Nervo accessorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Nervo accessorio
Gray791.png
Decorso del nervo
Anatomia del Gray subject #206 913
Sistema nervoso periferico

Il nervo accessorio è unico fra i nervi cranici perché è dotato di radice spinale (che proviene dal midollo spinale), e una radice cranica (proveniente dal midollo allungato). Il nervo esce dal cranio attraverso il foro giugulare, e a quel punto le due radici si separano nuovamente per compiere le loro funzioni distinte. Le fibre provenienti dalla radice cranica si uniscono al grande nervo vago e proseguono per alimentare i muscoli del palato molle, della faringe, della laringe e dell'esofago. Le fibre provenienti dalla radice spinale vanno verso il basso come il nervo accessorio, lungo l'arteria carotidea interna, per raggiungere il muscolo sternocleidomastoideo e la parte superiore del trapezio. I due muscoli sovrintendono al movimento di testa e collo. Il nervo accessorio costituisce l'XI paio di nervi cranici ed è presente solo negli amnioti.

Nasce dall'unione di due diversi gruppi di radicole, craniali e spinali (accessorius Willii, dal nome di Thomas Willis, che lo descrisse per primo).

È formato esclusivamente da fibre motrici somatiche che originano in un nucleo posto alla base delle corna anteriori dei primi neuromeri del midollo spinale. Si distribuisce ad una parte del muscolo trapezio ed al muscolo sternocleidomastoideo.