Norma Editorial

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Norma Editorial è una casa editrice di fumetti spagnola con sede a Barcellona.

Fondata nel 1977 da Rafael Martínez, pubblica fumetti spagnoli (come Miguelanxo Prado), manga giapponesi (come le opere di Kia Asamiya, CLAMP, Haruhiko Mikimoto, Katsuhiro Ōtomo e Masamune Shirow), fumetti statunitensi (alcuni fumetti DC Comics nonché alcuni lavori di Will Eisner, Frank Miller e Dave Gibbons) e graphic novel europee (lavori di Enki Bilal, Hugo Pratt, Manu Larcenet, Joann Sfar e Lewis Trondheim).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981, Norma editorial fu assorbita nel giornale di Riego Ediciones, "Cimoc e Hunter" e, successivamente, da "Cairo", "Sargento Kirk" e "Humor a tope", tutti diretti da Joan Navarro.

Con questi marchi, la compagnia si focalizzò su fumetti spagnoli ed europei. Tra i primi fumettisti possono essere enumerati Enrique S. Abulí, Alfonso Azpiri, Beroy, Alfonso Font, Miguelanxo Prado, Segrelles, Daniel Torres o Sento; tra i secondi si ricordano, Enki Bilal, François Bourgeon, Vittorio Giardino, Jean Van Hamme, Alejandro Jodorowsky, Milo Manara, Moebius, Hugo Pratt, Grzegorz Rosinski e Jacques Tardi. Alcune saghe di questi autori furono pubblicate nelle collezioni come Álbumes Cairo, B/N, Cimoc Extra Color, El Muro e Pandora.

Pubblicarono anche la collezione teoretica Un hombre, mil imágenes (1982–1985).

Nuovi percorsi[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni novanta Norma Editorial iniziò a produrre lavori di autori nord americani, pubblicando i maggiori successi di Will Eisner, John Byrne, Neil Gaiman, Frank Miller, Mike Mignola e Alan Moore in marchi come Made in USA.

La compagnia non è stata estranea al boom dei manga, e pubblicarono lavori di Kia Asamiya, CLAMP, Kōsuke Fujishima, Haruhiko Mikimoto, Katsuhiro Otomo, Hiromu Arakawa, Yoshiyuki Sadamoto e Masamune Shirow.

Verso la metà degli anni novanta divenne un collaboratore stretto dell'editoriale indipendente americano Dark Horse e, successivamente, aggiunse alla lista i supereroi della DC Comics e della collezione Vertigo.

Ultimi anni[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la perdita dei diritti della DC nel 2005, hanno iniziato una serie di collezioni come: Made in Hell, Comic Noir e El día después. Nel 2006 hanno annunciato l'acquisto di una nuova serie di supereroi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316390938 · LCCN (ENno2015067336 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015067336