Nicola Rossi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Rossi
Nicola Rossi Napolitano.jpg
Nicola Rossi accolto da Giorgio Napolitano al Palazzo del Quirinale.

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XVI
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico dal 29 aprile 2008 al 13 aprile 2011; Misto dal 14 aprile 2011
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIV, XV
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico-L'Ulivo
Circoscrizione XXI (Puglia) (2006)
Collegio 22 - Barletta (2001)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PD
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Docente universitario

Nicola Rossi (Andria, 9 dicembre 1951) è un politico ed economista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in giurisprudenza e professore ordinario di Economia Politica presso l'Università degli studi di Roma "Tor Vergata", è dalla primavera del 2011 presidente dell'Istituto Bruno Leoni. È inoltre membro del Comitato Direttivo di Italia Futura[1] e del comitato scientifico della Fondazione Italia USA.

Il 30 aprile 2016 ha assunto la presidenza del Consiglio di sorveglianza della Banca Popolare di Milano, risultando eletto dall'assemblea dei soci tenutasi il medesimo giorno.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

È stato eletto alla Camera dei deputati nel 2001, nel collegio maggioritario di Barletta, in Puglia, in rappresentanza della coalizione di centro-sinistra con il 43,3% superando il 40,1% ottenuto dal candidato della Casa delle Libertà, Savino Sguera, capogruppo consiliare di Forza Italia del Comune di Barletta. Nella XIV Legislatura è stato membro della Commissione Finanze e segretario del gruppo DS della Camera.

Nel 2006 viene rieletto deputato per la lista dell'Ulivo nella circoscrizione XXI Puglia, ed è membro della V Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione.

Nel 2007 entra in polemica con il suo partito, i Democratici di Sinistra, in merito alla gestione della fase costituente del Partito Democratico. Tuttavia, dopo un abbandono iniziale, Rossi ha aderito al progetto del PD partecipando in prima persona alle elezioni primarie come candidato all'assemblea costituente nella lista "Democratici per Veltroni" per il collegio Roma - Appio Latino.

Nel 2008 è eletto senatore del Partito Democratico.

Il 1º febbraio 2011 Nicola Rossi ha presentato una lettera di dimissioni da palazzo Madama. La decisione è stata motivata da "motivi personali". Tuttavia l'aula del Senato ha respinto le dimissioni con 183 voti contro, 52 a favore e 8 astensioni. A votare contro le dimissioni dell'economista Pd, Pdl, Lega, Fli, Udc e Api.

Il 14 aprile 2011 Rossi lascia il Partito Democratico e passa al gruppo misto[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Banca Popolare di Milano Successore
Dino Piero Giarda 30 aprile 2016
Controllo di autorità VIAF: (EN268895483 · BNF: (FRcb145257395 (data)