Harmony (modulo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Node 2 (ISS))
ISS Node 2 durante l'assemblaggio (NASA)
Interno del modulo Harmony

Il modulo Harmony (precedentemente noto come Node 2 - «nodo 2») è un modulo pressurizzato di servizio della Stazione Spaziale Internazionale contenente armadi (rack) per fornire aria, elettricità, acqua e altri sistemi essenziali per il supporto vitale degli astronauti. Il montaggio del modulo da parte della NASA ha terminato la realizzazione della parte statunitense di base della stazione spaziale, secondo il progetto del 2003, facendo da connessione tra il laboratorio europeo Columbus, il modulo statunitense Destiny e il laboratorio giapponese Kibō.

Progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il modulo ha una massa di circa 15 300 kg ed è il secondo dei tre moduli di collegamento della stazione. Harmony è stato sviluppato per la NASA, tramite un contratto con l'Agenzia Spaziale Europea (ESA), da industrie europee (Alcatel-Alenia Spazio in primis) nella città di Torino. La responsabilità per lo sviluppo del modulo è stata dell'ASI. Il suo montaggio ha espanso lo spazio disponibile per gli astronauti portandolo da quello di una tipica casa di tre persone a quello di una casa da cinque persone. Il braccio robot Canadarm2 potrà operare tramite un connettore esterno di Harmony. Il nodo misura 7,2 metri e ha un diametro di 4,4 metri.

Quando lo Space Shuttle trasportava i Multi-Purpose Logistics Module sulla stazione, essi venivano collegati al portello inferiore di Harmony, dove rimanevano per la durata della missione[1]. Al termine della missione, l'MPLM veniva sganciato e riposto nella stiva di carico dello Shuttle per essere riportato a Terra assieme al suo carico di materiali.

Lancio[modifica | modifica wikitesto]

Illustrazione delle connessioni del modulo
Harmony nella stiva di carico del Discovery durante il secondo giorno della missione STS-120

Harmony è stato lanciato il 23 ottobre 2007 a bordo di STS-120, come componente primario della missione di assemblaggio ISS-10A[2][3].

Il 26 ottobre il braccio robotico della stazione SSRMS ha rimosso il modulo dalla stiva di carico dello Shuttle Discovery e lo ha temporaneamente connesso nel lato sinistro del modulo Unity. Il giorno successivo l'equipaggio è entrato nel modulo[4][5]. Dopo la partenza dello Shuttle per far ritorno sulla Terra, attraverso il braccio robotico e tre passeggiate spaziali l'equipaggio della stazione ha spostato il modulo dall'aggancio anteriore del modulo Destiny[4][6].

L'equipaggio della Expedition 16 ha spostato il Pressurized Mating Adapter PMA-2 il 12 novembre 2007 dal laboratorio Destiny all'ancoraggio anteriore del modulo Harmony. Harmony e il PMA-2 sono stati agganciati nella posizione finale all'estremità anteriore del modulo Destiny il 14 novembre[7].

L'11 febbraio 2008 venne installato il modulo europeo Columbus nel portello laterale di Harmony durante la missione STS-122. Quindi il 14 marzo venne collegato temporaneamente al portello superiore di Harmony uno dei componenti del laboratorio Kibō, l'Experiment Logistics Module Pressurized Section (ELM-PS). Durante la missione STS-124 venne rimosso il componente ELM-PS lasciando il portello superiore utilizzabile. Esso doveva ospitare il modulo Centrifuge Accommodations Module (CAM), che che però non venne più realizzato.

Specifiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Lunghezza: 7,2 m
  • Diametro: 4,4 m
  • Massa: 14 288 kg

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Space Station User's Guide: ISS Elements: Node 2, Spaceref.com. URL consultato il 28-09-2007.
  2. ^ STS-120 to Deliver Harmony Node to ISS, NASA. URL consultato il 28-09-2007.
  3. ^ STS-120 Bringing Space Station ‘Harmony’, NASA. URL consultato il 28-09-2007.
  4. ^ a b William Harwood for CBS News, Astronauts enter Harmony, SpaceflightNow. URL consultato il 27-10-2007.
  5. ^ William Harwood, Harmony module pulled from cargo bay, CBS News. URL consultato il 26-10-2007.
  6. ^ Upcoming Shuttle Missions and ARISS Operations, Victor Amateur Radio Association. URL consultato il 27-09-2007.
  7. ^ PMA-3 Relocation, NASA. URL consultato il 28-09-2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica