Nigella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio di persona femminile, vedi Neil.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nigella
Nigella damascena Mallorca 01.jpg
Nigella damascena
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni basali
Ordine Ranunculales
Sottofamiglia Ranunculoideae
Tribù Nigelleae
Genere Nigella
L., 1753
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Magnoliidae
Ordine Ranunculales
Famiglia Ranunculaceae
Sottofamiglia Ranunculoideae
Tribù Nigelleae
Genere Nigella
Sinonimi

Erobathos
Spach
Garidella
Tourn. ex L.
Komaroffia
Kuntze
Melanthium
Medik.
Nigellastrum
Heist. ex Fabr.

Specie

Nigella (L., 1753) è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae, originario di Europa centro-meridionale, Nordafrica e Asia centrale[1].

Nigella orientalis

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fiore circondato da un involucro di foglie bratteiformi ridotte a lacinie lineari, patenti; il frutto è avvolto da brattee laciniate (N. damascena) oppure il fiore non ha involucri di foglie bratteifomi e quindi il frutto è nudo (N. arvensis). Antere mucronate; follicoli saldati tra loro nella metà inferiore e formanti un frutto a piramide rovesciata (N. arvensis) Oppure antere mutiche; follicoli saldati su 2/3 della lunghezza, formanti un frutto subsferico (N. sativa).

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Descritto per la prima volta nel 1753 da Linneo nel suo Species Plantarum come composto da sole 5 specie[2], attualmente all'interno del genere Nigella sono incluse le seguenti 26[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Nigella L., su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 5 febbraio 2021.
  2. ^ (LA) Carl von Linné e Lars Salvius, Nigella, in Species Plantarum: exhibentes plantas rite cognitas, ad genera relatas, cum differentiis specificis, nominibus trivialibus, synonymis selectis, locis natalibus, secundum systema sexuale digestas, vol. 1, Stoccolma, Impensis Laurentii Salvii, 1753, pp. 398-405. URL consultato il 30 gennaio 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica