Note invernali su impressioni estive

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Note invernali su impressioni estive
AutoreFëdor Dostoevskij
1ª ed. originale1863
Genereracconto
Lingua originale russo

Note invernali su impressioni estive (in russo: (Зимние заметки о летних впечатлениях, "Zimniye zametki o letnikh vpečatleniyakh"), sono note del 1863 scritte da Fëdor Dostoevskij. Raccontano del primo viaggio compiuto da Dostoevskij nell'Europa Occidentale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Queste note raccontano il viaggio compiuto da Dostoevskij nell'Europa Occidentale, dove ha visitato le città più influenti dell'epoca: Berlino, Dresda, Wiesbaden, Baden-Baden, Colonia, Parigi, Londra, Lucerna, Ginevra, Vienna e un'Italia (Genova, Firenze, Milano, Venezia) visitata in fretta, nel quale si parla molto di Garibaldi. I temi trattati sono la borghesia europea occidentale e la sua cultura. Dostoevskij tornerà in Russia, deluso dalle metropoli e le nuove società che sono prive di un elemento necessario all'uomo: la libertà di coscienza.