Nicolao Fornengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nicolao Fornengo (Ivrea, 20 novembre 1966) è un accademico e fisico italiano, attualmente Professore Ordinario all’Università degli Studi di Torino, si occupa di fisica astroparticellare, fisica del neutrino e cosmologia.

Nicolao Fornengo
Nicolao Fornengo 2018.jpg
Nicolao Fornengo nel 2018
Nato aIvrea, 20 novembre 1966
Alma MaterUniversità degli Studi di Torino
Carriera scientifica
CampiFisica astroparticellare
Fisica del neutrino
Cosmologia
IstituzioniUniversità degli Studi di Torino
TesiDark matter: neutralino relic abundance and its detection signals

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea in Fisica all’Università degli Studi di Torino nel 1990. Nella stessa università ha conseguito il dottorato discutendo nel 1995 la tesi “Dark matter: neutralino relic abundance and its detection signals”.

Ha lavorato alla Johns Hopkins University[1] (USA) e all’Università di Valencia[1] (Spagna) e come Visiting Scientist al Korea Institute for Advanced Study (Sud Corea), Laboratoire de Physique Theorique[1] (Francia), Galileo Galilei Institute for Theoretical Physics (Italia) e CERN (Svizzera). Diventa prima ricercatore (1999-2006) e poi professore ordinario all’Università degli Studi di Torino.

Attualmente è membro della commissione scientifica dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, co-chair della commissione scientifica dell’International School on Astroparticle Physics (ISAAP) e chair nel comitato direttivo dell’International Conference on Topics in Astroparticle and Underground Physics (TAUP).

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

È un esperto nello studio di neutralini e sneutrini leggeri in supersimmetria.

Insieme ai suoi collaboratori, ha proposto due nuove tecniche di rivelazione della materia oscura: la ricerca di antideuterio attraverso telescopi spaziali e la cross-correlazione angolare di segnali extragalattici gravitazionali e non gravitazionali di materia oscura.

Ha più di 100 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e un indice di Hirsch maggiore di 50.[2][3]

Ha presentato i suoi lavori a più di 100 conferenze internazionali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Copia archiviata, su circololettori.it. URL consultato il 31 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2018).
  2. ^ https://scholar.google.it/citations?user=pjYEko0AAAAJ&hl=en
  3. ^ https://inspirehep.net/author/profile/N.Fornengo.1

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Homepage di Nicolao Fornengo: http://personalpages.to.infn.it/~fornengo/

Profilo Google Scholar https://scholar.google.co.uk/citations?user=pjYEko0AAAAJ&hl=en

Homepage del gruppo di Fisica Astroparticellare e Fisica del Neutrino dell’Università di Torino: http://www.astroparticle.to.infn.it/

Controllo di autoritàVIAF (EN173435881 · WorldCat Identities (EN173435881