre 2002 nella partita pareggiata 1-1 a Birmingham contro l'Inghilterra. Il 31 marzo 2004 segna la sua prima rete in nazionale, nel corso dell'amichevole persa 1-2 con l'Italia a Braga[15]. Il gol agli Azzurri risulterà anche l'unica rete di Valente con la maglia del Portogallo.

Partecipa agli Europei in casa del 2004, terminati con la sconfitta in finale contro la Grecia. Infortunatosi alla coscia nel 2005, recupera in tempo per partecipare ai Mondiali 2006[16]. In tale manifestazione è uno dei sedici ammoniti del combattuto ottavo di finale contro l'Olanda (la battaglia di Norimberga) e nel corso del turno successivo contro l'Inghilterra un suo tocco di mano in area su un cross di Beckham non viene sanzionato dall'arbitro Horacio Elizondo[17]. Sconfitto dalla Francia in semifinale, il Portogallo perde anche la finalina contro la Germania e termina il campionato del mondo al quarto posto.

L'11 ottobre 2006 gioca la sua ultima partita in nazionale contro la Polonia, in un incontro valido per le qualificazioni ad Euro 2008.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Sporting[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2010-2011 torna allo Sporting, entrando come assistente nello staff tecnico dell'allenatore Paulo Sérgio[18].

Trofense[modifica | modifica wikitesto]

L'11 ottobre 2017 viene ingaggiato dal Trofense, club di terza serie portoghese, per sostituire il tecnico Fernando Mira[19]. Dopo cinque sconfitte in sei gare, Valente viene sollevato dall'incarico in meno di due mesi.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1993-1994 Portogallo Portimonense SL 26 1 CP ? ? - - - - - - 26+ 1+
1994-1995 Portogallo Sporting Lisbona PD 9 0 CP ? ? CU ? ? - - - 9+ 0+
1995-1996 PD 9 0 CP ? ? CC ? ? SP ? ? 9+ 0+
1996-1997 Portogallo Marítimo PD 30 0 CP ? ? - - - - - - 30+ 0+
1997-1998 Portogallo Sporting Lisbona PD 6 0 CP ? ? CL ? ? - - - 6+ 0+
1998-1999 PD 9 0 CP ? ? CU ? ? - - - 12+ 1+
Totale Sporting Lisbona 36 1 ? ? ? ? ? ? 36+ 1+
1999-2000 Portogallo União Leiria PL 28 0 CP ? ? - - - - - - 28+ 0+
2000-2001 PL 31 2 CP ? ? - - - - - - 31+ 2+
2001-2002 PL 28 0 CP ? ? - - - - - - 28+ 0+
Totale União Leiria 87 2 ? ? ? ? ? ? 87+ 2+
2002-2003 Portogallo Porto PL 21 0 CP ? ? CU 8 0 - - - 21+ 0+
2003-2004 PL 27 0 CP ? ? CL 11 0 SP 1 0 27+ 0+
2004-2005 PL 8 0 CP ? ? CL 2 0 SP+CI+SU 1+0+1 0+0+0 8+ 0+
Totale Porto 56 0 ? ? 21 0 3 0 80+ 0+
2005-2006 Inghilterra Everton PL 20 0 CI+FLC 2+? 0+? CU 2 0 - - - 22+ 0+
2006-2007 PL 14 0 CI+FLC 1+1 0+0 - - - - - - 16+ 0+
2007-2008 PL 9 0 CI+FLC ?+3 ?+0 CU 3 0 - - - 12+ 0+
2008-2009 PL 2 0 CI+FLC ?+? ?+? CU ? ? 2+ 0
Totale Everton 45 0 7+ 0+ 5+ ? ? ? 52+ 0+
Totale carriera 278 4 7+ 0+ 26+ 0+ 3+ 0+ 334+ 4+

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-9-2002 Birmingham Inghilterra Inghilterra 1 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
12-10-2002 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 1 Tunisia Tunisia Amichevole -
16-10-2002 Göteborg Svezia Svezia 2 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
12-2-2003 Genova Italia Italia 1 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 78’ 78’
20-8-2003 Chaves Portogallo Portogallo 1 – 0 Kazakistan Kazakistan Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
6-9-2003 Guimarães Portogallo Portogallo 0 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 46’ 46’
11-10-2003 Lisbona Portogallo Portogallo 5 – 3 Albania Albania Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
18-2-2004 Faro Portogallo Portogallo 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
31-3-2004 Braga Portogallo Portogallo 1 – 2 Italia Italia Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
5-6-2004 Setúbal Portogallo Portogallo 4 – 1 Lituania Lituania Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
16-6-2004 Lisbona Russia Russia 0 – 2 Portogallo Portogallo Euro 2004 - 1º Turno -
20-6-2004 Lisbona Spagna Spagna 0 – 1 Portogallo Portogallo Euro 2004 - 1º Turno -
24-6-2004 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 2 dts
(6 - 5 dtr)
Inghilterra Inghilterra Euro 2004 - Quarti di finale -
30-6-2004 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2004 - Semifinale - Ammonizione al 44’ 44’
4-7-2004 Lisbona Portogallo Portogallo 0 – 1 Grecia Grecia Euro 2004 - Finale - Ammonizione al 90+3’ 90+3’
4-9-2004 Riga Lettonia Lettonia 0 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 74’ 74’
26-3-2005 Barcelos Portogallo Portogallo 4 – 1 Canada Canada Amichevole - Uscita al 46’ 46’
30-3-2005 Bratislava Slovacchia Slovacchia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
3-9-2005 Faro Portogallo Portogallo 6 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Qual. Mondiali 2006 -
7-9-2005 Mosca Russia Russia 0 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2006 -
8-10-2005 Aveiro Portogallo Portogallo 2 – 1 Liechtenstein Liechtenstein Qual. Mondiali 2006 - Ammonizione al 20’ 20’
1-3-2006 Düsseldorf Arabia Saudita Arabia Saudita 0 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 63’ 63’
3-6-2006 Metz Lussemburgo Lussemburgo 0 – 3 Portogallo Portogallo Amichevole -
11-6-2006 Colonia Angola Angola 0 – 1 Portogallo Portogallo Mondiali 2006 - 1º Turno - Ammonizione al 80’ 80’
17-6-2006 Francoforte Portogallo Portogallo 2 – 0 Iran Iran Mondiali 2006 - 1º Turno -
25-6-2006 Norimberga Portogallo Portogallo 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 2006 - Ottavi di finale - Ammonizione al 76’ 76’
1-7-2006 Gelsenkirchen Inghilterra Inghilterra 0 – 0 dts
(1 - 3 dtr)
Portogallo Portogallo Mondiali 2006 - Quarti di finale -
5-7-2006 Monaco di Baviera Portogallo Portogallo 0 – 1 Francia Francia Mondiali 2006 - Semifinale -
8-7-2006 Stoccarda Germania Germania 3 – 1 Portogallo Portogallo Mondiali 2006 - Finale 3º posto - Uscita al 69’ 69’
1-9-2006 Copenaghen Danimarca Danimarca 4 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 77’ 77’
6-9-2006 Helsinki Finlandia Finlandia 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
7-10-2006 Porto Portogallo Portogallo 3 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2008 - Ammonizione al 22’ 22’ Uscita al 46’ 46’
11-10-2006 Cracovia Polonia Polonia 2 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 -
Totale Presenze 33 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sporting Lisbona: 1994-1995
Porto: 2002-2003
Sporting Lisbona: 1995
Porto: 2003, 2004
Porto: 2002-2003, 2003-2004

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Porto: 2002-2003
Porto: 2003-2004
Porto: 2004

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique
— 5 luglio 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Porto end Celtic's Uefa dream, 21 maggio 2003. URL consultato il 29 dicembre 2021.
  2. ^ (EN) Uefa Cup final player ratings, 21 maggio 2003. URL consultato il 29 dicembre 2021.
  3. ^ (EN) UEFA.com, Nuno Valente stays on, su UEFA.com, 31 agosto 2004. URL consultato il 29 dicembre 2021.
  4. ^ ENTIDADES NACIONAIS AGRACIADAS COM ORDENS PORTUGUESAS - Página Oficial das Ordens Honoríficas Portuguesas, su www.ordens.presidencia.pt. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  5. ^ (EN) UEFA.com, Porto lose Nuno Valente, su UEFA.com, 8 settembre 2004. URL consultato il 29 dicembre 2021.
  6. ^ (EN) UEFA.com, No easy fix for Nuno Valente, su UEFA.com, 19 novembre 2004. URL consultato il 29 dicembre 2021.
  7. ^ (PT) Todas as notícias de FC Porto na Liga NOS, su www.record.pt. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  8. ^ (EN) Mourinho urged Valente to Everton, 29 agosto 2005. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  9. ^ (EN) UEFA.com, Nuno Valente opts for Everton, su UEFA.com, 28 agosto 2005. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  10. ^ Liverpool Echo: Latest Liverpool and Merseyside news, sports and what's on, su www.liverpoolecho.co.uk. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  11. ^ (EN) North Wales Live, Lescott happy to come to rescue as Blues injury crisis deepens, su North Wales Live, 2 novembre 2006. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  12. ^ (EN) Everton trio end Goodison spells, 12 giugno 2009. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  13. ^ (PT) Inglaterra: Everton dispensa português Nuno Valente, su Maisfutebol. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  14. ^ portugoal.net, https://portugoal.net/index.php/more-europa-league-news/5156-valente-sends-out-warning-to-benfica. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  15. ^ (PT) Luís Octávio Costa, Portugal com os mesmos ais, su PÚBLICO. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  16. ^ (EN) No surprises in Portuguese squad, 15 maggio 2006. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  17. ^ (EN) England beaten on penalties again, 1º luglio 2006. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  18. ^ (PT) Nuno Valente adjunto de Paulo Sérgio, su www.dn.pt. URL consultato il 30 dicembre 2021.
  19. ^ (PT) Campeonato de Portugal: Nuno Valente é o novo treinador do Trofense, su Maisfutebol. URL consultato il 30 dicembre 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]