Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Nishapur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nishapur
città
نیشابور
Nishapur – Veduta
Localizzazione
Stato Iran Iran
Provincia Razavi Khorasan
Shahrestān Nishapur
Circoscrizione Centrale
Territorio
Coordinate 36°12′N 58°48′E / 36.2°N 58.8°E36.2; 58.8 (Nishapur)Coordinate: 36°12′N 58°48′E / 36.2°N 58.8°E36.2; 58.8 (Nishapur)
Altitudine 1 250 m s.l.m.
Abitanti 205 972[1] (2006)
Altre informazioni
Prefisso 0551
Fuso orario UTC+3:30
Cartografia
Mappa di localizzazione: Iran
Nishapur
Nishapur
Sito istituzionale

Nishapur (talvolta detta Neyshabur[2]; persiano: نیشابور‎, Nīshāpūr) è un'importante città dell'Iran, nella regione del Razavi Khorasan, e capoluogo dell'omonima provincia.

Fondata dallo Shāhanshāh sasanide Shapur I, figlio di Ardashīr I,[3] essa fu conquistata dagli Arabi musulmani guidati dal governatore di Bassora ʿAbd Allāh b. ʿĀmir nel 651 o 652.[4]

Favorita dal suo clima salubre, la città divenne più importante della stessa Merv sotto il profilo politico, letterario ed economico, affermandosi anche come centro tessile di grande rinomanza.[5]

Nīshāpūr conta oggi oltre 205.972 abitanti (ma la sua area metropolitana arriva a contarne 441.184,[6] ed è uno dei più rilevanti centri industriali, politici e socio-culturali del Paese.

Persone legate a Nīshāpūr[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il dato proviene dal sito World Gazetteer, che non esiste più e non è stata trovata una copia disponibile
  2. ^ Nella bibliografia di lingua italiana è assolutamente prevalente la versione Nishapur, a fronte di un solo esempio di Neyshabur.
  3. ^ Ḥamza al-Iṣfahānī, Taʾrīkh, ed.I. M. E. Gottwaldt, San Pietroburgo-Lipsia, 1844-48, p. 48.
  4. ^ Balādhurī, Futūḥ al-buldān, Leida, Brill, p. 404.
  5. ^ al-Thaʿālibī, Laṭāʾif al-maʿārif, tr. Bosworth, The book of curious and entertaining information, 133).
  6. ^ census in 2006 in Iran(in persiano)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN136057278 · BNF: (FRcb11958982g (data)
Iran Portale Iran: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Iran