Nicholas Crow

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicholas Crow
Nazionalità Italia Italia
Altezza 199 cm
Peso 96 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia / ala
Squadra Rinascita Rimini
Carriera
Giovanili
Crabs Rimini
Squadre di club
2007-2008Crabs Rimini3 (0)
2008-2009Fossombrone16 (177)
2009-2011Brescia58 (643)
2011-2012Orlandina33 (392)
2012-2013Scandone Avellino9 (10)
2013-2014Fulgor L. Forlì29 (350)
2014-2015V.L. Pesaro21 (40)
2015-2018Scafati Basket90 (816)
2018-2019A. Costa Imola29 (301)
2019-2020Scafati Basket24 (164)
2020-Rinascita Rimini0 (0)
Nazionale
2006-2007Italia Italia U-18
2008-2009Italia Italia U-20
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2020

Nicholas Crow (Rimini, 23 agosto 1989) è un cestista italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nicholas nasce e cresce a Rimini, città in cui il padre Mark Crow – con un trascorso in NBA – era arrivato sul finire degli anni '70 per formare insieme a Steve Mitchell la prima coppia di americani della storia del Basket Rimini.

Con la formazione riminese, Nicholas svolge la trafila delle giovanili e colleziona tre apparizioni in prima squadra nel corso della Legadue 2007-2008 quando era diciottenne. Nelle tre stagioni successive i Crabs lo girano in prestito nella terza serie nazionale, dove fa registrare una media punti in doppia cifra sia nella parentesi a Fossombrone che nei due anni a Brescia. Proprio al suo secondo e ultimo anno in terra bresciana, contribuisce alla promozione dei biancazzurri in Legadue.

Nell'agosto del 2011, complice anche la liquidazione del club riminese, Crow viene ingaggiato dall'Upea Capo d'Orlando[1] con cui disputa anche in questo caso la terza serie nazionale, sfiorando i 12 punti e 6 rimbalzi a partita.

Un anno più tardi debutta in Serie A con la canotta di Avellino, tuttavia è costretto a saltare gran parte del campionato a causa di un serio infortunio al polso destro che ha comportato un intervento per ricostruire il legamento dello scafoide[2].

Nell'estate del 2013 torna in Romagna con l'ingaggio da parte della Fulgor Libertas Forlì, con cui mette a referto 12,1 punti, 4,1 rimbalzi e 1,6 assist di media in 31,5 minuti nel campionato di Divisione Nazionale A Gold, la seconda serie dell'epoca.

Nell'annata 2014-2015 vive la sua seconda stagione in Serie A, disputata in questo caso con la Victoria Libertas Pesaro[3]. Qui realizza poco meno di 2 punti a partita in quasi 9 minuti di utilizzo medio.

In vista della stagione 2015-2016 si unisce allo Scafati Basket in Serie A2. Durante il suo primo anno con i gialloblu, la squadra si classifica al primo posto nella regular season di Serie A2 Ovest e vince anche la Coppa Italia di Serie A2, prima di essere eliminata da Brescia nelle semifinali play-off. Al termine del suo contratto biennale[4], Crow rinnova con Scafati anche per una terza stagione, nella quale diventa il nuovo capitano della squadra[5].

Nel campionato 2018-2019 Crow è di scena all'Andrea Costa Imola[6], con cui sempre in A2 segna 10,4 punti in 27 minuti a gara.

Nel 2019-2020 veste nuovamente la maglia di Scafati per la quarta stagione in gialloblu della sua carriera[7].

Dal 1º luglio 2020 torna ufficialmente a giocare per la squadra della sua città con il passaggio a Rinascita Basket Rimini (RBR), società di recente formazione militante in terza serie, che nel frattempo aveva raccolto l'eredità dei Crabs[8].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2007 ha disputato i campionati europei Under-18 a Madrid con la nazionale azzurra[9]. Successivamente è stato convocato anche nella nazionale Under-20.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Scafati: 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]