Nicolas Gédoyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicolas Gedoyn

Nicolas Gedoyn (Orléans, 15 giugno 1677[1]Beaugency, 10 agosto 1744[1]) è stato un presbitero, traduttore, critico letterario e un pioniere dell'educazione francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu la quinta persona a occupare il seggio 3 dell'Académie française nel 1719, e divenne membro dell'Académie des Inscriptions et Belles-Lettres nel 1722

Dall'età di 15 studiò presso i gesuiti e divenne un novizio nel 1684 e in seguito fu professore di retorica a Blois. Successivamente fu canonico alla Sainte-Chapelle e alla abbazia di Beaugency. Tra i suoi lavori letterari ci sono le traduzioni di Quintiliano e Pausania.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni
  • Quintiliano : De l'institution de l'orateur (1718)
  • Pausania : Pausanias, ou voyage historique de la Grèce (1731)
Diversi
  • Œuvres diverses (1746). Contiene una vita di Epaminonda, un'apologia delle traduzioni, oltre a saggi sull'educazione dei giovani, sulla vita urbana dei romani, sugli antiche e sui moderni e altri argomenti.
  • Recueil d'opuscules littéraires (1767). Contiene un saggio intitolato Réflexions sur le goût.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Seggio 3 dell'Académie française Successore
Jacques-Louis de Valon 1719 - 1744 François-Joachim de Pierre de Bernis
Controllo di autoritàVIAF: (EN51679561 · ISNI: (EN0000 0000 8075 8700 · LCCN: (ENnr97000752 · GND: (DE100483208 · BNF: (FRcb105485423 (data) · BAV: ADV12354678 · CERL: cnp00132584
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie