Nicklas Bendtner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicklas Bendtner
Nicklas Bendtner 2010-11-07.jpg
Nazionalità Danimarca Danimarca
Altezza 194[1] cm
Peso 86[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
2002-2004 KB
2004-2005 Arsenal
Squadre di club1
2005-2006 Arsenal 0 (0)
2006-2007 Birmingham City 42 (11)
2007-2011 Arsenal 99 (22)
2011-2012 Sunderland 28 (8)
2012-2013 Juventus 9 (0)
2013-2014 Arsenal 9 (2)
2014-2016 Wolfsburg 31 (3)
Nazionale
2004 Danimarca Danimarca U-16 3 (3)
2004-2005 Danimarca Danimarca U-17 15 (6)
2005-2006 Danimarca Danimarca U-19 2 (1)
2006 Danimarca Danimarca U-21 4 (2)
2006- Danimarca Danimarca 70 (29)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 aprile 2016

Nicklas Bendtner (Copenaghen, 16 gennaio 1988) è un calciatore danese, attaccante svincolato e della Nazionale danese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centravanti forte fisicamente, bravo tatticamente, molto abile nel colpo di testa e dalla buona visione di gioco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi con l'Arsenal[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la sua carriera calcistica nelle giovanili del Kjøbenhavns. Nel 2005 venne acquistato dall'Arsenal.

Il suo debutto con la maglia della prima squadra dei Gunners fu il 25 ottobre 2005, in un incontro di Carling Cup contro il Sunderland, entrando come sostituto di Quincy Owusu-Abeyie nei minuti finali dell'incontro.

Il prestito al Birmingham[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2006 andò in prestito al Birmingham, inizialmente fino a gennaio 2007.[2] Bendtner debuttò con la sua nuova squadra il 5 agosto 2006, subentrando al posto di Stephen Clemence nella partita contro il Colchester United, giocando l'ultima mezz'ora di gioco e segnando il gol decisivo per la vittoria.

Successivamente segnò tre gol in tre partite con il Birmingham, precisamente dal 25 novembre al 2 dicembre; poi il prestito al Birmingham viene prolungato fino al termine della stagione.[3]

Il 22 aprile 2007 mise a segno una rete con un colpo di testa nella partita vinta per 3-2 sul Wolverhampton, vittoria che permise al Birmingham di raggiungere la vetta della Football League Championship.[4] La squadra chiuse la stagione al secondo posto, riuscendo così a tornare nella massima serie inglese, la Premier League.

Nel 2007, a 19 anni, firma un rinnovo fino al 2012 con il club londinese.[5]

Ritorno all'Arsenal e in Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Finita la stagione, Bendtner fa ritorno all'Arsenal. Nel maggio 2007 decide di prolungare la sua avventura con l'Arsenal, firmando un contratto quinquennale.[6]

Bendtner con la maglia dell'Arsenal nel 2009.

Nel novembre del 2009 Bendtner è costretto a farsi operare in seguito a un infortunio riportato durante una partita contro il Tottenham.[7]

Il 9 marzo 2010 realizza la sua prima tripletta in Champions League nella vittoria 5-0 all'Emirates Stadium contro il Porto.

Prestiti a Sunderland e Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2011 passa in prestito per un anno al Sunderland. Dopo la partita con il West Bromwich viene nominato migliore in campo segnando la sua prima rete con la maglia del Sunderland e regalando l'assist per il pareggio della sua squadra.[8]

Il 31 agosto 2012 si trasferisce in Italia, alla Juventus, in prestito con diritto di riscatto.[9] Arrivato a Torino in sovrappeso,[10][11] durante la stagione juventina soffre di diversi problemi fisici[12] e alla fine termina l'esperienza torinese in negativo.[13][14] Sceglie la maglia numero 17, con la quale debutta, il 22 settembre successivo, subentrando a Fabio Quagliarella nella vittoria casalinga di campionato (2-0) contro il Chievo.[15] Il 28 ottobre 2012 gioca la partita vinta 1-0 contro il Catania favorendo l'assist ad Arturo Vidal. Durante la sfida giocata contro la Sampdoria, cade male[16] e dev'essere operato al polso sinistro.[17] Ripresosi, gioca la partita di Coppa Italia contro il Cagliari: durante l'incontro s'infortuna nuovamente, questa volta all'adduttore della coscia sinistra che gli causa il distacco del tendine: l'operazione, con tempi di recupero almeno 3 mesi,[18] pone fine alla sua stagione.[10]

Con la maglia bianconera colleziona in stagione 11 presenze, 2 assist e 0 gol. Terminata l'esperienza a Torino, durante la quale vince il suo primo scudetto, fa ritorno all'Arsenal.

Ritorno all'Arsenal[modifica | modifica wikitesto]

Messo ai margini della rosa,[19][20] durante la sessione estiva del calciomercato non riesce ad accordarsi con altre società, rimanendo così all'Arsenal. Il 21 settembre 2013, a causa di mancanza di alternative nel reparto avanzato della squadra inglese[19], viene reintegrato in rosa.[20] Torna a disputare una partita ufficiale con i Gunners il 25 settembre seguente, in un match vinto ai rigori contro il West Bromwich Albion, valido per il terzo turno della Capital One Cup.[21][22] A fine stagione decide di non rinnovare il suo contratto con l'Arsenal e rimane quindi svincolato.

Wolfsburg[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 agosto 2014 firma un contratto triennale con i tedeschi del Wolfsburg. Sceglie di indossare la maglia numero 3. Segna i suoi primi due gol con la nuova maglia nella partita di Europa League vinta contro il Krasnodar per 5-1. Realizza la sua prima rete in Bundesliga nella sconfitta per 2-3 contro lo Schalke 04. Il 19 marzo 2015, durante la gara di ritorno di Europa League contro l'Inter (squadra che aveva già sfidato dopo la stagione a Torino con Juventus) a San Siro, segna il gol del definitivo 2-1 per il Wolfsburg, che convincendo i nerazzurri ad arrendersi permette ai tedeschi di passare il turno dopo il 3-1 dell'andata. Si ripete anche contro il Napoli (altra squadra italiana), sempre in Europa League, segnando il gol della bandiera nella pesante sconfitta interna dei tedeschi (persa 1-4).Contro il Napoli gioca anche il ritorno, però da titolare, ma questa volta Il Wolfsburg pareggia 2-2,anche se il risultato non basta per ribaltare l' 1-4 dell'andata.Con il Wolfsburg riesce a vincere la Coppa di Germania, ed è la terza stagione consecutiva che vince un trofeo dopo lo Scudetto nel 2013 con la Juve e la Coppa d'Inghilterra nel 2014 con l'Arsenal.

Al Wolfsburg conclude la stagione segnando 5 gol (1 in campionato e 4 in Europa League) in 28 sfide stagionali.

Il 1º agosto 2015 vince la Supercoppa di Germania, battendo il Bayern Monaco. Nella partita è autore del gol del 1-1 finale, che porta la squadra ai rigori, dove è ancora lui a mettere a segno il rigore decisivo.

Il 25 aprile 2016, il Wolfsburg annuncia la rescissione del contratto di Bendtner, inizialmente valido fino a giugno 2017.[23]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Bendtner iniziò la sua carriera con la maglia della Nazionale danese segnando 3 gol nelle sue prime 3 partite con la squadra dell'Under-16 nel febbraio 2004. Passò poi nella Nazionale Under-17 dove segnò 6 gol in 15 partite; questa prestazione gli valse la vittoria del premio di miglior giocatore danese Under-17 dell'anno.

Il 9 maggio 2006 fu convocato dalla Nazionale danese Under-21 per gli Europei di categoria. Fece il suo debutto nella partita amichevole del 17 maggio contro la Spagna, segnando entrambi i gol che permisero alla sua Nazionale di imporsi 2-0 contro la selezione iberica. Ai campionati europei prese il posto di Morten Rasmussen nella formazione titolare. Giocò in seguito tutte le altre partite con la sua Nazionale prima dell'eliminazione.

Bendtner con la Nazionale danese a Euro 2012

Il 16 agosto fa il suo esordio con la Nazionale maggiore a 18 anni, diventando così il settimo giocatore più giovane a vestire la maglia della sua Nazionale.[24] Fu subito messo nella formazione titolare nella gara amichevole contro la Polonia. In quella gara si rese protagonista, segnando una rete al 30', aiutando la Danimarca a vincere per 2-0. Il 1º settembre 2006 giocò la sua seconda gara con la Nazionale segnando l'ultimo gol nell'amichevole vinta per 4-2 contro il Portogallo.

Partecipa ai Mondiali 2010, tenutisi in Sudafrica. Il 19 giugno 2010 segna, in spaccata e su cross del compagno Rommedahl, il gol del momentaneo pareggio nella partita Camerun-Danimarca (seconda partita del girone eliminatorio), poi conclusasi con la vittoria della Nazionale danese per 2-1, grazie a un gol dello stesso Rommedahl.[25]

Nel giugno del 2012 viene convocato per Campionato europeo di calcio 2012 in Polonia e Ucraina dal CT Morten Olsen. Nella seconda partita del girone eliminatorio realizza una doppietta ai danni del Portogallo, con l'incontro che terminerà 2-3 in favore degli iberici. Al termine della stessa gara contro il Portogallo, Bendtner viene multato dalla UEFA per 100.000€ a causa di comportamento lesivo rispetto alle regole del torneo: il giocatore, infatti, dopo aver segnato una delle sue due reti, avrebbe festeggiato mostrando alle telecamere dei boxer con stampato il nome di Paddy Power - un bookmaker irlandese - infrangendo quanto deciso dalla UEFA rispetto alla pubblicità a Euro2012.[26] Alle qualificazioni per i mondiali 2014 segna la rete che salva la Danimarca dalla sconfitta contro la Bulgaria.

La sua "vittima" preferita con la maglia della nazionale danese è il Portogallo: sono ben 6 le reti segnate contro i lusitani (andando sempre a segno nelle cinque volte in cui ha affrontato il Portogallo).

Dopo le molte critiche ricevute per le recenti prestazioni e per la squalifica di 6 mesi, l'11 ottobre 2013 nella partita valida per le qualificazioni ai mondiali del 2014 segna una doppietta all'Italia battendo per due volte il suo ex compagno di squadra Buffon con due colpi di testa.[27]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2008, all'epoca all'Arsenal, è stato protagonista di una rissa col compagno di squadra Emmanuel Adebayor, che non ha avuto conseguenze disciplinari.[28] Nel dicembre 2011, ancora con i Gunners, Bendtner e il compagno di squadra Lee Cattermole vengono arrestati dalle autorità britanniche per aver recato danni a diverse auto in quel di Newcastle upon Tyne.[29]

Durante l'incontro valido per la fase a gironi del gruppo B di Euro 2012 contro il Portogallo (2-3), Bendtner realizza una doppietta, esultando mostrando delle mutande che fanno pubblicità a una nota azienda di bookmakers dopo il 2-2 parziale: l'UEFA decide di squalificare il giocatore per una partita ufficiale, multandolo di € 100.000.[30]

Il 5 marzo 2013, durante il periodo alla Juventus, essendo indisponibile per infortunio chiede un permesso al club, tornando in patria: pochi giorni dopo è trovato in stato di ebbrezza a Copenaghen mentre guida contromano, facendosi ritirare la patente per tre anni[13] e ricevendo una sanzione pecuniaria di 842.000 corone (all'incirca € 114 mila).[12] Di conseguenza è escluso anche dalla Nazionale danese per un breve periodo.[31] Successivamente è multato anche dall'Arsenal[32] per aver molestato un tassista a Copenaghen in stato di ubriachezza.[33]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 7 aprile 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Inghilterra Arsenal PL 0 0 FACup+CdL 0+3 0 UCL 0 0 CS 0 0 3 0
2006-2007 Inghilterra Birmingham City FLC 42 11 FACup+CdL 2+4 0+2 - - - - - - 48 13
2007-2008 Inghilterra Arsenal PL 27 7 FACup+CdL 2+5 1+1 UCL 6 2 - - - 40 9
2008-2009 PL 31 9 FACup+CdL 5+2 2+2 UCL 12[34] 2[35] - - - 50 15
2009-2010 PL 23 6 FACup+CdL 0+1 1 UCL 7[36] 5 - - - 31 12
2010-2011 PL 17 2 FACup+CdL 5+5 4+3 UCL 5 0 - - - 32 9
ago. 2011 PL 1 0 FACup+CdL 0 0 UCL 0 0 - - - 1 0
ago. 2011-2012 Inghilterra Sunderland PL 28 8 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - - 30 8
2012-2013 Italia Juventus A 9 0 CI 1 0 UCL 1 0 SI 0 0 11 0
2013-2014 Inghilterra Arsenal PL 9 2 FACup+CdL 1+2 0 UCL 2 0 - - - 14 2
Totale Arsenal 108 24 31 14 32 9 0 0 171 47
2014-2015 Germania Wolfsburg BL 18 1 CG 2 0 UEL 8 4 - - - 28 5
2015-2016 BL 13 2 CG 1 1 UCL 2 0 SG 1 1 17 4
Totale Wolfsburg 31 3 3 1 9 4 1 1 45 9
Totale carriera 214 45 43 17 41 13 1 1 299 77

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Danimarca Danimarca
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
16-08-2006 Odense Danimarca Danimarca 2 – 0 Polonia Polonia Amichevole 1 Uscita al 66’ 66’
01-09-2006 Brøndby Danimarca Danimarca 4 – 2 Portogallo Portogallo Amichevole 1 Ingresso al 75’ 75’
07-10-2006 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Euro 2008 - Ingresso al 73’ 73’
15-11-2006 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole - Uscita al 85’ 85’
24-03-2007 Madrid Spagna Spagna 2 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2008 - Ingresso al 74’ 74’
28-03-2007 Duisburg Germania Germania 0 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 1
06-06-2007 Riga Lettonia Lettonia 0 – 2 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2008 - Uscita al 60’ 60’
08-09-2007 Solna Svezia Svezia 0 – 0 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2008 - Ingresso al 54’ 54’
13-10-2007 Aarhus Danimarca Danimarca 1 – 3 Spagna Spagna Qual. Euro 2008 - Ammonizione al 78’ 78’ Ingresso al 46’ 46’
17-10-2007 Copenaghen Danimarca Danimarca 3 – 1 Lettonia Lettonia Qual. Euro 2008 -
17-11-2007 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 2 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2008 1
21-11-2007 Copenaghen Danimarca Danimarca 3 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2008 1 Uscita al 84’ 84’
06-02-2008 Nova Gorica Slovenia Slovenia 1 – 2 Danimarca Danimarca Amichevole 1
26-03-2008 Herning Danimarca Danimarca 1 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole 1
29-05-2008 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole -
01-06-2008 Chorzów Polonia Polonia 1 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole - Uscita al 90’ 90’
20-08-2008 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Ammonizione al 35’ 35’
06-09-2008 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 0 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 87’ 87’
10-09-2008 Lisbona Portogallo Portogallo 2 – 3 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2010 1
19-11-2008 Brøndby Danimarca Danimarca 0 – 1 Galles Galles Amichevole -
11-02-2009 Piräus Grecia Grecia 1 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole - Uscita al 79’ 79’
28-03-2009 Attard Malta Malta 0 – 3 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 30’ 30’
01-04-2009 Copenaghen Danimarca Danimarca 3 – 0 Albania Albania Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 34’ 34’
06-06-2009 Solna Svezia Svezia 0 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 84’ 84’
12-08-2009 Brøndby Danimarca Danimarca 1 – 2 Cile Cile Amichevole - Uscita al 61’ 61’
05-09-2009 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 1
09-09-2009 Tirana Albania Albania 1 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2010 1
10-10-2009 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 0 Svezia Svezia Qual. Mondiali 2010 -
14-10-2009 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 1 Ungheria Ungheria Qual. Mondiali 2010 -
03-03-2010 Vienna Austria Austria 2 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 1 Ammonizione al 51’ 51’ Uscita al 61’ 61’
14-06-2010 Johannesburg Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Danimarca Danimarca Mondiali 2010 - Uscita al 62’ 62’
19-06-2010 Pretoria Camerun Camerun 1 – 2 Danimarca Danimarca Mondiali 2010 1
24-06-2010 Rustenberg Danimarca Danimarca 1 – 3 Giappone Giappone Mondiali 2010 - Ammonizione al 66’ 66’
09-02-2011 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 2 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
26-03-2011 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2012 -
04-06-2011 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 2 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2012 -
10-08-2011 Glasgow Scozia Scozia 2 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole - Uscita al 46’ 46’
06-09-2011 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 0 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2012 2 Uscita al 90’ 90’
07-10-2011 Nicosia Cipro Cipro 1 – 4 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2012 -
11-10-2011 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 1
11-11-2011 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 0 Svezia Svezia Amichevole 1 Ammonizione al 43’ 43’ Uscita al 71’ 71’
15-11-2011 Esbjerg Danimarca Danimarca 2 – 1 Finlandia Finlandia Amichevole 1 Uscita al 87’ 87’
29-02-2012 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 2 Russia Russia Amichevole - Uscita al 63’ 63’
26-05-2012 Amburgo Danimarca Danimarca 1 – 3 Brasile Brasile Amichevole 1
02-06-2012 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 0 Australia Australia Amichevole -
09-06-2012 Kharkiv Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Danimarca Danimarca Euro 2012 -
13-06-2012 Leopoli Danimarca Danimarca 2 – 3 Portogallo Portogallo Euro 2012 2
17-06-2012 Leopoli Danimarca Danimarca 1 – 2 Germania Germania Euro 2012 -
15-08-2012 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 3 Slovacchia Slovacchia Amichevoledts - Uscita al 46’ 46’
12-10-2012 [[]] Bulgaria Bulgaria 1 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2014 1
16-10-2012 Milano Italia Italia 3 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 79’ 79’
14-11-2012 Istanbul Turchia Turchia 1 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 1 Uscita al 78’ 78’
11-10-2013 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 2 Ammonizione al 79’ 79’ Uscita al 84’ 84’
15-11-2013 Herning Danimarca Danimarca 2 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole - Uscita al 60’ 60’
03-09-2014 Odense Danimarca Danimarca 1 – 2 Turchia Turchia Amichevole - Uscita al 63’ 63’
07-09-2014 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 1 Armenia Armenia Qual. Euro 2016 -
11-10-2014 Elbasan Albania Albania 1 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2016 -
14-10-2014 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 1 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 -
14-11-2014 Belgrado Serbia Serbia 1 – 3 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2016 2 Uscita al 87’ 87’
18-11-2014 Bucarest Romania Romania 2 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole -
25-03-2015 Aarhus Danimarca Danimarca 3 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole 3
29-03-2015 Saint-Denis Francia Francia 2 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole -
08-06-2015 Viborg Danimarca Danimarca 2 – 1 Montenegro Montenegro Amichevole - Ammonizione al 44’ 44’ Uscita al 46’ 46’
13-06-2015 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 0 Serbia Serbia Qual. Euro 2016 -
04-09-2015 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 0 Albania Albania Qual. Euro 2016 -
07-09-2015 Yerevan Armenia Armenia 0 – 0 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2016 -
08-10-2015 Braga Portogallo Portogallo 1 – 0 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2016 -
11-10-2015 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 2 Francia Francia Amichevole -
14-11-2015 Stoccolma Svezia Svezia 2 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2016 -
17-11-2015 Copenaghen Danimarca Danimarca 2 – 2 Svezia Svezia Qual. Euro 2016 - Uscita al 60’ 60’
Totale Presenze 70 Reti (7º posto) 29
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Danimarca Danimarca Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17-05-2006 Copenaghen Danimarca Under-21 Danimarca 2 – 0 Spagna Spagna Under-21 Amichevole 2
24-05-2006 Aveiro Italia Under-21 Italia 3 – 3 Danimarca Danimarca Under-21 Europeo Under-21 2006 - 1º turno - Uscita al 79’ 79’
26-05-2006 Aveiro Danimarca Under-21 Danimarca 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Under-21 Europeo Under-21 2006 - 1º turno - Uscita al 61’ 61’
29-05-2006 Águeda Danimarca Under-21 Danimarca 1 – 2 Ucraina Ucraina Under-21 Europeo Under-21 2006 - 1º turno -
Totale Presenze 4 Reti 2
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Danimarca Danimarca Under-19
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17-01-2006 Limassol Cipro Under-19 Cipro 0 – 2 Danimarca Danimarca Under-19 Amichevole 1
19-01-2006 Larnaca Cipro Under-19 Cipro 1 – 4 Danimarca Danimarca Under-19 Amichevole - Ammonizione al 17’ 17’
Totale Presenze 2 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2012-2013
Arsenal: 2013-2014
Wolfsburg: 2014-2015
Wolfsburg: 2015

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2009
  • Introdotto nella Hall of Fame del calcio danese[37]
2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Nicklas Bendtner, vfl-wolfsburg.de. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  2. ^ Birmingham, arriva un grande talento dall'Arsenal Tuttomercatoweb.com
  3. ^ Arsenal, Bendtner a Birmingham fino a giugno Tuttomercatoweb.com
  4. ^ (EN) Wolves 2-3 Birmingham, in BBC Sport, 22 aprile 2007. URL consultato il 27 gennaio 2013.
  5. ^ L'Inter insegue Bendtner, TMW.com
  6. ^ Arsenal: il futuro si chiama Bendtner it.uefa.com
  7. ^ Arsenal, Bendtner: "Ho un'ernia, mi devo operare", TMW.com
  8. ^ (EN) Safc.com, Sunderland complete Bendtner deal, 31 agosto 2011. URL consultato il 1º settembre 2011.
  9. ^ Bendtner è bianconero, Juventus.com, 31 agosto 2012.
  10. ^ a b I dolori del giovane Bendtner: da titolare a disoccupato?, TMW.com
  11. ^ Juventus, Conte studia Bendtner, che intanto è in sovrappeso, TMW.com
  12. ^ a b Romeo Agresti, Il ritorno di Lord Bendtner: da meteora juventina a minaccia per l'Inter, in Goal.com, 12 marzo 2015. URL consultato il 12 marzo 2015.
  13. ^ a b Wolfsburg, adesso Bendtner è davvero diventato lord, in Tuttosport, 16 marzo 2015. URL consultato il 7 giugno 2015.
  14. ^ Juventus, la formica decide. Il colosso stecca... ancora, TMW.com
  15. ^ Riccardo Pratesi, Juve inarrestabile: Chievo k.o. - Decide ancora Quagliarella, in La Gazzetta dello Sport, 22 settembre 2012. URL consultato il 23 settembre 2012.
  16. ^ Juve, la tua bestia nera si chiama Sampdoria. Bendtner, bomber sfortunato!, TMW.com
  17. ^ Juventus: Bendtner operato al polso, in Il Corriere della Sera, 19 maggio 2013. URL consultato il 13 maggio 2015.
  18. ^ Juventus, Bendtner: "Fuori almeno tre mesi", TMW.com
  19. ^ a b L'ex Juve Bendtner: "Sono deluso", tuttojuve.com.
  20. ^ a b A volte ritornano: l'Arsenal riabbraccia Bendtner, tuttojuve.com.
  21. ^ West Brom - Arsenal 4 -5, transfermarkt.it.
  22. ^ (EN) West Bromwich Albion 1 Arsenal 1; Arsenal win 4-3 on pens: match report, telegraph.co.uk.
  23. ^ (EN) Contract terminated, VfL Wolfsburg, 25 aprile 2016. URL consultato il 25 aprile 2016.
  24. ^ (DA) YNGSTE DEBUTANT Haslund.info
  25. ^ Rommedahl rilancia i danesi, Camerun fuori, Olanda agli ottavi, gazzetta.it, 19 giugno 2010. URL consultato il 19 luglio 2014.
  26. ^ Caso Bendtner: PaddyPower Pagherà 100.000€ alla UEFA, pokerlistings.it, 21 giugno 2012. URL consultato il 19 luglio 2014.
  27. ^ L'Italia si salva nel recupero, it.uefa.com, 11 ottobre 2013. URL consultato il 19 luglio 2014.
  28. ^ Adebayor-Bendtner: la rissa nell' Arsenal non viene punita, in Il Corriere della Sera, 25 gennaio 2008. URL consultato il 13 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il ).
  29. ^ Sunderland, arrestati Bendtner e Cattermole, TMW.com
  30. ^ Bendtner, squalifica e multa, 18 giugno 2012. URL consultato il 13 maggio 2015.
  31. ^ Bendtner: guida ubriaco, senza Nazionale, TMW.com
  32. ^ Arsenal: multa in arrivo per Bendtner, TMW.com
  33. ^ Arsenal, nuova bravata per Bendtner: molestato un tassista, TMW.com
  34. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  35. ^ Una rete nei turni preliminari.
  36. ^ 2 presenze nei play-off.
  37. ^ (DA) Fodbolden får egen Hall of Fame, in Dansk Boldspil Union, 1º ottobre 2008. URL consultato il 20 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]