Nolan Bushnell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nolan Bushnell

Nolan Bushnell (Ogden, 5 febbraio 1943) è un ingegnere e imprenditore statunitense.

Ha fondato diverse società tra cui Atari e la catena di pizzerie Chuck E. Cheese's Pizza-Time Theaters. È considerato uno dei fondatori dell'industria videoludica.

Il 19 aprile 2010 Bushnell è rientrato nel Consiglio di amministrazione di Atari, Inc.[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureato in ingegneria elettrica nel 1968 alla Università dello Utah, Bushnell si interessò ai videogiochi dopo avere visto girare Spacewar! su un PDP-1. Lavorò per quattro anni in un luna park presso Salt Lake City come aiuto gestore giostre e sale giochi, dove fece esperienza sull'economia dei giochi a moneta, che poi applicò anche ai videogiochi. Nel 1971 insieme a Ted Dabney, suo collega alla Ampex di Sunnyvale, produsse un clone di Spacewar! chiamato Computer Space; il risultato commerciale non fu esaltante, ma si trattò del primo coin-op prodotto su larga scala, ceduto in licenza alla Nutting Associates nel novembre 1971.

A Bushnell e Dabney si aggiunse Allan Alcorn e i tre fondarono la Syzygy, la prima società interamente dedicata alla produzione di videogiochi arcade. Dopo una dimostrazione del Magnavox Odyssey di Ralph H. Baer, Bushnell (che nel frattempo aveva modificato il nome dell'azienda in Atari, un riferimento al gioco Go) chiese ad Alcorn di realizzare PONG. Come dichiarato in un'intervista, Bushnell non crede di avere inventato i videogiochi, ma di averli messi in commercio[2].

Dopo avere ceduto la società alla Time Warner nel 1976 per 28 milioni di dollari, Bushnell si è dedicato ad altre attività imprenditoriali. Negli anni '80 la holding Catalyst Technologies raggruppava varie società di Bushnell, tra cui la Androbot, produttrice di robotica industriale che tentò con scarso successo di commercializzare anche dei robot domestici, e la Axlon produttrice di elettronica di consumo, che con maggiore successo realizzò i Petster, peluche elettronici in grado di muoversi risponendo a stimoli sonori. Nel 2000 fondò la catena di ristoranti con servizi multimediali UWink.

Attualmente Bushnell è impegnato con Anti-AgingGames.com[3], un servizio online di giochi che aiutano a stimolare la memoria e la concentrazione e a tenere attivo il cervello nelle persone over 35. I giochi sono realizzati da Bushnell con il supporto di medici specialisti[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Leigh Alexander, Bushnell, Virden Appointed To Atari Board, Phil Harrison Resigns Seat, gamasutra.com, 19 aprile 2010.
  2. ^ David Becker, The return of King Pong, cnet.com, 26 luglio 2005. URL consultato il 22 maggio 2016.
  3. ^ a b Persone chiave di Anti-AgingGames, Anti-AgingGames.com. URL consultato il 06/03/2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN34679292 · LCCN: (ENnr00014211 · BNF: (FRcb144533407 (data)