Nightmare - Nuovo incubo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nightmare - Nuovo incubo
Nightmare nuovo incubo.jpg
Una scena del film, con Freddy Krueger
Titolo originale Wes Craven's New Nightmare
Paese di produzione USA
Anno 1994
Durata 112 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore, slasher
Regia Wes Craven
Soggetto Wes Craven
Sceneggiatura Wes Craven
Produttore Robert Shaye
Distribuzione (Italia) Mediaset distribuzione
Fotografia Mark Irwin
Montaggio Patrick Lussier
Effetti speciali CIS Hollywood, Digital FilmWorks Inc., Flash Film Works, K.N.B. Effects Group
Musiche J. Peter Robinson
Scenografia Cynthia Kay Charette
Costumi Mary Jane Fort
Trucco Grad Holder
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
« Ha deciso di superare le barriere del film, e di entrare nella realtà. »
(Wes Craven nel film)

Nightmare - Nuovo incubo (Wes Craven's New Nightmare) è un film del 1994 diretto da Wes Craven, settimo capitolo della saga di Nightmare. A differenza di quelli precedenti, non lo si può definire un vero e proprio seguito, bensì è più corretto definirla una pellicola a parte. Wes Craven torna a dirigere un film dedicato al suo personaggio più famoso dieci anni dopo il primo film della serie, Nightmare - Dal profondo della notte. Wes Craven con Nightmare - Nuovo incubo ha voluto rilanciare il personaggio di Freddy Krueger facendolo ridiventare malvagio come il primo capitolo della saga. Freddy è stato ridicolizzato in vari capitoli della saga da registi che gli hanno fatto dire battute umoristiche, indossare occhiali da sole e fatto giocare ai videogame.

La particolarità dell'opera è che i protagonisti interpretano proprio loro stessi (cioè gli attori con il loro nome e cognome), compreso il regista Wes Craven. Il film ruota intorno al fatto che Heather è perseguitata da un'entità maligna. Al tempo l'attrice era perseguitata da un fan e Craven ebbe da lei il permesso di sfruttare questo fatto. Nei titoli di coda alla voce Freddy non viene indicato Robert Englund, bensì "Himself" ("Se stesso"), così come alla voce degli altri protagonisti (ivi compreso Robert Englund in quanto nel film interpreta anche se stesso oltre che Freddy)[1]. Il film, nonostante il ritorno di Wes Craven alla regia, incassò circa 18 milioni di dollari. Fu l'incasso più basso per un film con protagonista Freddy Krueger.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Heather Langenkamp vive a Los Angeles col suo marito Chase, costruttore di effetti speciali, e con suo figlio Dylan, ed è diventata piuttosto popolare per aver interpretato il personaggio di Nancy Thompson nella serie cinematografica di Nightmare. Una notte Heather ha un incubo nel quale lei, Chase e Dylan vengono attaccati da una mano animatronica artigliata di Freddy Krueger, che si muove da sola e sgozza brutalmente due colleghi di Chase, Chuck e Terry, sul set. Heather e la sua famiglia vengono risvegliati da un terremoto e quando finisce, lei nota che Chase ha la mano ferita nello stesso punto in cui è stato tagliato dagli artigli meccanici nel suo incubo.

A rendere le cose più strane, Heather riceve continue chiamate da qualcuno che imita la voce di Freddy, ma gli altri le consigliano di ignorarlo ritenendo che si tratti di un fan ossesso. Durante una riunione alla New Line Cinema a Heather viene offerto di riprendere il ruolo di Nancy per l'ultimo capitolo della serie Nightmare, al quale Chase ci stava già lavorando a sua insaputa. Tornata a casa, Heather trova Dylan in soggiorno a guardare il film originale alla televisione, come se fosse in uno stato di trance. Quando Heather spegne il televisore, Dylan si mette a urlare. Le chiamate dell'imitatore di Freddy e gli strani comportamenti del figlio costringono Heather a chiamare Chase chiedendogli di tornare a casa. Egli riluttantemente accetta, spiegandole di essere molto occupato siccome Chuck e Terry non si sono presentati al lavoro. Durante il viaggio di ritorno, la mano robotica di Freddy uccide Chase.

Nonostante i profondi tagli presenti sul corpo di Chase, la polizia e i medici attribuiscono la sua morte all'essersi addormentato al volante, ma questo non fa altro che insospettire di più Heather, che durante il funerale del marito ha un altro incubo nel quale Freddy tenta di rapire Dylan trascinandolo nella bara di Chase. Lo stato mentale di Dylan continua a deteriorare siccome rifiuta di dormire e afferma di avere paura di Freddy Krueger e di conoscere la sua filastrocca nonostante non abbia mai visto un suo film. John Saxon, attore e co-protagonista scenico di Heather, rimane preoccupato dal comportamento di lei e di Dylan e le consiglia di sottoporre se stessa e Dylan a cure mediche per uscirne fuori.

Heather consulta il creatore della serie Wes Craven, il quale le spiega che Freddy è basato su un'antica entità malefica che egli tiene imprigionato mantenendola nel mondo fittizio, cioè nei film, ma se smettono di essere prodotti, Freddy si può liberare così da poter riversare la propria follia omicida nella realtà, questo è il vero motivo del perché sta scrivendo il copione di un nuovo film di Nightmare, per mantenerlo intrappolato. Wes spiega che Freddy sta prendendo di mira lei siccome ha dato vita al personaggio di Nancy, la sua nemesi cinematografica, ma per questo stesso motivo lei possiede anche la forza di poterlo confrontare. Anche l'attore Robert Englund afferma di avere visioni nel "nuovo" Freddy, ma non rivela altro.

Dopo una terribile notte passata col sonno infestato da Freddy, che continua sempre di più a manifestarsi nella realtà, Heather decide di portare Dylan all'ospedale. La capo infermiera Christine Heffner sospetta che Heather stia rovinando la salute mentale di Dylan mostrandogli i film di Freddy Krueger, e suggerisce di lasciare Dylan all'ospedale sotto osservazione. Sia Heather che Dylan però si rifiutano di assumere sedativi per evitare di essere uccisi da Freddy. I due vengono forzatamente separati e nonostante l'aiuto di Julie, la babysitter di Dylan, il bambino viene sedato e col potere tratto dal suo sonno, Freddy uccide brutalmente Julie sotto gli sguardi orripilati dei medici. Freddy poi si approfitta del sonnambulismo di Dylan per condurlo fuori dall'ospedale durante la confusione generale e ad allontanarlo da Heather riportandolo a casa, che ora ha le sembianze di 1428 Elm Street.

Heather cerca di farsi aiutare da Saxon, il quale però si mette a comportarsi come il padre di Nancy, il tenente Donald Thompson, e si allontana non credendole e chiamandola "Nancy" come il suo personaggio. Heather capisce che l'unico modo di fermare Freddy è quello di immedesimarsi nel personaggio di Nancy e sconfiggerlo come farebbe lei in un nuovo film della serie. Non appena Heather compie questo atto di forza, però, Freddy giunge nella realtà e rapisce Dylan portandolo nel mondo degli incubi. Heather riesce a raggiungerli seguendo i farmaci sedativi lasciati indietro da Dylan. In una battaglia finale che ricrea la fiaba di Hänsel e Gretel, Heather e Dylan riescono ad evitare gli attacchi di Freddy e lo sconfiggono intrappolandolo in una fornace e accendendola alla massima potenza, eliminando sia il mostro che il mondo infernale da lui creato.

Nel finale, Heather e Dylan si risvegliano emergendo dalle coperte del letto della sua cameretta, e Heather trova sul pavimento la sceneggiatura scritta da Wes, che la ringrazia per aver sconfitto l'entità accettando di essere Nancy per l'ultima volta. Su richiesta di Dylan, Heather apre il copione e si mette a leggerglielo.

La saga[modifica | modifica wikitesto]

Della saga di Nightmare fanno parte nove film:

  1. Nightmare - Dal profondo della notte (A Nightmare on Elm Street) (1984), di Wes Craven
  2. Nightmare 2 - La rivincita (A Nightmare on Elm Street Part 2: Freddy's Revenge) (1985), di Jack Sholder
  3. Nightmare 3 - I guerrieri del sogno (A Nightmare on Elm Street 3: Dream Warriors) (1987), di Chuck Russell
  4. Nightmare 4 - Il non risveglio (A Nightmare on Elm Street 4: The Dream Master) (1988), di Renny Harlin
  5. Nightmare 5 - Il mito (A Nightmare on Elm Street: The Dream Child) (1989), di Stephen Hopkins
  6. Nightmare 6 - La fine (Freddy's Dead: The Final Nightmare) (1991), di Rachel Talalay
  7. Nightmare - Nuovo incubo (Wes Craven's New Nightmare) (1994), di Wes Craven
  8. Freddy vs. Jason (Freddy vs. Jason) (2003), di Ronny Yu
  9. Nightmare (A Nightmare on Elm Street) (2010), di Samuel Bayer (remake/reboot del primo film)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nightmare – Nuovo Incubo (1994) | Horror.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema