Notturno indiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Notturno indiano
Autore Antonio Tabucchi
1ª ed. originale 1984
Genere romanzo
Sottogenere romanzo di viaggio
Lingua originale italiano
Ambientazione India

Notturno indiano è un romanzo di Antonio Tabucchi pubblicato nel 1984 presso Sellerio Editore.

Nel 1987 ha vinto il prix Médicis étranger.

Nel 1989 ne è stato tratto l'omonimo film diretto da Alain Corneau.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un resoconto di viaggio narrato in prima persona. Il narratore percorre l'India alla ricerca del suo amico Xavier. Attraverso varie tappe, si sviluppano gli incontri più disparati: a Bombay, con la prostituta Vimala Sar, con il medico dell'ospedale e con un devoto jainista in attesa del treno; a Madras, con una certa Margareth e con il direttore della Theosophical Society; sulla strada per Mangalore, con un mostruoso Arhant e suo fratello; a Goa, con il fantasma del viceré delle Indie, con Padre Pimentel, con il postino Tommy, con degli impiegati d'albergo ed infine con la fotografa Christine.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura