Nicholas Cheong Jin-suk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicholas Cheong Jin-suk
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Nicolas Cheong Jin-suk.svg
Omnibus omnia
 
TitoloCardinale presbitero di Santa Maria Immacolata di Lourdes a Boccea
Incarichi attualiArcivescovo emerito di Seul
Incarichi ricopertiVescovo di Cheongju
Presidente della Conferenza dei Vescovi Cattolici della Corea
Arcivescovo metropolita di Seul
Amministratore apostolico sede plena di Pyongyang
 
Nato7 dicembre 1931 (86 anni) a Seul
Ordinato presbitero18 marzo 1961 dal vescovo Paul Marie Kinam Ro (poi arcivescovo)
Nominato vescovo25 giugno 1970 da papa Paolo VI
Consacrato vescovo3 ottobre 1970 dall'arcivescovo Paul Marie Kinam Ro
Elevato arcivescovo3 aprile 1998 da papa Giovanni Paolo II
Creato cardinale24 marzo 2006 da papa Benedetto XVI
 

Nicholas Cheong Jin-suk (Seul, 7 dicembre 1931) è un cardinale e arcivescovo cattolico sudcoreano. È stato nominato cardinale il 24 marzo 2006 da papa Benedetto XVI, secondo cardinale coreano nella storia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entrato in seminario sin da giovane, si è iscritto nel 1950 alla facoltà di Ingegneria all'Università di Seul ma, dallo scoppio della Guerra di Corea ha avuto enormi difficoltà ad esercitare la sua attività prima per l'avvento delle truppe comuniste e poi per l'entrata in guerra della Cina, eventi che lo hanno costretto a nascondersi ed a lasciare la capitale.

È stato ordinato sacerdote il 18 marzo 1961, è stato nominato vescovo di Cheongju il 25 giugno 1970 ed arcivescovo di Seul il 29 maggio 1998, divenendo nel contempo anche amministratore apostolico di Pyongyang.

Si è espresso in più occasioni a favore di una maggiore giustizia sociale nel suo paese e in modo molto netto contro la ricerca sulle cellule staminali embrionali, tema che ha trattato con decisione in occasione della messa commemorativa per il primo sacerdote e martire coreano, sant'Andrea Kim Taegon.

In occasione della sua nomina a cardinale, il presidente coreano Roh Moo-hyun ha dichiarato che «gli oltre 4 milioni di cattolici coreani attendono con ansia l'onore di un nuovo cardinale»; erano infatti 37 anni che la Chiesa non aveva un suo cardinale in Corea del Sud, dopo la nomina di Stephen Kim Sou-hwan.

È stato membro del Pontificio consiglio per la famiglia e del Pontificio consiglio delle comunicazioni sociali.

Il 7 dicembre 2011 ha compiuto ottanta anni, perdendo il diritto al voto nel prossimo conclave.

Il 10 maggio 2012 Benedetto XVI accoglie la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Seul per raggiunti limiti d'età.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]