Nuno Morais

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nuno Morais
Nuno Morais with APOEL fan.jpg
Nome Nuno Miguel Barbosa Morais
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 185 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra APOEL
Carriera
Giovanili
1994-2002 Penafiel
Squadre di club1
2002-2004 Penafiel 49 (2)
2004-2005 Chelsea 2 (0)
2005-2006 Marítimo 17 (0)
2006-2007 Chelsea 2 (0)
2007- APOEL 222 (18)[1]
Nazionale
2004 Portogallo Portogallo U-20 3 (0)
2004-2006 Portogallo Portogallo U-21 14 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 aprile 2017

Nuno Miguel Barbosa Morais, meglio conosciuto come Nuno Morais (Penafiel, 29 gennaio 1984), è un calciatore portoghese, centrocampista dell'APOEL.

È con 286 partite disputate, lo straniero con più presenze nel campionato cipriota[2], oltre ad essere primatista di presenze (91) con l'APOEL nelle competizioni calcistiche europee.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera da terzino[4] - in grado di agire in caso di necessità da difensore centrale[5][6] - salvo poi adattarsi a vertice basso di centrocampo[6][4][5] sotto la guida di José Mourinho al Chelsea.[5][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Voluto da José Mourinho che ne aveva apprezzato la versatilità[7], il 29 agosto 2004 lascia il Portogallo accordandosi con il Chelsea per tre stagioni.[7] Esordisce con i Blues l'8 gennaio 2005 contro lo Scunthorpe United in FA Cup, venendo schierato nella posizione di terzino sinistro per sopperire all'assenza di Wayne Bridge.[8]

Il 12 aprile esordisce in Champions League contro il Bayern Monaco, subentrando a Joe Cole nei minuti finali.[9] Il 10 maggio fa il suo esordio in Premier League nella trasferta vinta 3-1 contro il Manchester United all'Old Trafford, sostituendo Eiður Guðjohnsen a 5' dal termine.[10]

Complice la presenza in rosa di Makélélé, Essien e Lampard[5], non riesce a ritagliarsi uno spazio da titolare.[5] Il 12 maggio 2007 si accorda per due stagioni con l'APOEL.[11]

Il 7 marzo 2012 segna uno dei quattro rigori che consentono alla squadra di imporsi sul Lione, permettendo così ai ciprioti di accedere per la prima volta nella storia ai quarti di finale di Champions League.[12]

Il 7 maggio 2016 raggiunge quota 251 presenze in campionato, diventando il calciatore straniero con più presenze nella storia della massima serie cipriota, superando il precedente primato appartenuto a Milenko Špoljarić, fermatosi a quota 250.[2]

Il 16 agosto 2016 diventa - giocando la sua 81ª gara contro il Copenaghen - primatista di presenze con l'APOEL nelle competizioni calcistiche europee, scavalcando Kōnstantinos Charalampidīs.[3]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 9 aprile 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Portogallo Penafiel SL 17 0 CP 2 1 - - - - - - 19 1
2003-2004 SL 32 2 CP 3 0 - - - - - - 35 2
Totale Penafiel 49 2 5 1 - - - - 54 3
2004-2005 Inghilterra Chelsea PL 2 0 FACup+CdL 1+0 0 UCL 1 0 - - - 4 0
2005-2006 Portogallo Marítimo PL 17 0 CP 3 0 - - - - - - 20 0
2006-2007 Inghilterra Chelsea PL 2 0 FACup+CdL 2+1 0 UCL 0 0 CS 0 0 5 0
Totale Chelsea 4 0 4 0 1 0 0 0 9 0
2007-2008 Cipro APOEL AK 10+5[13] 0 CC 8 1 UCL 2[14] 0 SC 1 0 26 1
2008-2009 AK 25+5[13] 3 CC 5 0 CU 6[15] 0 SC 1 0 42 3
2009-2010 AK 24+5[13] 1 CC 5 0 UCL 11[16] 0 SC 1 0 46 1
2010-2011 AK 25+5[13] 0 CC 2 0 UEL 3[14] 0 - - - 35 0
2011-2012 AK 24+4[13] 1 CC 3 2 UCL 16[17] 1[14] SC 1 0 48 4
2012-2013 AK 22+5[13] 3+1[13] CC 2 0 UEL 6[14] 0 - - - 35 4
2013-2014 AK 25+9[13] 3+2[13] CC 7 0 UCL+UEL 2[14]+8[18] 0+1 SC 1 0 52 6
2014-2015 AK 18+9[13] 2 CC 6 0 UCL 10[19] 0 SC 1 0 44 2
2015-2016 AK 24+9[13] 3+1[13] CC 6 1 UCL+UEL 6[14]+6 0 SC 1 0 52 5
2016-2017 AK 25+8[13] 2+1[13] CC 6 0 UCL+UEL 6[14]+9 0 SC 1 0 55 3
Totale APOEL 222+64 18+5 50 4 91 2 8 0 435 29
Totale carriera 356 25 62 5 92 2 8 0 518 32

Record[modifica | modifica wikitesto]

Con l'APOEL[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatore straniero con più presenze (286) in A' Katīgoria.
  • Calciatore con più presenze (91) nelle competizioni UEFA.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2004-2005
Chelsea: 2004-2005, 2006-2007
Chelsea: 2006-2007
APOEL: 2008-2009, 2010-2011, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017
APOEL: 2007-2008, 2013-2014, 2014-2015
APOEL: 2008, 2009, 2011, 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 282 (22) se si comprendono i play-off.
  2. ^ a b (EN) APOEL star Nuno Morais breaks league appearances record, sigmalive.com.
  3. ^ a b (CY) Ο «άθλος» του Νούνο Μοράις, goal.com.cy.
  4. ^ a b c (EN) Chelsea seek to avoid last season's pitfalls by bouncing back in Cyprus, theguardian.com.
  5. ^ a b c d e (EN) Ex-Chelsea player Nuno Morais set for Mourinho reunion, sport360.com.
  6. ^ a b (EN) NUNO MORAIS, footyswag.com.
  7. ^ a b (EN) Chelsea snap up Morais, news.bbc.co.uk.
  8. ^ (EN) CHELSEA 3-1 SCUNTHORPE UNITED, cfcnet.co.uk.
  9. ^ Bayern Monaco - Chelsea 3-2, transfermarkt.it.
  10. ^ Manchester United - Chelsea 1-3, transfermarkt.it.
  11. ^ (EN) Chelsea's Morais moves to Cyprus, news.bbc.co.uk, 12 maggio 2007.
  12. ^ (EN) Lyon stunned as APOEL fairy tale continues, uefa.com.
  13. ^ a b c d e f g h i j k l m n Play-off.
  14. ^ a b c d e f g Nei turni preliminari.
  15. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  16. ^ 5 presenze nei turni preliminari.
  17. ^ 6 presenze nei turni preliminari.
  18. ^ 2 presenze nei play-off.
  19. ^ 4 presenze nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Nuno Morais, su Soccerway.com, Perform Group.
  • (DEENIT) Nuno Morais, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • (EN) Nuno Morais, su Soccerbase.com, Racing Post. Modifica su Wikidata