Nicolaj Karpov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nicolaj Karpov (Mosca, 19 novembre 1949Mosca, 27 marzo 2014) è stato un attore teatrale e teorico teatrale russo.

Ha ricoperto la carica di capo del Dipartimento di movimento scenico presso il GITIS di Mosca, l'accademia d'arte drammatica russa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Avvia i suoi studi come attore teatrale presso la scuola teatrale Scepkin di Mosca.

Studia recitazione con Tatiana Orlava, allieva di Stanislavskij, e Nikolaj Annenkov, perfezionandosi nel movimento scenico.

Dagli anni 1980 avvia la sua attività pedagogica in tutta Europa: ad esempio in Italia è tra i fondatori del Centro internazionale La Cometa e svolge docenze presso l'Accademia nazionale d'arte drammatica "Silvio d'Amico", il Centro sperimentale di cinematografia, la scuola del Teatro Stabile di Torino, l'Accademia dei filodrammatici di Milano e il Centro universitario teatrale di Perugia.

Teoria teatrale[modifica | modifica wikitesto]

Karpov ha proposto un metodo che combina i principi fondamentali del lavoro tecnico dell'attore e del suo lavoro sul testo, ponendosi come punto d'incontro degli insegnamenti di Stanislavskij, Mejerchol'd (creatore della biomeccanica teatrale) e Michail Cechov.

La sua pedagogia si basa sul concetto di corpo come mezzo d'espressione, sempre disposto ad obbedire e totalmente capace di trasmettere l'esistenza del personaggio (e quindi non trasportare sul palcoscenico la vita personale dell'attore). Per fare questo è necessario educare e addestrare il proprio corpo con un rigoroso training fino a conseguire una padronanza pressoché completa: solo così, secondo Karpov, un corpo inespressivo, banale e quotidiano può acquisire la vera libertà, diventando uno strumento da usare con consapevolezza e adatto al teatro contemporaneo.

Controllo di autoritàVIAF (EN316390885 · LCCN (ENno2015063499