Nicopoli del Ponto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Nicopoli al Lico)
Jump to navigation Jump to search
Nicopoli
Nome originale Nicopolis
Cronologia
Fondazione 63 a.C.
Localizzazione
Stato attuale Turchia Turchia
Località Koyulhisar
Coordinate 40°18′19″N 37°49′50″E / 40.305278°N 37.830556°E40.305278; 37.830556Coordinate: 40°18′19″N 37°49′50″E / 40.305278°N 37.830556°E40.305278; 37.830556
Cartografia
Mappa di localizzazione: Turchia
Nicopoli
Nicopoli

Nicopoli del Ponto (Nicopolis, «città della vittoria») era un'antica colonia romana fondata da Gneo Pompeo Magno nel 63 a.C. nell'ex-regno del Ponto lungo il fiume Lico, e facente parte della provincia romana di Bitinia e Ponto. Si trova nella parte nord della Turchia, oggi Koyulhisar.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città fu fondata da Pompeo dopo la decisiva vittoria contro Mitridate VI, re del Ponto, nel 65 a.C.,[1] verso la fine della terza guerra mitridatica. Era posizionata nella valle del fiume Lico ai piedi delle montagne ricoperte da foreste.[2] Qui furono posizionati numerosi veterani dell'esercito romano. Qui si intersecavano numerose strade provenienti dalle vicine Comana Pontica, Polemonium, Neocaesarea, Sebasteia, ecc., come le descrive Strabone.[3]

Data a Polemone I da Marco Antonio nel 36 a.C., Nicopoli fu governata dal 54 da Aristobulo di Calcide e poi definitivamente annessa all'Impero romano da Nerone nel 64.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cassio Dione Cocceiano, Storia romana, XXXVI, 50.3.
  2. ^ Appiano di Alessandria, Guerre mitridatiche, 115.
  3. ^ Strabone, Geografia, XII, 3.28.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le Quien, Oriens christianus (Paris, 1740), I, pp. 427–30.
  • Acta Sanctorum, Luglio, III, pp. 34–45.
  • Cumont, Studia Pontica (Bruxelles, 1906), pp. 304–14.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]