Niente di nuovo sul fronte occidentale (film 2022)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Niente di nuovo sul fronte occidentale
NienteNuovoFonteOccidentale2022.png
Una scena del film
Titolo originaleIm Westen nichts Neues
Lingua originalefrancese, tedesco
Paese di produzioneGermania
Anno2022
Durata147 min
Rapporto2,39:1
Generedrammatico, guerra, storico
RegiaEdward Berger
Soggettodal romanzo di Erich Maria Remarque
SceneggiaturaEdward Berger, Ian Stokell, Lesley Paterson
ProduttoreEdward Berger, Daniel Marc Dreifuss, Malte Grunert, Pavel Muller, Mark Nolting Clive Barker, Marc Toberoff
Produttore esecutivoDaniel Brühl, Lesley Paterson, Ian Stokell
Casa di produzioneAmusement Park
Distribuzione in italianoNetflix
FotografiaJames Friend
MontaggioSven Budelmann
MusicheVolker Bertelmann
ScenografiaChristian M. Goldbeck, Ernestine Hipper
CostumiLisy Christl
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Niente di nuovo sul fronte occidentale (Im Westen nichts Neues) è un film del 2022 diretto da Edward Berger.

La pellicola, terzo adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Erich Maria Remarque (dopo il film del 1930 ed una versione più popolare del 1979), è stata selezionata per rappresentare la Germania ai Premi Oscar 2023 nella sezione del miglior film internazionale, arrivando a ricevere 9 nomination in tale competizione.[1]


Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film inizia col mostrarci una famiglia di volpi, il bosco, la foresta, la natura in generale, per poi spostarsi su un piano della terra di nessuno, piena di cadaveri e sangue, e colpita dal fuoco delle mitragliatrici e dell'artiglieria. Inizia un attacco. L’ufficiale tedesco porta il soldato Heinrich alle scale di partenza e lo fa salire assieme ad Hans, che muore sotto una raffica di proiettili. Heinrich prova a compiangerlo, ma è mandato all’attacco. Dopo aver esaurito le munizioni, estrae la sua vanga e attraversa il campo di battaglia, trafiggendo un francese. In seguito, ci vengono mostrati dei cadaveri, tra i quali quelli di Heinrich, venire prelevati per essere svestiti. I vestiti vengono in seguito mandati in una fabbrica tessile, dove vengono ricuciti e purificati, per poi essere mandati in Germania. È il 1917, terzo anno di guerra, e la Germania necessita nuovi soldati. Paul, il protagonista, si dirige al suo liceo, dove incontra i suoi amici: Albert, Franz e Ludwig, che stanno per partire per il fronte. Paul, il cui arruolamento è stato negato dai genitori, si fa convincere da Albert e Franz di firmare da sé i documenti d’arruolamento. In liceo, ascoltano il loro professore, Kantorek, dare un discorso patriottico che entusiasma i quattro, esaltando l’importanza del momento storico e del loro contributo alla guerra collettivo. Alla caserma, Paul, arruolatosi, riceve l’uniforme del defunto Heinrich, ma l'ufficiale gli dice che al destinatario era troppo piccola la taglia. Paul, Albert, Franz e Ludwig si vestono, poi partono per la caserma cantando, pieni d’entusiasmo e senso d’avventura. In primavera, superato l’addestramento, sono schierati sul fronte occidentale, nella Champagne. L’assaggio del fronte per Paul è amaro, come per gli altri, e il suo sentimento d’euforia si spegne rapidamente. Nelle trincee, conosce Kat, un soldato veterano, e Tjaden, anch’egli veterano. La prima notte in trincea è tremenda: l’artiglieria nemica sbarra le trincee, e Ludwig muore. Paul rimane sotto le macerie del bunker crollato, per poi venire ritrovato da Albert e Franz. Kat gli offre del pane, e in seguito l’ufficiale lo mette al lavoro per la raccolta piastrine. Raccogliendole, apprende con sgomento la morte di Ludwig.

Il 7 novembre 1918, il diplomatico tedesco Matthias Erzberger, stanco delle crescenti perdite, si incontra con l'Alto comando tedesco per persuaderli ad avviare l'armistizio con gli Alleati. Nel frattempo, nelle retrovie del fronte, Paul e Kat rubano un'oca da una fattoria per condividerla con Albert, Franz e Tjaden. Poi, pelando le patate, incontrano tre donne francesi, che stanno partendo con il loro bue, e Franz si reca da loro. In seguito, si parla di cosa faranno dopo la guerra. Tjaden espone la sua ambizione di diventare gendarme. In seguito, viene consegnata la posta, e Kat, che è analfabeta, convince Paul a leggergli la lettera di sua moglie, ma teme che non possa reintegrarsi nella società in tempo di pace. Franz trascorre la notte con le donne francesi e riporta la sciarpa di Eloise, una delle tre, come souvenir.

La mattina del 9 novembre, il generale Friedrichs guida Erzberger e la delegazione tedesca su un treno diretto alla foresta di Compiègne per negoziare un cessate il fuoco. Paul, Kat, Albert, Franz e Tjaden vanno in missione per trovare 60 reclute scomparse inviate per rafforzare la loro unità, solo per scoprire che sono state uccise col gas dopo essersi tolte le maschere troppo presto. Friedrichs, che si oppone ai colloqui, ordina un attacco prima che arrivino i rinforzi francesi. Quella notte, la delegazione di Erzberger raggiunge la foresta di Compiègne, mentre il reggimento tedesco viene inviato al fronte per prepararsi ad attaccare le linee francesi.

La mattina del 10 novembre, Ferdinand Foch, il comandante supremo alleato, dà 72 ore ai tedeschi per accettare i termini alleati, senza spazio per i negoziati. Nel frattempo, sul fronte prende il via l’attacco tedesco. Le mitragliatrici, che bloccano i tedeschi, vengono silenziate con le granate, e si giunge al combattimento corpo a corpo nelle trincee. Paul attacca con la sua vanga un francese, che viene finito da Franz, mentre Tjaden e Kat ripuliscono i rifugi. Dopo che la trincea viene presa, Paul, Kat e Tjaden rubano il cibo dalla mensa francese, ma si recano alla trincea d’uscita, per resistere al contrattacco. I francesi schierano i carri armati, e i tedeschi sono impotenti. I carri, a un certo punto, sparano nelle trincee proiettili d’artiglieria, poi entrano in esse, schiacciando i soldati, che non possono opporre alcuna resistenza. Franz e Tjaden vengono separati dal gruppo, e Paul, Kat e Albert distruggono con le granate a mano un carro. In seguito, sul fronte arrivano i lanciafiamme. Paul scappa, e Albert viene ucciso nel tentativo di arrendersi. I tedeschi si ritirano alla loro trincea, ma devono proseguire a indietreggiare. Paul prende le casse di munizioni e si ritira assieme al resto dei soldati, che vengono bersagliati anche dagli aerei. Intrappolato in un cratere con un soldato francese, Paul lo accoltella e lo guarda morire lentamente, provando rimorso e chiedendo perdono al suo nemico. Erzberger viene a sapere dell'abdicazione di Guglielmo II e la sera riceve istruzioni dal feldmaresciallo Paul von Hindenburg di accettare i termini alleati. Paul torna alla sua unità e lì vede celebrare l'imminente fine della guerra da parte dei soldati. In chiesa, trova Tjaden, ferito, che gli dà la sciarpa di Franz. Paul e Kat gli portano del cibo ma Tjaden, sconvolto per essere stato paralizzato, si uccide con una forchetta.

Intorno alle 5:00 dell'11 novembre, la delegazione di Erzberger firma l'armistizio che entrerà in vigore alle 11:00. Dopo aver appreso del cessate il fuoco, Paul e Kat rubano dalla fattoria un'ultima volta, ma Kat viene colpito dal giovane figlio del contadino e muore mentre Paul lo porta in ospedale. Friedrichs vuole porre fine alla guerra con una vittoria tedesca e ordina che l'inutile attacco per la conquista delle pianure di Latierre inizi alle 10:45. Paul, scoraggiato e indurito dalla battaglia, uccide diversi soldati francesi, e salva una recluta, prima di essere trafitto al petto da una baionetta pochi secondi prima delle 11:00, quando i combattimenti si fermano e il fronte tace. Poco tempo dopo, la recluta che Paul aveva salvato nel combattimento, incaricata di raccogliere le piastrine, trova il cadavere incrostato di fango di Paul e recupera la sciarpa di Franz che era stata passata a Paul da Tjaden. Nel mentre, o volutamente o sbadatamente, non raccoglie la piastrina di Paul. Il che vuol dire che nessuno saprà se egli è morto, vivo, o disperso. Il film si conclude con la stessa inquadratura con cui è iniziato, ma mostrando il fronte che, dopo quattro anni, finalmente, è silenzioso. L’Alto comando tedesco segnalò che in quel giorno, non ci fu niente di nuovo sul fronte occidentale.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2020 è stato annunciato che Edward Berger avrebbe diretto una riduzione cinematografica del romanzo di Remarque con Daniel Brühl nel ruolo di Matthias Erzberger.[2]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese principali del film sono iniziate a Praga nel marzo 2021.[3][4]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film è stato pubblicato il 6 settembre 2022.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La prima del film è avvenuta il 12 settembre 2022 in occasione del Toronto International Film Festival. La pellicola è stata resa disponibile su Netflix il 28 ottobre dello stesso anno.[3]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scott Roxborough, Scott Roxborough, Oscars: Germany Picks ‘All Quiet on the Western Front’ for 2023 Race, su The Hollywood Reporter, 24 agosto 2022. URL consultato il 6 settembre 2022.
  2. ^ (EN) Andreas Wiseman, Andreas Wiseman, ‘All Quiet On The Western Front’: Timely German-Language Version Of WWI Classic Heads To EFM With Edward Berger, Daniel Bruhl & Rocket Science, su Deadline, 14 febbraio 2020. URL consultato il 6 settembre 2022.
  3. ^ a b (EN) Naman Ramachandran, Naman Ramachandran, Netflix’s ‘All Quiet On The Western Front’ Shoot Underway in Prague, New Cast Members Join, su Variety, 4 maggio 2021. URL consultato il 6 settembre 2022.
  4. ^ (EN) 'All Quiet on the Western Front': Shooting for German Netflix Film Directed by Edward Berger Has Begun, su About Netflix. URL consultato il 6 settembre 2022.
  5. ^ (EN) Maggie Lovitt, 'All Quiet on the Western Front' Adaptation Gets Chilling New Trailer With Daniel Brühl & Felix Kammerer, su Collider, 6 settembre 2022. URL consultato il 6 settembre 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE1278509305
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema