Noomi Rapace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Noomi Rapace alla presentazione del film Chi è senza colpa (2014)

Noomi Rapace (IPA: [ˈnoʊmi rəˈpɑːs]), nata Noomi Norén (Hudiksvall, 28 dicembre 1979) è un'attrice svedese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Hudiksvall il 28 dicembre 1979, figlia di Rogelio Durán (10 novembre 1953 – 4 novembre 2006), un cantante spagnolo di Flamenco nativo di Badajoz (in Estremadura), e di Nina Norén (1954), un'attrice svedese. Secondo quanto da lei affermato, suo padre poteva essere di origine gitana. La sorella, Særún Norén, è una fotografa. Rapace dice di aver visto suo padre solo occasionalmente prima della sua morte. Cresciuta sino all'età di cinque anni a Järna, si trasferisce a Flúðir, in Islanda, con sua madre ed il patrigno.

È stata sposata con l'attore svedese Ola Rapace[1], del quale ha scelto di tenere il cognome a fini artistici anche dopo la separazione. I due hanno avuto un figlio nel 2005 di nome Lev.

A sette anni le viene data una parte muta nel film Í skugga hrafnsins di Hrafn Gunnlaugsson. L'esperienza le fa capire di voler fare l'attrice[2]. Una decina di anni più tardi (1996) debutta in televisione, interpretando Lucinda Gonzales nella serie TV Tre kronor. Nel 1998-1999 studia presso la Skara Skolscen, per essere poi scritturata nel 2000-2001 dal Theater Plaza, nel 2001 dal Orionteatern, nel 2002 dal Teater Galeasen, e nel 2003 dal Stockholms stadsteater e dal Royal Dramatic Theatre. Nel 2007 ha interpretato un personaggio in Daisy Diamond, un film con tematiche omosessuali alquanto esplicite. Nel 2009 interpreta la parte di Lisbeth Salander nel film Uomini che odiano le donne diretto da Niels Arden Oplev e tratto dall'omonimo romanzo bestseller di Stieg Larsson. Ha ripreso il ruolo anche nei seguiti La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta Alcuni dei piercing che la Rapace ha nella trilogia sono stati fatti per l'occasione[2]. Grazie all'interpretazione in Uomini che odiano le donne, ha ricevuto una candidatura agli European Film Awards come miglior attrice[3] e i prestigiosi BAFTA Awards, gli Oscar britannici, come miglior attrice protagonista.

Nel 2011 il suo debutto in una grande produzione statunitense, nel cast del film Sherlock Holmes - Gioco di ombre[4]. Sempre nel 2011 vince il premio Marc'Aurelio d'Argento come miglior attrice al Festival Internazionale del Film di Roma 2011, per la sua interpretazione nel film Babycall. A novembre del 2012 è comparsa come protagonista nel video del brano Doom and Gloom dei Rolling Stones. Nel 2014 compare nel video del brano Eez-eh del gruppo inglese Kasabian.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Noomi Rapace al San Sebastian Film Festival 2014

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Röd jul, regia di Linus Tunström TV (2001)
  • En utflykt till mànens baksida, regia di Stefan Ronge (2003)
  • Toleransens gränser, regia di Ann Holmgren (2005)
  • Enhälligt beslut, regia di Björn Engström (2006)

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Federica De Bortoli in Uomini che odiano le donne, La ragazza che giocava con il fuoco, La regina dei castelli di carta, Millennium, Beyond, Babycall, Dead Man Down - Il sapore della vendetta
  • Domitilla D'Amico in Prometheus, Child 44 - Il bambino numero 44
  • Laura Romano in Sherlock Holmes - Gioco di ombre
  • Roberta Pellini in Chi è senza colpa

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biography for Noomi Rapace
  2. ^ a b Intervista contenuta negli extra del blu-ray disc Uomini che odiano le donne
  3. ^ Awards for Noomi Rapace
  4. ^ Noomi Rapace sul set di Sherlock Holmes - Gioco di ombre.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN107188107 · LCCN: (ENno2010108349 · ISNI: (EN0000 0001 2032 3235 · GND: (DE140496378 · BNF: (FRcb16554613v (data)