Nightflyers (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nightflyers
PaeseStati Uniti d'America
Anno2018
Formatoserie TV
Generefantascienza, thriller, horror, drammatico
Stagioni1
Episodi10
Durata42-44 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Crediti
IdeatoreJeff Buhler
SoggettoGeorge R. R. Martin (novella)
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaGavin Struthers, Markus Förderer, Peter Robertson
MontaggioTad Dennis, Mike Weintraub, Toby Yates
MusicheWill Bates
ProduttoreRobert Jaffe, Andrew McCarthy
Produttore esecutivoDaniel Cerone, George R. R. Martin, Jeff Buhler, Gene Klein, David Bartis, Doug Liman, Alison Rosenzweig, Michael Gaeta, Lloyd Ivan Miller, Alice P. Neuhauser
Casa di produzioneUniversal Cable Productions, Netflix, Hypnotic, Gaeta Rosenzweig Films, Lloyd Ivan Miller Productions
Prima visione
Prima TV originale
Dal2 dicembre 2018
Al13 dicembre 2018
Rete televisivaSyfy
Distribuzione in italiano
Data1º febbraio 2019
DistributoreNetflix

Nightflyers è una serie televisiva fantascientifica statunitense, trasmessa dal 2 dicembre 2018 sul canale Syfy e basata sulle novelle omonime di George R.R. Martin.[1]

In Italia è stata distribuita su Netflix dal 1º febbraio 2019.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2093, un team di scienziati intraprende un viaggio nello spazio a bordo di una nave avanzata chiamata Nightflyer per stabilire il primo contatto con forme di vita aliene. Tuttavia, quando si verificano eventi terrificanti e violenti, la squadra inizia a interrogarsi e a capire che c'è qualcosa a bordo del Nightflyer con loro.[3]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Pubblicazione Italia
Prima stagione 10 2018 2019

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Principale[modifica | modifica wikitesto]

  • Roy Eris, interpretato da David Ajala, doppiato da Alberto Angrisano.
  • Melantha Jhirl, interpretata da Jodie Turner-Smith, doppiata da Laura Lenghi.
  • Rowan, interpretato da Angus Sampson, doppiato da Simone Mori.
  • Thale, interpretato da Sam Strike, doppiato da Gabriele Vender.
  • Lommie Thorne, interpretata da Maya Eshet, doppiata da Roberta de Roberto.
  • Auggie, interpretato da Brían F. O'Byrne, doppiato da Sandro Acerbo.

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Murphy, interpretato da Phillip Rhys, doppiato da Roberto Gammino.
  • Tobis, interpretata da Gwynne McElveen, doppiata da Emanuela d'Amico.
  • Joy D'Branin, interpretata da Zoë Tapper, doppiata da Perla Liberatori.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 è stato annunciato che Syfy avrebbe creato una serie basata sulla novella di Martin. Più tardi nel 2017, è stato annunciato che la serie sarebbe basata sull'adattamento cinematografico del 1987.[4] Martin non è coinvolto direttamente nella produzione della serie a causa del suo contratto esclusivo con HBO, ma viene comunque accreditato come produttore esecutivo.[5]

Il 19 febbraio 2019, la serie viene cancellata dopo una stagione.[6]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

La serie iniziò la sua produzione all'inizio del 2018 a Limerick, in Irlanda, con Daniel Cerone come showrunner.[7] Cerone è anche il produttore esecutivo, al fianco di Gene Klein, David Bartis, Doug Liman, Alison Rosenzweig, Michael Gaeta, Lloyd Ivan Miller e Alice P. Neuhauser.[8][9]

Per gli effetti visivi, Spin VFX è il principale fornitore con Territory Studio che fornisce interfacce utente e Switch Visual Effects che fornisce supporto aggiuntivo. Gli effetti visivi devono funzionare senza problemi con l'enorme set pratico costruito per la nave.[10]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Un primo trailer è stato pubblicato il 20 marzo 2018.[11][12]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Netflix ha aderito alla serie come co-produttore e detiene i diritti di trasmissione internazionali accanto ai diritti di trasmissione secondaria negli Stati Uniti.[13]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata accolta in maniera mista dalla critica. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha un indice di gradimento del 33% con un voto medio di 4,85 su 10, basato su 15 recensioni. Il commento consensuale del sito recita: "Sconcertante senza essere particolarmente spaventosa, l'estetica low budget di Nightflyers e l'eccessivo affidamento sull'omaggio tradiscono il suo intrigante filosofeggiare ponderato e l'impressionante pedigree creativo".[14] Su Metacritic, invece ha un punteggio di 47 su 100, basato su 13 recensioni.[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Denise Petski, ‘Nightflyers’: Syfy Sets Multi-Platform December Rollout For George R.R. Martin Horror Thriller, in Deadline, 5 ottobre 2018. URL consultato il 24 novembre 2018.
  2. ^ YouTube, su www.youtube.com. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) About Nightflyers, in SYFY. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  4. ^ (EN) George R.R. Martin Novella 'Nightflyers' Headed for TV on Syfy, in The Hollywood Reporter. URL consultato il 10 aprile 2018.
  5. ^ grrm, Here's the Scoop on NIGHTFLYERS, su Not A Blog, May. 16th, 2017. URL consultato il 10 aprile 2018.
  6. ^ Nightflyers non avrà una seconda stagione, su ComingSoon.it. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  7. ^ (EN) Davide Abbatescianni, Limerick ready to host the shoot for its first big international TV production, Nightflyers, in Cineuropa - the best of european cinema. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  8. ^ (EN) Joe Otterson, George R. R. Martin’s ‘Nightflyers’ Scores Series Order at Syfy, Sets Cast, in Variety, 4 gennaio 2018. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  9. ^ grrm, The NIGHTFLYER Flies Again, su Not A Blog, 27 novembre 2017. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  10. ^ (EN) The Long, Fearful Flight of George R.R. Martin’s NIGHTFLYERS, in VFX Voice Magazine, 20 novembre 2018. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  11. ^ Nightflyers, il primo teaser della serie tratta da George RR Martin - Wired, in Wired, 21 marzo 2018. URL consultato il 10 aprile 2018.
  12. ^ Netflix UK & Ireland, Nightflyers | First Look | Netflix, 20 marzo 2018. URL consultato il 10 aprile 2018.
  13. ^ (EN) Denise Petski, George R.R. Martin’s ‘Nightflyers’ Gets Syfy Series Order; Netflix To Co-Produce, in Deadline, 4 gennaio 2018. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  14. ^ (EN) Nightflyers: Season 1 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  15. ^ (EN) Nightflyers. URL consultato il 3 dicembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione