Nino Cristofori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nino Cristofori
Nino Cristofori.jpg

Ministro del lavoro e della previdenza sociale
Durata mandato 28 giugno 1992 –
28 aprile 1993
Presidente Giuliano Amato
Predecessore Franco Marini
Successore Gino Giugni

Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri
Durata mandato 23 luglio 1989 –
28 giugno 1992
Presidente Giulio Andreotti
Predecessore Riccardo Misasi
Successore Fabio Fabbri

Sottosegretario di Stato del Ministero del lavoro e della previdenza sociale
Durata mandato 31 luglio 1976 –
20 marzo 1979
Presidente Giulio Andreotti
Predecessore Tina Anselmi
Successore Enea Piccinelli

Sottosegretario di Stato del Ministero dell'Industria, del commercio e dell'artigianato
Durata mandato 28 novembre 1974 –
29 luglio 1976
Presidente Aldo Moro
Predecessore Giuseppe Di Vagno jr.
Successore Gianmario Carta

Sottosegretario di Stato del Ministero della Sanità
Durata mandato 30 giugno 1972 –
7 luglio 1973
Presidente Giulio Andreotti
Predecessore Maria Pia Dal Canton
Successore Giorgio Guerrini

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature V, VI, VII, VIII, IX, X, XI
Gruppo
parlamentare
DC
Collegio Bologna-Ferrara
Incarichi parlamentari
  • Componente della XI Commissione (Agricoltura e foreste) V, VI e VIII leg.
  • Componente della XIII Commissione (Lavoro e previdenza sociale) - VI, VII e IX leg.
  • Segretario della Commissione parlamentare sul fenomeno della Mafia VIII leg. e componente della stessa Commissione IX leg.
  • Presidente della Commissione speciale per l'esame dei progetti di legge sulla riforma del sistema pensionistico IX leg.
  • Componente della VII Commissione (Difesa) IX leg.
  • Componente della V Commissione (Bilancio e Tesoro) X e XI leg. e presidente della stessa dall'11 maggio 1988 al 23 luglio 1989
  • Componente della XI Commissione (Lavoro) - X leg.
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana
Professione Sindacalista

Adolfo Loris Cristofori detto Nino (Ferrara, 31 luglio 1930Ferrara, 14 marzo 2015[1]) è stato un politico italiano.

È stato deputato alla Camera per sette legislature, dal 1968 al 1993. Ha ricoperto la carica di Ministro del lavoro e della previdenza sociale nel Governo Amato I; è stato inoltre sette volte sottosegretario di stato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iscritto alla Democrazia Cristiana, fu eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati alle elezioni politiche del 1968 nella circoscrizione dell'Emilia-Romagna e successivamente riconfermato senza interruzioni fino alle elezioni del 1992. Fece parte della corrente di Giulio Andreotti che lo chiamò per la prima volta a ricoprire un incarico di governo nel 1972, come sottosegretario alla sanità. Fu poi sottosegretario all'Industria, Commercio e Artigianato nel IV e nel V Governo Moro, quindi sottosegretario al lavoro e previdenza sociale nei governi Andreotti IV e V. Fu Presidente della Commissione Bilancio della Camera dei deputati, Vice presidente del Gruppo della Democrazia Cristina con Presidente Mino Martinazzoli. Ancora Andreotti lo volle sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri nel suo VI e VII governo, mentre nel governo Amato I assunse l'incarico di Ministro del lavoro e della previdenza sociale. In quell'occasione si dimise da deputato in ottemperanza ad una disposizione interna del suo partito che suggeriva ai ministri di svincolarsi dal mandato parlamentare.

Ha fatto parte del Consiglio Nazionale della Democrazia Cristiana e, successivamente al suo scioglimento, del Partito Popolare Italiano, dal 1966 al 1999. Successivamente ha partecipato alla costituzione del partito Democrazia Europea che è confluito nel 2002 nell'Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di Centro, di cui è divenuto consigliere nazionale.

Uffici di Governo[modifica | modifica wikitesto]

  • Governo Andreotti II: Sottosegretario di Stato alla Sanità dal 30 giugno 1972 al 7 luglio 1973
  • Governo Moro IV: Sottosegretario di Stato all'Industria, commercio e artigianato dal 28 novembre 1974 al 12 febbraio 1976
  • Governo Moro V: Sottosegretario di Stato all'Industria, commercio e artigianato dal 13 febbraio 1976 al 29 luglio 1976
  • Governo Andreotti III: Sottosegretario di Stato al Lavoro e Previdenza sociale dal 31 luglio 1976 all'11 marzo 1978
  • Governo Andreotti IV: Sottosegretario di Stato al Lavoro e Previdenza sociale dal 15 marzo 1978 al 20 marzo 1979
  • Governo Andreotti VI: Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri dal 23 luglio 1989 al 12 aprile 1991
  • Governo Andreotti VII: Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri dal 13 aprile 1991 al 28 giugno 1992
  • Governo Amato I: Ministro del Lavoro e Previdenza sociale dal 28 giugno 1992 al 28 aprile 1993

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN166679088 · ISNI (EN0000 0001 1397 3141