Nicola Ghiuselev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nicola Nicolaev Ghiuselev (Pavlikeni, 17 agosto 1936Sofia, 16 maggio 2014) è stato un basso bulgaro.

Si presenta, leggendo un'inserzione, a un'audizione per nuovi coristi nel coro accademico studentesco e sbalordisce la giuria eseguendo l'aria di Ivan Susanin, divenendo membro della famosa corale diretta da Angel Manolov. Debutta il 17 giugno del 1961 sul palcoscenico dell'opera nella parte di Timur nella Turandot di Giacomo Puccini.

La prima tournée all'estero come cantante lirico è della fine del gennaio 1963 con un gruppo di cantanti bulgari partiti per Barcellona, dove Ghiuselev è Pimen nel Boris Godunov di Modest Musorgskij. Nel giugno 1963, a Sofia, partecipa al Concorso mondiale per giovani talenti, ricevendo dieci minuti di ovazioni ininterrotte. Sempre nel 1963, tiene un concerto su Radio Parigi. Nel 1964 nasce a Sofia il figlio Iassen Ghiuselev che oggi è un famoso illustratore.

Nel 1965 canta nel Don Carlos e nel Faust a Sofia, poi parte per la seconda tournée in Giappone ed il 29 dicembre debutta come Ramfis in Aida diretto da Zubin Mehta con Gabriella Tucci, Franco Corelli, Rita Gorr ed Anselmo Colzani al Metropolitan Opera House di New York dove nel gennaio 1966 è Colline ne La bohème con Renata Tebaldi e Corelli ed il Commendatore in Don Giovanni (opera) con Cesare Siepi, Teresa Stich-Randall, Jan Peerce, Elisabeth Schwarzkopf e Rosalind Elias ed in dicembre Raimondo in Lucia di Lammermoor diretto da Richard Bonynge con Joan Sutherland e Colzani.

Nell'aprile dello stesso anno è Dosithée in Khovanshchina al Théâtre des Champs-Élysées di Parigi, nel 1968 padre guardiano ne La forza del destino con Mario Carlin al Teatro Regio di Parma e nel 1969 Ivan Kovanski in Khovanshchina con Franca Mattiucci e Boris Christoff al Teatro Nuovo di Torino.

Nel 1970 come Filippo II in Don Carlo diretto da Giuseppe Patanè con Flaviano Labò, Lino Puglisi, Leyla Gencer e Shirley Verrett debutta al Teatro alla Scala di Milano dove torna (per l'indisposizione di Nicolai Ghiaurov) nel 1977 come Mefistofele in Faust (opera) diretto da Georges Prêtre con Alfredo Kraus, Piero Cappuccilli e Mirella Freni, il 7 dicembre 1979 come Pimen in Boris Godunov diretto da Claudio Abbado con Ghiaurov, Alida Ferrarini, Lucia Valentini Terrani, Ruggero Raimondi, Florindo Andreolli e Fedora Barbieri nella serata d'inaugurazione della stagione d'opera, nel 1981 Dosifej nella prima di Khovanshchina con Elena Souliotis ed Andreolli e canta nella Messa di Requiem (Verdi) nella trasferta scaligera diretta da Claudio Abbado con la Verrett, Elena Obrazcova ed Antonio Savastano all'Antico Teatro di Epidauro di Atene e nel 1982 nel Requiem di Antonín Dvořák diretto da Yuri Ahronovich con Savastano.

Al Wiener Staatsoper debutta nel 1970 come Méphistophélès in Faust con Sherrill Milnes seguito da Filippo II in Don Carlo con Hans Hotter e Sena Jurinac e nel 1972 Banquo in Macbeth (opera) con Birgit Nilsson e Bruno Prevedi, Kreon in Medea (Cherubini) con Lucia Popp, Prevedi e Leonie Rysanek, padre guardiano ne La forza del destino diretto da Hans Swarowsky con Prevedi e Jacopo Fiesco in Simon Boccanegra con Cappuccilli e Carlo Cossutta, nel 1974 Ramfis in Aida diretto da Riccardo Muti con Plácido Domingo, nel 1975 il protagonista in Boris Godunov e Dossifei in Khovanshchina, nel 1976 Don Basilio ne Il barbiere di Siviglia (Rossini) con Fernando Corena, il protagonista in Don Giovanni (opera) diretto da Patanè con Karl Ridderbusch e la Jurinac, Narbal in Les Troyens diretto da Gerd Albrecht con Helga Dernesch e Christa Ludwig e Pimen in Boris Godunov diretto da Albrecht con Ghiaurov, Vladimir Andreevič Atlantov e la Jurinac e nel 1990 il protagonista in Attila (opera) con Giorgio Zancanaro.

In Arena di Verona debutta nel 1976 come Boris Godunov con la Ferrarini e la Mattiucci, nel 1977 è frate Lorenzo in Romeo e Giulietta (Gounod) e Ramfis in Aida diretto da Anton Guadagno con Gianfranco Cecchele (tornando nel 1988 diretto da Donato Renzetti con Grace Bumbry, Franco Bonisolli e Cappuccilli e nel 1992 diretto da Nello Santi con Maria Chiara Dolora Zajick, Kristján Jóhannsson e Juan Pons), nel 1979 Mefistofele (opera) con Veriano Luchetti e nel 1980 Escamillo in Carmen (opera) con Luchetti.

Al Royal Opera House di Londra debutta nel 1976 come Pagano ne I Lombardi alla prima crociata diretto da Lamberto Gardelli con José Carreras, Elizabeth Connell, Sylvia Sass e Robert Lloyd, nel 1980 Miracle in Les contes d'Hoffmann diretto da Prêtre con Lloyd, Domingo, Luciana Serra, Agnes Baltsa ed Ileana Cotrubaș, nel 1984 Boris Godunov e nel 1990 Vladimir Yaroslavich ne Il principe Igor' diretto da Bernard Haitink con Anna Tomowa-Sintow e Paata Burchuladze.

Dal 1976 Ghiuselev si esibisce a: Bruxelles, Barcellona, Londra, Sofia, Varsavia, Mosca, Budapest, Madrid, Monaco di Baviera, Berlino, Atene, Perugia, Praga, Wiesbaden, Hartford, Seattle, Ginevra, Bratislava, Buenos Aires, Napoli, Lecce, San Diego, Bonn e New York. Sempre nel 1977 è Banquo in Macbeth diretto da Fernando Previtali con la Sass, Carlo Bergonzi e Renato Bruson al Teatro Regio di Torino, nel 1978 Kociubej in Mazepa (opera) per la radio francese, nel 1979 Filippo II in Don Carlo con Fiorenza Cossotto, Luchetti, Bruson ed Ivo Vinco al Grand Théâtre de Monte Carlo, nel 1980 Dositeo in Khovanshchina diretta da Bruno Bartoletti al Teatro Margherita di Genova, nel 1981 Méphistophélès in Faust con Bonisolli a Monte Carlo e Zaccaria in Nabucco diretto da Francesco Molinari Pradelli con Cecchele e Bruson allo Sferisterio di Macerata, nel 1983 Attila con Luchetti a Parma ed al Regio di Torino diretto da Santi con la Chiara e Silvano Carroli e nel 1984 Zaccaria in Nabucco diretto da Romano Gandolfi con Cappuccilli a Parma.

Nel 1984 sposa l'attrice Anna Maria Petrova.

Ancora a Parma nel 1985 è Scarpia in Tosca (opera) con Angelo Nosotti, nel 1986 Mefistofele in Faust con Kraus e nel 1988 Lindorf/Coppélius/Dapertutto/Miracle ne I racconti di Hoffmann con Barbara Hendricks e Nosotti. Nel 1986 è Andrei Bolkonskij in Voïna i mir (Guerra e pace) di Sergei Prokofiev diretto da Mstislav Rostropovich con Galina Pavlovna Višnevskaja, Stefania Toczyska e Nicolai Gedda al Théâtre des Champs-Élysées.

All'Opéra national de Paris nel 1987 è Filippo II in Don Carlo e nel 1992 Méphistophélès in Faust diretto da Julius Rudel. Nel 1991 torna al Metropolitan come Varlaam in Boris Godunov con Paul Plishka e la Toczyska e nel 1992 Timur nella Turandot diretto da Santi con Gwyneth Jones e Teresa Stratas.

Nel 1992 Nicola incide Tancredi, Edipo a Colono e lo Stabat Mater di Rossini. Nel maggio dello stesso anno è Mustafà ne L'Italiana in Algeri, messa in scena alla Deutsche Oper Berlin. Nel novembre 1993 guida l'Accademia Bulgara, con il "Boris Christoff", a Roma e nel novembre 1994 gli viene conferito a Parma il premio "Verdi d'oro". Nel 1996 è con il Commendatore in Don Giovanni con Michele Pertusi ed Ildebrando D'Arcangelo che debutta al Teatro La Fenice di Venezia.

Incisioni discografiche[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo
Ruolo
Cast Direttore Etichetta
1960 Carmen
Escamillo
Alexandrina Milcheva-Nonova, Nikola Nikolov, Lilyana Vassileva Ivan Marinov Laserlight
1964 Les contes d'Hoffmann
Lindorf
Nicolai Gedda, Elisabeth Schwarzkopf, Victoria de los Angeles André Cluytens EMI
1967 La Gioconda
Alvise Badoéro
Renata Tebaldi, Marilyn Horne, Carlo Bergonzi Lamberto Gardelli Decca
1969 Les Huguenots
Marcel
Joan Sutherland, Martina Arroyo, Anastasios Vrenios Richard Bonynge Decca
1973 Aleko
Aleko
Blagovesta Karnobatlova-Dobreva, Dimiter Petkov Rouslan Raychev Capriccio
1976 Chovanščina
Dosifei
Dimiter Petkov, Alexandrina Milcheva-Nonova, Todor Kostov Atanas Margaritov Capriccio
1977 La battaglia di Legnano
Federico Barbarossa
José Carreras, Katia Ricciarelli, Matteo Manuguerra Lamberto Gardelli Philips
1978 Tancredi
Orbazzano
Fiorenza Cossotto, Lella Cuberli, Werner Hollweg Gabriele Ferro Warner Fonit
1985 La fanciulla delle nevi
Il Gelo
Elena Zemenkova, Alexandrina Milcheva-Nonova, Stefka Mineva Stoyan Angelov Capriccio
Attila
Attila
Marie Krikorian, Lubomir Videnov, Boiko Zvetanov Vladimir Ghiaurov Laserlight
Mefistofele
Mefistofele
Stefka Evastieva, Kaludi Kaludov Ivan Marinov LC Classics
1986 Guerra e pace
Mikhail Kutzov
Galina Pavlovna Višnevskaja, Nicolai Gedda, Stefania Toczyska Mstislav Leopol'dovič Rostropovič Erato
Chovanščina
Dosifei
Nicolai Ghiaurov, Alexandrina Milcheva-Nonova, Zdravko Gadjev Emil Tchakarov Sony
Boris Godunov
Pimen
Nicolai Ghiaurov, Stefka Mineva, Dimiter Petkov Emil Tchakarov Sony
Ivan Susanin
Ivan Susanin
Elena Stoyanova, Roumen Doikov, Hristina Angelakova Ivan Marinova Capriccio
1987 Il principe Igor'
Principe Galitsky
Boris Martinovich, Nicolai Gjiaurov, Stefka Evstatieva Emil Tchakarov Sony
1988 Evgenij Onegin
Gremin
Anna Tomowa-Sintow, Nicolai Gedda, Stefka Popangelova Emil Tchakarov Sony
1991 Don Giovanni
Leporello
Renato Bruson, Sona Gazharian, Giuseppe Sabbatini Neeme Järvi Chandos
1997 Turandot
Timur
Francesca Patanè, Wolfgang Schmidt, Fiamma Izzo d'Amico Roberto Paternostro D. Classics

DVD parziale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN5120289 · LCCN: (ENn83153227 · ISNI: (EN0000 0001 1036 3401 · GND: (DE134647343 · BNF: (FRcb13926966d (data)