Not That Kind (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Not That kind
ArtistaAnastacia
Tipo albumStudio
Pubblicazione30 giugno 2000
(vedi date di pubblicazione)
Durata50:24
Dischi1
Tracce12
GenerePop soul[1][2]
Funk[2]
EtichettaEpic
ProduttoreLouis Biancaniello, Rickey Minor, Evan Rogers, The Shadowmen, Carl Sturken, Ric Wake, Sam Watters
FormatiCD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroFinlandia Finlandia[3]
(vendite: 22 115+)
Germania Germania (5)[4]
(vendite: 500 000+)
Svezia Svezia[5]
(vendite: 50 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (3)[6]
(vendite: 210 000+)
Austria Austria[7]
(vendite: 50 000+)
Belgio Belgio[8]
(vendite: 20 000+)
Danimarca Danimarca[9]
(vendite: 50 000+)
Europa Europa[10]
(vendite: 4 000 000+)
Francia Francia (2)[11]
(vendite: 600 000+)
Norvegia Norvegia[12]
(vendite: 50 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (3)[13]
(vendite: 50 000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi (3)[14]
(vendite: 260 000+)
Regno Unito Regno Unito (3)[15]
(vendite: 1 100 000+)
Svizzera Svizzera (3)[16]
(vendite: 200 000+)
Anastacia - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2001)
Singoli
  1. I'm Outta Love
    Pubblicato: 5 maggio 2000
  2. Not That Kind
    Pubblicato: 16 ottobre 2000
  3. Cowboys & Kisses
    Pubblicato: 26 febbraio 2001
  4. Made for Lovin' You
    Pubblicato: 26 luglio 2001

Not That Kind è il primo album in studio della cantante statunitense Anastacia, pubblicato il 30 giugno 2000 dalla Epic Records.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'album è stato prodotto da Sam Watters, Louis Biancaniello, Ric Wake, Evan Rogers, Carl Sturken e Ray Ruffin. Costruito intorno alla voce soul di Anastacia, Not That Kind è principalmente basato sui generi soul, pop e funk;[2][17] presenta inoltre elementi dance (I'm Outta Love),[17] country (Cowboys & Kisses),[18] R&B (Wishing Well, Yo Trippin')[18] e rock.[18][19] La ballata One More Chance è la traccia più vecchia dell'album: fu scritta nel 1993 durante il primo tentativo di Anastacia di pubblicare un proprio album, al fianco del produttore Oji Pierce, esperienza che si concluse con un nulla di fatto.[20] Love Is Alive è la cover dell'omonimo brano del cantautore Gary Wright.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Edizione europea[modifica | modifica wikitesto]

  1. Not That Kind – 3:20 (Anastacia, Wil Wheaton, Marvin Young)
  2. I'm Outta Love – 4:02 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
  3. Cowboys & Kisses – 4:32 (Anastacia, JIVE, Charlie Pennachio)
  4. Who's Gonna Stop the Rain – 5:00 (Evan Rogers, Carl Sturken)
  5. Love Is Alive – 4:07 (Gary Wright)
  6. I Ask of You – 4:27 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
  7. Wishing Well – 3:57 (JIVE, Denis Rich, Greg Bieck)
  8. Made for Lovin' You – 3:35 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
  9. Black Roses – 3:38 (Anastacia, Evan Rogers, Carl Sturken, Ray Ruffin)
  10. Yo Trippin' – 3:35 (Anastacia, Travon Potts)
  11. One More Chance – 4:39 (Anastacia, Oji Pierce)
  12. Same Old Story – 5:32 (Anastacia, Evan Rogers, Carl Sturken)
Tracce bonus nell'edizione australiana
  1. I'm Outta Love (Video)
  2. Interview Footage (Video)
Tracce bonus nell'edizione brasiliana
  1. I'm Outta Love (Hex Hector Radio Mix) – 4:06 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. Nothin' at All – 4:29 (Peter Lord Moreland)
  2. I'm Outta Love (Hex Hector Main Club Mix) – 8:00 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
  3. I'm Outta Love (Matty's Soulflower Mix) – 5:56 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
  4. I'm Outta Love (Ron Trent's Club Mix) – 8:35 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)

Edizione statunitense[modifica | modifica wikitesto]

  1. Not That Kind – 3:20 (Anastacia, Wil Wheaton, Marvin Young)
  2. I'm Outta Love – 4:02 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
  3. Cowboys & Kisses – 4:32 (Anastacia, JIVE, Charlie Pennachio)
  4. Why'd You Lie to Me – 3:43 (Anastacia, Damon Sharpe, Greg Lawson, Trey Parker, Damon Butler, Canela Cox)
  5. Who's Gonna Stop the Rain – 5:00 (Evan Rogers, Carl Sturken)
  6. I Ask of You – 4:27 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
  7. Don't Cha Wanna – 3:57 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancanello, Stevie Wonder, Yvonne Wright)
  8. Late Last Night – 4:27 (Diane Warren)
  9. Made for Lovin' You – 3:35 (Anastacia, Sam Watters, Louis Biancaniello)
  10. Black Roses – 3:38 (Anastacia, Evan Rogers, Carl Sturken, Ray Ruffin)
  11. Yo Trippin' – 3:35 (Anastacia, Travon Potts)
  12. One More Chance – 4:39 (Anastacia, Oji Pierce)
  13. Same Old Story – 5:32 (Anastacia, Evan Rogers, Carl Sturken)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche (2000/01) Posizione
massima
Australia[21] 2
Austria[21] 3
Belgio (Fiandre)[21] 9
Belgio (Vallonia)[21] 10
Danimarca[21] 2
Europa[22] 3
Finlandia[21] 9
Francia[21] 6
Germania[21] 2
Irlanda[23] 4
Italia[21] 5
Norvegia[21] 1
Nuova Zelanda[21] 1
Paesi Bassi[21] 1
Regno Unito[24] 2
Stati Uniti[25] 168
Svezia[21] 9
Svizzera[21] 1
Ungheria[26] 11

Date di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Paese Data di pubblicazione Etichetta
Svizzera 10 giugno 2000 Sony
Francia 16 giugno 2000
Giappone 21 giugno 2000 Epic
Italia 30 giugno 2000 Sony
Germania 10 luglio 2000
Australia
Regno Unito 2 ottobre 2000
Stati Uniti 27 marzo 2001 Epic, Daylight Records

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianni Sibilla, FREAK OF NATURE - ANASTACIA, su Rockol, 22 novembre 2001. URL consultato il 7 novembre 2017.
    «Squadra che vince non si cambia: così questo secondo disco non sposta sostanzialmente la rotta artistica. Prodotto dallo stesso team del debutto (Ric Wake, Sam Watters e Louis B), ripropone la fortunata miscela di soul-pop che il pubblico europeo sembra avere gradito particolarmente»
  2. ^ a b c (EN) Jose F. Promis, Freak of Nature, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 23 agosto 2017.
    «Freak of Nature, continues with the late-'80s bombastic funk/soul/pop revival ushered in by her debut, Not That Kind»
  3. ^ (FI) Kaikkien aikojen myydyimmät ulkomaiset albumit, su ifpi.fi, Musiikkituottajat. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2017).
  4. ^ (DE) Anastacia - Not That Kind – Gold-/Platin-Datenbank, su Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 3 gennaio 2019.
  5. ^ (SV) ÅR 2001 (PDF), su ifpi.se, IFPI Sverige. URL consultato il 19 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2016).
  6. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2000 Albums, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 3 gennaio 2019.
  7. ^ (DE) Anastacia - Not That Kind – Gold & Platin, su IFPI Austria. URL consultato l'11 aprile 2020.
  8. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - albums 2000, su Ultratop. URL consultato il 3 gennaio 2019.
  9. ^ Not That Kind, su hitlisterne.dk. URL consultato il 28 marzo 2022 (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2010).
  10. ^ 4
  11. ^ Copia archiviata, su disqueenfrance.com. URL consultato il 2 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2012).
  12. ^ IFPI Norsk platebransje, su ifpi.no (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2007).
  13. ^ (EN) The Official New Zealand Music Chart, su Recorded Music NZ. URL consultato il 17 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2007).
  14. ^ Copia archiviata, su nvpi.nl. URL consultato il 10 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 30 marzo 2009).
  15. ^ BPI Certified, su British Phonographic Industry. URL consultato il 28 marzo 2022 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2009).
  16. ^ (DE) Edelmetall, su Schweizer Hitparade. URL consultato il 28 marzo 2022.
  17. ^ a b (EN) William Ruhlmann, Not That Kind, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 14 luglio 2017.
  18. ^ a b c (EN) Tricia Boey, Anastacia: Not That Kind, su mtvasia.com, MTV Asia. URL consultato il 14 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 29 agosto 2006).
  19. ^ (EN) Artists & Music, in Billboard.
  20. ^ Anastacia, su MTV. URL consultato il 14 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  21. ^ a b c d e f g h i j k l m n (NL) Anastacia - Not That Kind, su Ultratop. URL consultato l'8 gennaio 2016.
  22. ^ (EN) European Top 20 Charts – Week Commencing 5th March 2001 (PDF), su Australian Recording Industry Association. URL consultato il 21 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2008).
  23. ^ (EN) Irish Top 75 Artist Album, Week Ending 1 March 2001 [collegamento interrotto], su GFK Chart-Track. URL consultato il 19 agosto 2008.
  24. ^ Chart Stats – Anastacia – Not That Kind, su chartstats.com, Official Charts Company. Chart Stats. URL consultato il 13 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2012).
  25. ^ (EN) Anastacia – Chart history, su Billboard. URL consultato il 17 giugno 2009. Cliccare sulla freccia all'interno della casella nera per visualizzare le varie classifiche.
  26. ^ (HU) Top 40 album- és válogatáslemez-lista – 2000. 41. hét, su mahasz.hu, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 13 dicembre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica