Novichok

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Novichok (in russo новичок: "nuovo venuto") è una serie di gas nervini prodotti in Unione Sovietica tra il 1970 e il 1980, ritenuti i più letali gas nervini mai realizzati, con alcune varianti che sono da 3 a 10 volte più potenti del VX, anche se non è mai stato provato scientificamente. Sono "agenti nervini di quarta generazione" e fanno parte del programma sovietico, "Foliant" riguardante la creazione di nuovi insetticidi e agenti nervini nell'impianto chimico di Pavlodarsk, nell'attuale Kazakhistan (all'epoca RSS Kazaka).

Il progetto inizialmente definito con il codice K-84, venne successivamente ricodificato con la sigla A-230.La famiglia dei Novichok e analoghi, comprende oltre un centinaio di varianti strutturali (formula di struttura).

Obiettivi designati[modifica | modifica wikitesto]

Questi agenti sono stati realizzati per essere:

  • non tracciabili con i metodi chimici standard di rilevamento (delle armi chimiche) NATO;
  • permeabili rispetto agli abiti di protezione chimica della NATO;
  • sicuri da maneggiare e da stoccare.

Alcuni di questi agenti sono agenti binari, in cui l'agente tossico si forma dopo aver miscelato i suoi precursori contenuti in compartimenti separati. Poiché i precursori sono generalmente molto meno pericolosi rispetto agli agenti stessi, questa tecnica rende tali munizioni più maneggiabili e trasportabili in grandi quantità.

Inoltre, dato che i precursori separati sono generalmente molto più facili da stabilizzare rispetto agli agenti tossici che si formano in seguito alla loro miscelazione, questa tecnica consente anche di aumentare il tempo di conservazione e la loro emivita.

Scoperta e rivelazione[modifica | modifica wikitesto]

Parte degli agenti nervini di terza generazione, già estremamente potenti, venne sintetizzata in Unione Sovietica / Russia tra il 1970 fino al 1990, secondo una pubblicazione, resa nota solo del 1992, da due chimici, Lev Fedorov e Vil Mirzayanov sul settimanale Moskovskiye Novosti.

La pubblicazione apparve alla vigilia della firma russa della Convenzione delle armi chimiche. Secondo Mirzayanov, il complesso chimico militare russo MCC, invece di utilizzare i fondi ricevuti dalla NATO per ridurre gli armamenti chimici, gli utilizzava per il fine opposto, ossia per lo sviluppo di un impianto di armi chimiche e gas nervini. Mirzoyanov fece la sua divulgazione temendo che la produzione di tali agenti potesse compromettere anche l'ambiente.

Mirzoyanov era responsabile di un dipartimento di contro-spionaggio. Effettuando delle misurazioni al di fuori degli impianti di armi chimiche per assicurarsi che spie straniere non fossero in grado di rilevare eventuali tracce della produzione, si rese conto con orrore, che i livelli di sostanze mortali erano 80 volte superiori alla concentrazione di massima di sicurezza.

A causa delle rivelazioni di Mirzayanov, l'esistenza di agenti Novichok venne così apertamente ammessa dalle autorità che accusarono Mirzayanov di alto tradimento.

Mirzayanov venne arrestato il 22 ottobre 1992 e rinchiuso nel carcere di Lefortovo per divulgazione di segreti di Stato. Venne in seguito liberato, in quanto : "nessuna formula chimica, né i nomi di tali sostanze, né luoghi sono stati citati sono stati rivelati nell'articolo apparso sul Moscow News".

Descrizione degli agenti Novichok[modifica | modifica wikitesto]

La prima descrizione di questi agenti venne fornita dallo stesso Mirzayanov. Invece di essere in dispersione in un gas o nel vapore, sono associati a una polvere ultra-fine, e sono dotati di qualità uniche. I composti più potenti di questa famiglia, Novichok-5 e Novichok-7, sono presumibilmente circa 5-8 volte più potente del VX. Tuttavia le strutture chimiche esatte di questi composti non sono state ancora verificate in modo attendibile. File:Novichok general.png Uno dei siti principali di produzione era un istituto di ricerca chimica in Uzbekistan, e piccoli esperimenti delle armi potrebbero essere stati provati nei pressi del plateau Ustyurt. Impianti chimici : Novocheboksary Chimico Plant , Pavlodar , Volgograd , depot a Maradykovsky.

Formula generale dei novichok

È stato rivelato che i Novichok fanno parte di due grandi famiglie di agenti organofosforici. I primi sono un gruppo di composti organofosforici con un gruppo collegato alla dialoformaldossima. Questi composti sono ampiamente documentate nella letteratura sovietica del tempo, ma non è chiaro se essi sono in realtà i potenti composti "Novichok".

Alcuni esempi del primo gruppo di composti riportati in letteratura sono riportati in figura. Nella terza fila vi sono, da sinistra a destra : A-230 A-232 e A-234 , A-232 ed A-234 sono la forma fosfato dei Novichok-5 e Novichok-7. Altri probabili appartenenti alla classe, o possibilmente precursori o solo pesticidi del programma Foliant, agenti A-240
A-242 A-262 (RO/R)PO(F)N=C(NR2)2
(RO/R)PO(F)N=C(R)NR2 , (RO/R)PO(F)O-N=C(R/NR2)NR2 , altre molecole con diversi gruppi/frammenti molecolari .

Dispersi in una polvere ultra-fine invece di un gas o un vapore, loro hanno qualità uniche. Un agente binario è stato creato che può imitare le stesse proprietà ma dovrebbe essere o prodotto usando materiali legali sotto il CWT o essere non rilevabile dal regime di ispezioni del trattato.[1] I più potenti composti da questa famiglia, novichok-5 e novichok-7, sono presumibilmente intorno cinque a otto volte più potenti del VX. Anche Novichok-8 e Novichok-9 sono stati studiati e la ricerca ma non c'è molte informazioni al riguardo, la loro potenza supererebbe gli altri e sarebbe più o meno al pari del EA-5774 (Sarin + IPAF IPAFHF , 10 mg x m3 (36 VX e 108 Sarin).

Uno dei siti chiave di manifattura era un istituto di ricerca chimica attualmente in Uzbekistan,[1] e piccole, esperimentali quantità delle armi potrebbero essere state testate nel vicino Ustyurt plateau (Nukus).[1]

Due famiglie generali di agenti organofosforici sono affermati di essere agenti Novichok. I primi sono gruppo di organophosphorus composti con legato un gruppo dialoformaldossima con la formula generale mostrata sotto, dove R = alchile, alcossi, alchilammino, o fluoro e X = alogeno (F, Cl, Br) o pseudoalogeno come C≡N. Questi composti sono estensivamente documentati nella letteratura Sovietica del tempo, ma non è chiaro se loro sono tutti membri dei potenti "Novichok" composti.[2][3][4][5][6][7][8][9]

Novichok general.png

Alcuni esempi del primo gruppo di composti riportati nella letteratura sono mostrati sotto; Novichok 5 e Novichok 7 sono mostrati, e le loro strutture sono conosciute (Novichok 5 è 3-cloro-2-metilpropil ((clorofluorometilene)amino)ossifosfonofluoridato) (CAS 16415-09-1), e Novichok 7 è 3-cloro-2-metilbutil((clorofluorometilene)amino)ossifosfonofluoridato (CAS 19952-57-9)).[10] They are binary agents in which the appropriately substituted 2-methyl-1,3,2-dioxaphospholane[11] is reacted with dichlorofluoro(nitroso)methane (CAS 1495-28-9).[12] Se gli agenti binari sono reagiti inizialmente, sono conosciuti come A-232 e A-234 rispettivamente. Siccome nessuno dei due composti chimici che producono l'agente binario sono controllati sotto la moratoria sui agenti nervini, significa che l'Unione Sovietica non ha violato questa moratoria. Allo stesso tempo nessuno dei precursori sono comuni, trovano legittimato uso in industria chimica e sono commercialmente aviabili.

Novichok examples.svg

Mirzayanov fornisce strutture leggermente diverse per gli agenti di Novichok nella sua autobiografia, come mostrato di seguito. Egli rende chiaro che sono stati fatti molti composti e molti dei derivati meno potenti riportati nella letteratura aperta come nuovi insetticidi organofosfati, in modo che il programma segreto delle armi chimiche possa essere travestito come legittima ricerca sui pesticidi.[13]

Novichok Mirzayanov.png

Mirzayanov nella sua autobiografia ha rivelato strutture un po' diverse. Lo scienziato chiarisce che vennero sintetizzati un gran numero di composti, in modo che il programma segreto di produzione di armi chimiche potesse essere mascherato da un'innocua ricerca sugli antiparassitari.

Effetti[modifica | modifica wikitesto]

Come altri agenti nervini, il Novichok appartiene agli organofosfati inibitori dell'acetilcolinesterasi. Questi composti chimici inibiscono l'enzima dell'acetilcolinesterasi, impedendo la normale ripartizione del neurotrasmettitore acetilcolina. Pertanto aumenta la concentrazione di acetilcolina nei recettori neuromuscolari, e di conseguenza la contrazione involontaria di tutti i muscoli, conducendo all'arresto sia respiratorio che cardiaco, ed infine alla morte. L'uso di un anticolinergico[14] come l'Atropina potrebbe bloccare i recettori dell'acetilcolina per prevenire l'avvelenamento, ma è un'azione molto pericolosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Louise Hidalgo, US dismantles chemical weapons, BBC News Online, 9 agosto 1999. URL consultato il 20 luglio 2007.
  2. ^ Kruglyak Yu L, Malekin SI, Martynov IV. Phosphorylated oximes. XII. Reactions of 2-halophospholanes with dichlorofluoronitrosomethane. Zhurnal Obshchei Khimii. 1972; 42(4):811-14.
  3. ^ Raevskii OA, Chapysheva NV, Ivanov AN, Sokolov VB, Martynov IV. Effect of Alkyl Substituents in Phosphorylated Oximes. Zhurnal Obshchei Khimii. 1987; 57(12):2720-2723
  4. ^ Raevskii OA, Grigor'ev V Yu, Solov'ev VP, Ivanov AN, Sokolov VB, Martynov IV. Electron-Donor Functions of Ethyl Methylchloroformimino Methylphosphonate. Zhurnal Obshchei Khimii. 1987; 57(9):2073-2078
  5. ^ Makhaeva GF, Filonenko IV, Yankovskaya VL, Fomicheva SB, Malygin VV. Comparative studies of O,O-dialkyl-O-chloromethylchloroformimino phosphates: interaction with neuropathy target esterase and acetylcholinesterase. Neurotoxicology. 1998 Aug-Oct;19(4-5):623-8. PMID 9745921
  6. ^ Raevskiĭ OA, Chistiakov VV, Agabekian RS, Sapegin AM, Zefirov NS. Formation of models of the interaction between organophosphate compound structure and their ability to inhibit cholinesterase. Bioorganicheskaia Khimiia. 1990 Nov;16(11):1509-22. PMID 2096825
  7. ^ Ivanov IuIa, Sokolov VB, Epishina TA, Martynov IV. O-substituted alkylchloroformoximes as substrates and inhibitors of cholinesterases. Doklady Akademii Nauk SSSR. 1990;310(5):1253-5. PMID 2354654
  8. ^ Malygin VV, Sokolov VB, Richardson RJ, Makhaeva GF. Quantitative structure-activity relationships predict the delayed neurotoxicity potential of a series of O-alkyl-O-methylchloroformimino phenylphosphonates. Journal of Toxicology and Environmental Health Part A. 2003 Apr 11;66(7):611-25. PMID 12746136
  9. ^ Steven L. Hoenig. Compendium of Chemical Warfare Agents. Springer New York, 2007. ISBN 978-0-387-34626-7
  10. ^ 'Compendium of Chemical Warfare Agents' by Steven L. Hoenig pages 79-80 ISBN 0-387-34626-0, ISBN 978-0-387-34626-7
  11. ^ http://www.jnhaohua.com/cgi/search-en.cgi?f=product_en+company_en_1_&t=product_en&w=product_en&n=3&terms=+2-methyl-1%2C3%2C2-dioxaphosphola&imageField.x=-1269&imageField.y=-433
  12. ^ http://www.chemicalbook.com/ChemicalProductProperty_EN_CB02155296.htm
  13. ^ Vil S Mirzayanov. State Secrets. An Insider's Chronicle of the Russian Chemical Weapons Program. (2009) pp142-145, 179-180. ISBN 978-1-4327-2566-2
  14. ^ AChE periferico fast-acting ad azione veloce.