Nii Lamptey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nii Lamptey
Nazionalità Ghana Ghana
Altezza 173 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2008
Carriera
Giovanili
????-1990 Young Corners
Squadre di club1
1990-1993 Anderlecht 30 (9)
1993-1994 PSV 22 (10)
1994-1995 Aston Villa 10 (0)
1995-1996 Coventry City 6 (0)
1996-1997 Venezia 5 (0)
1997 Unión (SF) 6 (0)
1997-1998 Ankaragücü 10 (1)
1998-1999 União Leiria 7 (0)
1999-2001 Greuther Fürth 36 (5)
2001-2005 Shandong Luneng 37 (7)
2005 Al-Nassr ? (?)
2005-2007 Asante Kotoko ? (?)
2007-2008 Jomo Cosmos ? (?)
Nazionale
1990-1991 Ghana Ghana U-17  ? (?)
199?-1993 Ghana Ghana U-20 1+ (1+)
1992 Ghana Ghana olimpica  ? (?)
1991-1996 Ghana Ghana 18 (2)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Barcellona 1992
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Argento Senegal 1992
Transparent.png Mondiali di calcio Under-20
Argento Australia 1993
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Nii Odartey Lamptey (Accra, 10 dicembre 1974) è un ex calciatore ghanese, di ruolo attaccante.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il fratello minore, Nathaniel Lamptey, è stato anch'egli un calciatore professionista, militante in Germania.

Il regista tedesco Christoph Weber girò su di lui e sui Black Starlets un film/documentario, il cui titolo originale è Black Starlets - Der Traum vom grossen Fussball. Il film inizia con la vittoria del Mondiale Under-17 e i successivi festeggiamenti, e poi inizia la ricerca, dieci anni dopo, dei protagonisti di quel successo; vengono intervistati diversi calciatori ghanesi di quella generazione che per lo più finirono in modesti campionati professionistici, e nessuno aveva tracce di Nii Odartey Lamptey.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

In 17 anni di professionismo ha giocato nei campionati di 12 differenti nazioni e 4 differenti continenti. Ha annunciato il suo ritiro dal calcio agonistico nel 2008 e dal 19 febbraio 2009 è l'allenatore in seconda dei ghanesi del Sekondi Wise Fighters, dove affianca il mister Charles Akonnor.[2]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Si è messo in luce ai Mondiali Under-17 del 1991 insieme a talenti come Alessandro Del Piero, Marcelo Gallardo e Juan Sebastián Verón.[3]

Dopo i Mondiali Under-17 del 1991, vinti proprio dai giovani ghanesi (i Black Starlets, dove militavano anche Samuel Kuffour, Mohammed Gargo, Emmanuel Duah e altri) che poi si resero protagonisti anche nei Mondiali Under-20 e alle Olimpiadi sempre con la stessa generazione di calciatori, fu paragonato a Pelé che addirittura lo definì il suo "erede naturale".[3]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona 1992

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Black Starlets united-docs.com
  2. ^ (EN) Akonnor and Lamptey to get coaching slots Modernghana.com
  3. ^ a b Il re a cui rubarono la corona, ultimouomo.com, 4 novembre 2015. URL consultato l'11 novembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]