New York Life Building

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
New York Life Building
New York Life Insurance Building.jpg
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoNew York
LocalitàNew York
Indirizzo45-55 Madison Avenue, New York City, NY, Stati Uniti d'America
Coordinate40°44′34″N 73°59′08″W / 40.742778°N 73.985556°W40.742778; -73.985556Coordinate: 40°44′34″N 73°59′08″W / 40.742778°N 73.985556°W40.742778; -73.985556
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1926-1928
Inaugurazione1928
StileNeogotico
Usocommerciale
AltezzaAntenna/guglia: 187,50 m
Piani40
Realizzazione
ArchitettoCass Gilbert

Il New York Life Building è un grattacielo storico di New York.[1][2] Alto 187 metri e con 40 piani è stato completato nel 1928.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La guglia dell'edificio illuminata di notte

Progettato nel 1926 da Cass Gilbert,[4] lo stesso che sviluppò il celebre Woolworth Building. Ispirato alla cattedrale di Salisbury, è stato l'ultimo significativo grattacielo di Gilbert a Manhattan. L'edificio fu completato nel 1928 dopo due anni di costruzione al costo di $ 21 milioni. La guglia posta alla sommità del grattacielo è composta da 25.000 tessere dorate che dal 1995 vengono illuminate ogni notte. L'edificio è iscritto dal 1972 nel Registro Nazionale dei luoghi storici[5] e dal 2000 anche nel Registro di Conservazione degli edifici di New York. Quando venne completato l'edificio era tra i più alti della città ma oggi è solo il novantanovesimo più alto di New York.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New York Life Building, in National Historic Landmark summary listing, National Park Service, 16 settembre 2007 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2011).
  2. ^ NY Life Insurance Company Building, A View on Cities. URL consultato il 13 marzo 2013.
  3. ^ New York Life Building, Emporis.com. URL consultato il 12 luglio 2008.
  4. ^ New York Life Building, Vertical Access. URL consultato il 17 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2014).
  5. ^ riconoscimento landmark, su npgallery.nps.gov.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]