Notte prima degli esami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Notte prima degli esami (disambigua).
Notte prima degli esami
Notte prima degli esami.png
Una scena del film
Paese di produzioneItalia
Anno2006
Durata95 min
Generecommedia
RegiaFausto Brizzi
SceneggiaturaFausto Brizzi, Massimiliano Bruno, Marco Martani
ProduttoreFulvio Lucisano, Federica Lucisano, Giannandrea Pecorelli
Casa di produzioneItalian International Film, Rai Cinema, Aurora Film & TV
Distribuzione (Italia)01 Distribution
MusicheBruno Zambrini, Antonello Venditti
Interpreti e personaggi

Notte prima degli esami è un film commedia italiano, diretto da Fausto Brizzi, uscito nelle sale cinematografiche il 17 febbraio 2006.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Roma, giugno 1989. Luca Molinari, ragazzo spensierato e non molto brillante a scuola, l'ultimo giorno dell'ultimo anno di liceo scientifico riesce a sfogare la rabbia che prova nei confronti del professore di lettere Antonio Martinelli, soprannominato "La carogna", ricoprendolo di insulti, convinto di non doverlo incontrare mai più. Il professore però gli comunica di aver sostituito un altro docente alla maturità: Luca si troverà Martinelli anche agli esami. Luca è circondato dagli amici: il rozzo Massimiliano detto "Massi", fidanzato con Simona; Alice, eterna consigliera; e Riccardo, affascinante e spensierato. Quella sera Luca, certo di non essere ammesso alla maturità, va a una festa di compleanno e conosce la bella Claudia, anche lei nell'anno della maturità, frequentante il liceo classico. Luca si innamora della ragazza, non avendo tuttavia alcun modo di rintracciarla nei giorni successivi.

Claudia è una ragazza con la testa sulle spalle, fidanzata col coatto Cesare e ha un rapporto di amicizia con la nonna Adele, sua consigliera. Le due amiche di Claudia sono Valentina e Chicca. Le due amiche spingono affinché Claudia lasci Cesare, considerandolo stupido e infantile.

Luca incontra casualmente Martinelli, a cui hanno rubato l'auto, e lo accompagna a fare la denuncia, e qui scopre che è divorziato da anni. Riaccompagnato a casa, Martinelli gli offre ripetizioni di lettere: Luca accetta, anche se è convinto che l'insegnante stia fingendo di volerlo aiutare per poi umiliarlo agli esami. Si scopre che Martinelli, duro e severo a scuola quanto a casa, è proprio il padre di Claudia. Escono i quadri: tutti vengono ammessi all'esame, tranne Chicca, che scappa a Berlino. Claudia si ritrova sola con il fidanzato Cesare, la superficiale Valentina e la nonna Adele, unica vera amica rimastale. Luca inizia a frequentare casa Martinelli, non incontrando mai Claudia, e qui si instaura un legame più profondo del semplice rapporto professore-studente: Martinelli confida al ragazzo che quest'ultimo ha detto a lui quel che lui, a suo tempo, avrebbe voluto dire ai suoi professori, sfogando la propria rabbia repressa.

Luca, nel tentativo di rintracciare Claudia, torna con Alice a casa della ragazza della festa, che però non conosce alcuna Claudia: anche lei era imbucata. Così si fa dare una copia del filmino della festa, in cui compare Claudia per pochi secondi, istanti che guarda per tutta la notte.

Le ripetizioni di Martinelli erano solo una scusa per legare col ragazzo: Luca scopre che il professore nasconde un carattere diverso ed è molto più simpatico.

Nel frattempo Massi, in un momento di debolezza, tradisce la propria ragazza Simona con Loredana, sorella minore di lei, proprio mentre Simona sospetta di essere incinta di lui. Durante un'uscita serale, Luca chiede a Riccardo di fargli guidare la Porsche di suo padre: Luca, aprendo la portiera, non si accorge dell'arrivo di un camion che stacca di netto la portiera dalla Porsche, provocando 1,5 milioni di lire di danni. I tre protagonisti si trovano dunque ognuno con un enorme problema sulle spalle: lo scontro con Martinelli, Simona probabilmente incinta e la Porsche sfasciata.

Claudia inizia a ribellarsi alle imposizioni sul proprio futuro volute dai genitori: Lettere per il padre, e Giurisprudenza per la madre, che vorrebbe introdurla nello studio legale del compagno Ottavio. La ribellione e il tenero amore tra la nonna Adele e Ludovico, la portano a lasciarsi alle spalle il passato, lasciando una sera il rozzo e burino Cesare. Tornata a casa, scopre che proprio quella notte sua nonna, a cui non vedeva l'ora di comunicare la notizia, è morta nel sonno. Ora Claudia è completamente sola, ma interviene il padre: grazie all'apertura con Luca, si è ammorbidito e riesce a confortare la figlia.

Per trovare il denaro necessario per riparare l'auto del padre di Riccardo, Luca e i suoi amici organizzano una cena in cui vendono ai coetanei delle false tracce dei temi degli esami, da loro inventate sulla base delle voci che circolano. Qualche giorno dopo, alla radio viene detto che il Ministero dell'Istruzione non è riuscito a comporre tutte le commissioni di maturità in tempo, quindi gli esami sono annullati e tutti i maturandi automaticamente promossi: nell'esultanza generale, Luca si ritrova a insultare Martinelli per non essere disprezzato dagli amici. L'amicizia è rovinata. La comunicazione risulta però uno scherzo radiofonico.

Il giorno prima degli esami, Massi e Simona consultano un ginecologo che conferma la gravidanza della ragazza. Dopo aver deciso di tenere il bambino, quel pomeriggio Simona legge il diario di Loredana e scopre il tradimento: dopo essere stato violentemente insultato, Massi tenta di farsi perdonare aspettandola sotto casa per ore, finanche ad inginocchiarsi per strada fino a tarda notte.

Quella sera, Luca e Riccardo acquistano le tracce della maturità da "Tracina", un ripetente, ma queste risultano essere quelle scritte da loro qualche giorno prima. Nel frattempo Alice esce a cena con i genitori e incontra Martinelli con Claudia e Roberto, riconoscendo la ragazza come la stessa incontrata alla festa. Quando Luca la chiama per ritrovarsi sotto casa di Simona a guardare le tracce, Alice comunica la notizia all'amico. Luca abbandona Riccardo e corre a casa Martinelli: qui racconta tutta la verità su Claudia al professore, scusandosi per gli insulti e chiedendo di entrare in casa. All'interno, Luca incontra finalmente Claudia, ma questa gli chiede il numero del suo amico Riccardo. Uscito di casa, Luca viene consolato dal professore, che gli fornisce un'altra lezione di vita: l'importante non è ciò che si trova alla fine della corsa ma ciò che si prova mentre si corre. Infine, gli consiglia di studiare Leopardi per l'orale di maturità, che gli chiederà se lo vedesse in difficoltà all'orale.

Passando davanti a casa di Simona, Luca vede Massi in ginocchio, immobile dal pomeriggio, e si unisce a lui, immediatamente raggiunto da Alice e Riccardo: tutti e quattro rimangono a lungo sotto la finestra per aiutare Massi a riconquistare Simona che, alla fine, sorride e perdona il ragazzo. Così si conclude la loro notte prima degli esami.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, opera prima del regista, vincitore del premio come "miglior regista esordiente" ai David di Donatello 2006, è stato un grande successo commerciale e di critica. Ha vinto oltre 40 premi in festival italiani e stranieri ed ha avuto 10 candidature ai David di Donatello. In Italia il film ha incassato € 12.469.000.

Dal film sono state tratte altre opere per cinema e TV: Nel 2007 è uscito Notte prima degli esami - Oggi, dello stesso regista, ambientato nell'estate 2006 che ha superato complessivamente gli incassi del primo ed ha permesso al regista di vincere il Nastro d'Argento 2007 come personaggio dell'anno; nel 2008 è uscito in Francia il remake "Nos 18 ans", diretto da Frederic Berthe, con Michel Blanc nel ruolo del professor Martinaux (in Italia Martinelli); nel 2011 Rai Fiction ha prodotto una miniserie in due puntate dal titolo Notte prima degli esami '82, ambientata tra Roma e Madrid nel periodo dei Mondiali di calcio vinti dagli Azzurri.

Oltre al film esiste anche un libro dal quale il film è stato tratto. Per la maggior parte è raccontato da Luca, ma ogni tanto ci sono annotazioni del diario di Claudia.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti agli anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Il film offre una ricostruzione della cultura giovanile degli anni ottanta attraverso l'inserimento di molteplici riferimenti culturali e in particolare musicali. Alcuni di essi erano pressoché contemporanei all'anno in cui è ambientato il film, il 1989, altri più vecchi: si citano le canzoni Lamette (del 1982), The Wild Boys (del 1984), Save a Prayer (del 1982), The Final Countdown (del 1986), Cosa resterà degli anni '80 (del 1989) e Gioca jouer (del 1981, che comunque conservava ancora una certa popolarità alla fine di quel decennio, tanto che in quell'anno ci fu anche una cover cantata da Fiorello[1]), oppure riferimenti al muro di Berlino, all'Inter dei record di Giovanni Trapattoni che vinse lo scudetto quell'anno, ai portieri Dino Zoff, Ivano Bordon e Giovanni Galli, al centrocampista Marco Tardelli e al pilota automobilistico Niki Lauda.

Lo stesso titolo del film è un riferimento all'omonima canzone di Antonello Venditti del 1984, che fa parte della colonna sonora della pellicola. Altro riferimento alla canzone del cantautore romano è il nome della protagonista, Claudia, citata anche nel testo della canzone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN307288844 · GND (DE1048308170
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema