Nicolaj Pennestri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nicolaj Pennestri (Copenaghen, 1974) è un regista, sceneggiatore e fotografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Compiuti gli studi di architettura presso l'Università La Sapienza di Roma, lavora con il gruppo di architetti della Stalker Agenzy e partecipa all'inaugurazione del museo Maxxi di Roma.

Si interessa di video arte e gira il video Tangenziale e in-torno per l'Accademia di San Luca. Inizia quindi a lavorare nel cinema e realizza il suo primo cortometraggio, prodotto da Marco Bellocchio, dopodiché collabora per cinque anni con il regista Tinto Brass.

Il suo corto Il caffè, realizzato in co-regia con Luca Giberti, viene presentato da Abbas Kiarostami al Torino film festival e vince una menzione speciale al Genova Film Festival.

Filma vari documentari, spot commerciali e video (anche per Patty Pravo e per Enrico Brignano).

Nel 2004 ritratti fotografici di Patty Pravo realizzati da Pennestri e da Danilo Bucchi vengono videoproiettati nel corso della tournée estiva della cantante, come elemento della scenografia[1].

Nel 2013 gira il suo primo lungometraggio, scritto insieme a Francesco Cinquemani, dal titolo Buio: 5 ore di luna piena.

Allestisce varie mostre fotografiche, tra le più importanti: Il cielo di Beslan (sulla Strage di Beslan) e Amazon (contro la deforestazione dell'Amazzonia)[2].

È attualmente impegnato nella realizzazione del secondo lungometraggio.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]